rotate-mobile
Solidarietà / Gossolengo

«Ciao presidente», tantissimi in moto per ricordare Luciano Galvani

Concluso con successo il 14esimo Motogiro della Valtrebbia, raccolti fondi da destinare a Casa di Iris e a una scuola della Romagna

«Ciao Luciano» e un grande e interminabile applauso. Si è aperto così il 14esimo Motogiro Valtrebbia che quest’anno ha avuto un sapore un po' amaro, dopo la scomparsa, lo scorso 12 gennaio, del presidente del gruppo, l'imprenditore piacentino Luciano Galvani. A lui è stato dedicato quest'anno il primo memorial.

«Luciano era uno di noi e ci voleva bene - hanno sottolineato con commozione gli organizzatori della manifestazione - Una persona immensa di grande umanità. Una persona che ti trasmetteva gioia e serenità. Quest’anno per noi non sarà la stessa cosa, abbiamo un grande vuoto da colmare, il nostro amato presidente purtroppo non c’è più. La numerosa partecipazione di gruppi ed amici che non sono voluti mancare lo dimostra.
Presidente, ci siamo impegnati al massimo per onorarti e speriamo di esserci riusciti sempre senza dimenticare lo spirito e le finalità che grazie a te ci siamo prefissati ad ogni nostro evento».

Anche quest'anno, come di consueto, al motogiro era legata una finalità benefica. L’evento, strutturato su due giornate, ha visto sabato 9 settembre la partecipazione di 70 moto e 100 partecipanti che sono partiti alla volta di un giro pomeridiano al termine del quale si sono ritrovati per un apericena presso il distributore Keropetrol di Gossolengo; domenica 10 la partecipazione di 159 moto e oltre 250 partecipanti che al termine del giro si sono ritrovati al ristorante Rio Verde per il pranzo conviviale durante il quale si sono susseguite molteplici attività e svaghi. La somma raccolta nel corso degli eventi verrà devoluta in parte, come avviene peraltro da ormai molti anni, a favore all’Hospice “Casa di Iris” di Piacenza; ed in parte, per realizzare l’ennesima opera benefica, sarà destinata a supporto delle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dall’alluvione di maggio.

Il gruppo di motociclisti ha infatti deciso di destinare buona parte della somma raccolta nel corso dell'evento per aiutare gli studenti dell'istituto comprensivo statale "Silvestro Gheraldi" Lugo2 colpito duramente dall'alluvione, acquistando, con la somma raccolta, materiale didattico.

«Dopo l'alluvione - spiegano gli organizzatori - ci siamo recati in Romagna per portare il nostro aiuto alle popolazioni colpite. Il 6 luglio siamo andati a Cotignola, in provincia di Ravenna, abbiamo scaricato quanto ci è stato donato nel punto di raccolta e smistamento aperto presso la casa di suor Sara, gestito e coordinato magistralmente da Katiuscia Moroni, e dopo a Conselice e Solarolo per distribuire parte delle donazioni».

«Vista la situazione di distruzione causata dall'evento alluvionale abbiamo così deciso di attivarci per portare un aiuto anche ad un associazione o a un istituto scolastico e, grazie alla nostra amica Katiuscia, abbiamo contattato Federica Serenari, dirigente scolastica dell'istituto comprensivo Lugo 2 "S.Gheradi", proponendo di donare materiali e apparecchiature didattiche. Il nostro gruppo ha vari sponsor, in più abbiamo fatto il raduno “Giro della Val Trebbia” e abbiamo racimolato un po’ di fondi da destinare all'iniziativa».

Al termine della due giorni sono stati raccolti 4.200 euro; di questi 2mila andranno appunto destinati all’acquisto di materiale informatico/didattico che verrà donato alla scuola romagnola. Il resto (di cui 200 euro ricavati dalla vendita di spillette commemorative realizzate dalla sezione PC-LO-CR Goldwing) verranno donati all’hospice di Piacenza.

«Un evento che unisce spensieratezza e solidarietà – concludono gli organizzatori - per una giornata all'insegna del divertimento ma dedicata, in primo luogo, a fare del bene. Anche quest’anno, grazie alla generosità di tutti i partecipanti alla manifestazione si è potuto contribuire a sostenere progetti ed enti che operano nel sociale ed in favore della collettività.  Grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della manifestazione, a tutte le forze di polizia della provincia che hanno garantito il servizio di assistenza e viabilità nei territori di competenza. Un saluto particolare va al sindaco del Comune di Gossolengo, che ci ha onorato della sua presenza al momento della partenza del giro».

«Grazie ai nostri partner e sponsor che hanno dato il loro contributo e supporto affinché l’evento potesse avere luogo, le difficoltà organizzative sono sempre molte grazie a: C.R.P., Service Station – Keropetrol, Motul, MA.FRA, Garage Roberto, Asicoop Emilia Nord, Centro Auto Piacenza, Osellini, Tosi Moto, Ariete, BorsaViaggi di Annalisa Ranieri, Ortofruttiamoci - Tramvai, Easy Raider Onlus, Givi, Tucano Urbano, Yamaha, Honda, Ducati, Meazza beer, wine & spirit, Stima Ascensori, Bosch Car Service di Negrati Roberto, Savi salumificio, Caffè Carraro, Pastificio Groppi, Salumificio Bignami, Casa Vinicola Testa, Osteopata Greta Savioli, salumeria “La Piacentina”; nonché ai gruppi motociclistici amici che ogni anno partecipano numerosi all’evento: Motoclub Polizia di Stato Piacenza, Motoclub Polizia di Stato Alessandria, Pistoni Tonanti, I pastaioli -  Motofacebook, Goldwing sezione PC-CR-LO, Amici in Goldwing, Lowlanders Piacenza, Scorta Tecnica Motostaffetta Oltrepò, Motoclub Piacenza, Raiders On Wheels Piacenza, Motoclub Vigili del Fuoco Piacenza – Valentino Cirilli, BMW Motorrad Club Piacenza, I Moschettieri, Gruppo 500 storiche, Motodisagiati».

«Uno speciale ringraziamento vorremmo rivolgerlo alla proprietà ed allo staff del Ristorante Rio Verde che, dallo scorso anno, abbracciando i nostri progetti, sono diventati il punto fermo per la realizzazione dei nostri incontri. Anche quest’anno hanno dato la propria disponibilità a lavorare nel giorno di normale chiusura del ristorante e soprattutto hanno offerto il loro servizio a titolo gratuito devolvendo così, come lo scorso anno, per il tramite della proprietà, il loro cachet in favore della causa prescelta.
Grazie a Claudio Bruzzi speaker e presentatore che ha accompagnato e orchestrato con professionalità e maestria l’evolversi del pranzo al ristorante e degli avvenimenti che si sono susseguiti.
Ma se tutto questo è stato possibile è soprattutto grazie alla generosità di tutti i partecipanti alla manifestazione. 
In ultimo, ma non per importanza, vogliamo ringraziare Michele che ha raccolto, dal nostro amato Luciano, il testimone alla presidenza del gruppo. Un duro compito, ma siamo certi che ci metterà lo stesso impegno e lo stesso amore che ci metteva il suo papà che in questi lunghi anni alla guida del gruppo ha sempre dato lustro e vigore a tutte le iniziative e progetti intrapresi».

Un successo il 14esimo Motogiro della Valtrebbia ©Simone Baucia

20230714_065503_0000

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Ciao presidente», tantissimi in moto per ricordare Luciano Galvani

IlPiacenza è in caricamento