Dodici ore di prevenzione per scovare l’ipertensione, il 16 settembre è l'Amico Medico Day

I medici volontari del Sindacato Snami, organizzati da Contatto-Archimedica, leader italiano della formazione in Sanità, presenti nei Centri commerciali per l’Amico Medico Day del 16 settembre. Ecco dove a Piacenza

Dodici città scelte in dodici regioni d’Italia dalla  ricerca  di 4 S - Società Scientifica Snami per la Salute (Istituzione di Ricerca del Sindacato Nazionale Autonomo dei Medici Snami) per misurare, a campione  casuale e volontario fra i cittadini, la pressione arteriosa e scoprire il “killer silenzioso” che pian piano avanza facendo ammmalare anche chi apparentemente sembrerebbe sanissimo. Questo è quanto accadrà il prossimo 16 settembre nelle città di Aosta, Biella, Campobasso, Caserta, Fermo, Firenze, Frosinone, Matera, Palermo, Pavia, Piacenza, Treviso. A Piacenza ci si potrà sottoporre al controllo al Centro Commerciale Borgofaxhall dalle 9 alle 19

“Ci sono patologie ampiamente prevedibili e organizzabili che potrebbero evitare di gravare  sulle strutture di emergenza” dichiara il Angelo Testa, presidente nazionale Snami tra i promotori del sabato di prevenzione presso alcuni centri commerciali, luoghi di aggregazione naturale, che hanno aderito all’iniziativa del Medico Amico. 

“Promuoviamo la salute prevenendo e diffondendo un modello di cure territoriali nel rapporto forte medico-cittadino che può fare molto per la prevenzione delle malattie come ipertensione arteriosa, diabete mellito, malattie cardiovascolari, asma e Bpco, dolore cronico e osteoporosi “Ma l’ipertensione - continua il Testa - è il fattore di rischio morte o invalidità grave più importante e ha superato altri fattori di rischio, come il fumo di tabacco e l’inquinamento atmosferico. Non di rado però viene sottovalutata dai pazienti”. 

I risultati della pressione arteriosa saranno rigorosamente anonimi e con l’unico scopo di invitare il paziente a recarsi dal suo medico di famiglia per gli eventuali accertamenti e approfondimenti. Si tratta di “smascherare” una patologia, l’ipertensione, che affligge circa un terzo della nazione, aggiornando una rilevazione statistica con 12 città italiane.

In Italia, l’ipertensione è un problema che riguarda in media il 33% degli uomini e il 31% delle donne e questo numero è destinato a crescere a causa dell’invecchiamento della popolazione.  “ La cronicità è l’area di analisi della nostra Società Scientifica Snami per la Salute – 4 S.” E’ quanto sottolinea il Gianfranco Breccia, segretario Organizzativo nazionale  SNAMI  e Amministratore delegato 4 S ribadendo che: “Ottenere dati e sviluppare progettualità, soprattutto sulle patologie croniche, per una educazione sanitaria per tutta la famiglia, è la nostra linea di sviluppo".

I dati complessivi saranno  raccolti  dalla Contatto-Archimedica di Torino, leader nel campo formativo per la sanità, grazie al sostegno della Menarini e alla organizzazione strutturata dalla Dr.ssa Cosma Antonia Tullo: ”Non è il primo anno che ci muoviamo con questo stile. Abbiamo già agito con iniziative per la  prevenzione dell’asma e dell’acido urico. Il Presidente Testa ed i dirigenti medici territoriali  4 S e SNAMI sono particolarmente attenti a questi programmi. Noi li accompagnamo con nostro personale formato e accogliente, affinchè la rilevazione pressoria sia proprio tranquilla e senza stress alcuno. Si tratta di un comodo passaggio nella nostra area preallestita  di  Medico Amico e di due chiacchiere e due rilevazioni pressorie. Tra l’altro la cosa avviene evitando l‘influenza emotiva di un ambiente clinico al quale magari una persona potrebbe essere sensibile. Così invece uno va a fare due passi, una spesa e già che c’è un controllo. Non si sa mai".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento