Milestone Jazz Club, Dena DeRose Quartet

Ecco la prima della serie di “voci” programmate al Milestone di via Emilia Parmense 27, all’interno della sua undicesima stagione. Domenica 16 ottobre, nel tardo pomeriggio, alle ore 18:00 salirà per la prima volta sul palco del live club piacentino la cantante e pianista statunitense Dena DeRose, accompagnata da musicisti di prim’ordine come Stefano Senni al contrabbasso e altre due “new entry”: il saxofonista Piero Odorici e il noto batterista romano Roberto Gatto, già ospiti del Piacenza Jazz Fest, ma mai esibitisi al Milestone.

Il locale aprirà alle ore 17:30; il concerto come sempre è gratuito, ma rivolto ai soci Piacenza Jazz Club e Anspi. La tessera (già 2017) è richiedibile all’ingresso e ha un costo di € 20 (€ 6 per gli Under 18).

Cantante, pianista e arrangiatrice di talento, grande senso dello swing e un ottimo approccio all'improvvisazione, la statunitense Dena DeRose è stata definita da Joel Siegel del Washington City Paper “la più creativa, convincente, avvincente cantante-pianista dopo Shirley Horn”. Eccellente perizia pianistica e voce morbida e swingante sono gli ingredienti che fanno di Dena DeRose (Binghamton, New York, 1966) una delle più accreditate interpreti degli standard jazzistici su scala mondiale. Impostasi nella scena dei club newyorchesi, Dena da alcuni anni si divide tra Stati Uniti ed Europa, in particolare Austria, dove insegna all'Università di Musica e Spettacolo di Graz, e Italia, dove spesso collabora con il sassofonista bolognese Piero Odorici. Da questa frequentazione nasce il progetto che domenica si potrà gustare al Milestone. La DeRose proporrà una serata all'insegna dei motivi dei più noti songwriters statunitensi. In gran parte brani noti che rivivranno nella bella voce e sui tasti bianchi e neri dell’artista americana. È sempre una gioia ascoltare Dena De Rose, sia che si tratti di un disco o di un concerto. Ma forse è proprio dal vivo che questa superba pianista e cantante riesce a dare il meglio di sé, grazie ad una spiccata propensione alla reinterpretazione e ad un approccio squisitamente jazzistico, in cui l’arte dell’improvvisazione e dell’empatia con i colleghi di turno raggiunge il massimo livello.

Il quartetto è completato da Piero Odorici, già presente al Piacenza Jazz Fest del 2008 al saxofono tenore nel quintetto di Cedar Walton, da Stefano Senni e da Roberto Gatto, batterista che appartiene a tutto tondo alla storia del jazz e che ormai da troppo tempo (2006) mancava dalla nostra città.


 


 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Placido Domingo dirige il Requiem di Verdi - Rimandato al 16 maggio 2021

    • Gratis
    • 24 novembre 2020
    • canale YouTube di Opera Streaming

I più visti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Il Germoglio, inaugurato il Villaggio di Natale

    • Gratis
    • dal 7 novembre al 25 dicembre 2020
    • Il Germoglio Onlus
  • Massimo Ranieri in "Sogno e son desto" al Politeama

    • 11 dicembre 2020
    • Teatro Politeama
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento