menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine di Dave Holland

Un'immagine di Dave Holland

Dave Holland al President per il Piacenza Jazz Fest 2016

Grazie a una co-produzione Piacenza Jazz Club e Jazz Network "Crossroads", venerdì 11 marzo è prevista una delle rare apparizioni in Italia dell'icona british del contrabbasso

Grazie alla collaborazione tra Piacenza Jazz FestJazz Network, associazione che come il jazz club piacentino offre da anni musica dal vivo di eccellente qualità, si potrà ascoltare a Piacenza una leggenda vivente del Jazz: Dave Holland.

Nel corso di una carriera di più di cinquant’anni, il rinomato bassista e compositore non ha mai smesso di evolversi, reinventando in maniera costante il suo pensiero e l'approccio ad ogni nuovo progetto, mentre ha affinato costantemente la voce del suo strumento, rimasta pur sempre immediatamente identificabile tra tutte.

Holland è’ passato dal periodo elettrico delle incisioni con Miles Davis all’eleganza del flamenco, in collaborazione con un chitarrista leggendario come Pepe Habichuela. Dal suono soffice che accompagnava la grande vocalist Betty Carter nel suo ultimo periodo, all’avanguardia pura intenta a modellare nuove sonorità al fianco di un quartetto formato oltre che da lui anche da Chick Corea, Anthony Braxton e Barry Altschul.

Al fianco di leggende come Stan Getz, Hank Jones, Roy Haynes e Sam Rivers, ha scritto la storia del Jazz. Ha sempre mostrato grandi doti di leader coi suoi gruppi, dove ha cresciuto giovani di belle speranze e grande talento come Chris Potter, Kevin e Robin Eubanks o Steve Coleman.

Dave Holland ha sempre partecipato in prima linea a molte delle mutazioni e delle forme sotto cui il Jazz è passato negli anni, fin dall’inizio della sua carriera. I suoi progetti attuali si muovono ancora su più fronti. Holland continua a tenere concerti con la sua applaudita big band con cui ha vinto numerosi Grammy e con il suo storico quintetto.

Negli ultimi anni ha suonato in duo con il pianista Kenny Barron, con cui ha inciso un album un paio d’anni fa e con il chitarrista Pepe Habichuela. Quando può, sperimenta anche tutte le potenzialità del suono del suo strumento, come ben dimostrano le incisioni registrate col solo contrabbasso.

Nell'ambito del Piacenza Jazz Fest, Il celebre musicista si esibirà al contrabbasso, in trio con Kevin Eubanks alla chitarra e Obed Calvaire alla batteria. Appuntamento al Teatro President di via Manfredi venerdì 11 marzo alle ore 21.15.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    «Sì alla ricerca delle acque termali e all'area verde attrezzata». I risultati del sondaggio sul terreno di San Martino

  • Fiorenzuola

    Ausl, dal 1 febbraio cambio orari all'Urp di Fiorenzuola

  • Politica

    Azione: «Il piano sanitario del 2017 è da rivedere»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento