“Miles Smiles” al Teatro “President” di Piacenza

Al "Piacenza Jazz Fest 2013" un omaggio a Miles Davis. Mercoledì 1° maggio alle ore 21.15 un cast stellare guidato da Wallace Roney

Un'immagine di Joey DeFrancesco
La decima edizione della manifestazione “Piacenza Jazz Fest”, che si fregia del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è organizzata dall’Associazione culturale “Piacenza Jazz Club”, con il sostegno determinante della Fondazione di Piacenza e Vigevano, con il supporto della Regione Emilia-Romagna, del Comune e della Provincia di Piacenza e con il contributo di alcune importanti realtà istituzionali e imprenditoriali del territorio, prosegue mercoledì 1° maggio 2013 con un omaggio a Miles Davis intitolato “Miles Smiles”, in programma alle ore 21.15 al Teatro “President” di Piacenza (Via Manfredi 30; biglietteria serale dalle ore 20.00; biglietto intero euro 17 - biglietto ridotto euro 14; concerto in abbonamento; riduzione: under 20, over 65, Soci PcJC, allievi del Conservatorio “Nicolini”, Soci “Touring Club”).

Sul palco una formazione di prim’ordine, guidata da Wallace Roney, tromba solista e pupillo dello stesso Miles Davis, affiancato dal saxofonista Rick Margitza, dal chitarrista Larry Coryell, dal virtuoso dell’Hammond Joey DeFrancesco, dal bassista Ralphe Armstrong e dall’ex batterista dei “Weather Report” Alphonse Mouzon. Un ensemble composto da musicisti che hanno lasciato un segno nella storia del Jazz e che stanno continuando a farlo. Un concerto dalle sonorità decisamente elettriche e jazz-rock, che sarà certamente apprezzato anche da un pubblico giovane.

Il progetto “Miles Smiles” prende il nome dallo storico disco realizzato nel 1966 dal celebre trombettista Miles Davis, considerato uno dei più influenti rappresentanti del Jazz del ventesimo secolo. Davis è sempre stato all’avanguardia per quanto riguarda lo sviluppo del Jazz americano e ha rivoluzionato più volte la scena musicale, arrivando a dominare i giovani musicisti negli anni ‘70 e ‘80 e indicando loro la strada della creatività: come band leader, infatti, ha fatto da maestro ad alcuni tra i più promettenti musicisti del ventesimo secolo, ciascuno dei quali ha poi contribuito a ridefinire il Jazz degli ultimi anni.

Wallace Roney ha guadagnato fin da ragazzino l’ammirazione e il rispetto dei suoi colleghi. Ha fatto parte di numerose band: con Tony Williams, Ornette Coleman, Art Blakey, Elvin Jones, Philly Joe Jones, Walter Davis Jr., Herbie Hancock, Jay McShann, David Murray, McCoy Tyner, Sonny Rollins, Curtis Fuller, Carole King, Joni Mitchell e Dizzy Gillespie, solo per citarne alcuni. E' stato uno dei pochi musicisti della sua generazione che ha imparato e perfezionato la sua arte direttamente dai più grandi interpreti del Jazz. La sua relazione più importante e significativa è stata, però, quella con Miles Davis, che gli fece da mentore dopo averlo ascoltato nel 1983, in occasione di una serata di gala per il suo compleanno, alla Carnegie Hall. La loro collaborazione ha raggiunto il picco quando Miles ha scelto Wallace per condividere il palco durante la sua storica performance a Montreux, nel 1991. Dopo la morte di Miles Davis, Roney si è unito a Herbie Hancock, Ron Carter, Wayne Shorter e Tony Williams per portare in tournèe in tutto il mondo un tributo a Miles.

Il “Piacenza Jazz Fest” prosegue venerdì 3 maggio con il concerto Spare Time Trio Guest Emanuele Cisi, in programma al “Milestone” di Piacenza alle ore 22.00, nell’ambito della rassegna “Jazz Club!”, collaterale alla manifestazione.

Informazioni:

Associazione Culturale Piacenza Jazz Club - Via Musso, 5 - 29122 Piacenza

Web: www.piacenzajazzfest.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento