menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dolce Cioccolandia: un successo grazie all’unione del territorio

A fine serata è stata anche premiata la regina delle vetrine (scelta con i voti del pubblico). Quest’anno l’ambito riconoscimento, consegnato da Willy Wonka e Cioccolotto, è andato al negozio Next sul corso Matteotti

Il cioccolato piace. Così come piace Cioccolandia di Castel San Giovanni che anche nella sua tredicesima edizione ha registrato ancora una volta tantissimi visitatori. Nonostante il cambiamento di data (l’evento inizialmente previsto per il 5 novembre era stato rimandato a causa delle avverse condizioni meteo), gli amanti dei dolci non hanno voluto mancare e ancora una volta hanno preso d’assalto la città di Castel San Giovanni. Hobbisti, pasticceri, animazioni (quest’anno tra le novità anche un Planetario gonfiabile) sono state le attrazioni della giornata iniziata alle 9 del mattino e proseguita oltre il tramonto. Ma sicuramente i più attesi sono stati i dolci, tanti dolci. Quelli preparati dai maestri cioccolatieri e quelli preparati dai volontari della Pro Loco di Castel San Giovanni, motore di Cioccolandia, insieme all’amministrazione comunale e al Comitato Vita nel Centro Storico. E le prestazioni di questo motore sono state elogiate dal primo cittadino, Lucia Fontana: “la ricchezza di un territorio – ha detto il sindaco – si misura dal volontariato che risponde in massa, non solo nelle emergenze, ma anche in momenti come questi, dove vedo che la Pro Loco, le associazioni e tanti soggetti collaborano uniti per un progetto comune. Questo per me rappresenta un vero trionfo”.

Un trionfo che si esprime anche nei numeri (da capogiro) dei dolci distribuiti in una sola giornata: 350 metri di salame di cioccolato realizzato con 220 kg di biscotti, 280 kg di zucchero, 70 di cioccolato fondente, 140 di cacao in polvere e 70 litri di uova pastorizzate; 6.000 palline per la piramide di profiteroles preparati con 100 kg di panna e 80 kg di glassa di cioccolato fuso; 4.000 meringhe per il Monte Bianco (novità di questa edizione) preparato con 70 kg di panna e 6 kg di marron glacé; 3.000 porzioni di torta Rita con 300 uova, 16 kg di cioccolata fondente, 8k di zucchero, 8 kg di burro e 3 kg di zucchero a velo; e per finire 25 mila porzioni per la piramide di cremino. Vere e proprie opere d’arte dislocate in vari punti della città (piazza XX settembre, piazza Cardinal Casaroli, San Rocco e piazza Olubra).

“Vorrei ringraziare tutti i volontari e le persone che ci hanno aiutato in questi mesi e che ci hanno permesso di organizzare un’altra Cioccolandia dai grandi numeri”, ha commentato Sergio Bertaccini, presidente della Pro Loco di Castel San Giovanni, che quest’anno insieme ad Amazon ha invitato uno dei massimi esperti in fatto di dolci: Davide Comaschi, milanese, che sotto la guida e l’esperienza del grande Iginio Massari è diventato campione del mondo nella preparazione del cioccolato.

“E’ un titolo particolare – ha commentato l’iridato – e come ogni titolo comprende delle responsabilità, primo fra tutti rappresentare una nazione ed io sono orgoglioso di portare il nome dell’Italia e le sue eccellenze in giro per il mondo. E’ la prima volta che partecipo a Cioccolandia, un grandissimo evento. Devo fare i complimenti agli organizzatori: si vede che alle spalle di questa manifestazione c’è tantissimo lavoro che coinvolge tante realtà e tante associazioni. Spero di tornare”.

E sempre parlando di maestri del settore, anche quest’anno hanno partecipato i tre “moschettieri del cioccolato” del territorio piacentino: pasticceria Mera di Borgonovo, il Gelatiere di Castel San Giovanni e Bardini di Piacenza che hanno realizzato la piramide di Cremini. Tutti hanno portato tante novità in fatto di cioccolato e il giovane Davide Mastromatteo (del Gelatiere) ha realizzato una riproduzione della centrale elettrica Enel La Casella di Castel San Giovanni.

In una giornata così dolce anche qualche prodotto saporito, come i tradizionali Batarò, serviti per tutto il giorno nelle cucine della Pro Loco. 

A fine serata è stata poi premiata la regina delle vetrine (scelta con i voti del pubblico). Quest’anno l’ambito riconoscimento, consegnato da Willy Wonka e Cioccolotto, è andato al negozio Next sul corso Matteotti. Altra tradizione della giornata, la lotteria, che prevedeva come primo premio una vacanza. Ecco i numeri estratti: 1° premio 2317; 2° premio N. 5069; 3° premio N. 5480; 4° premio n. 5281; 5° premio N. 3887; 6° premio N. 978; 7° premio N. 3994; 8° premio N. 6226; 9° premio N. 2868; 10° premio N. 4801; 11° premio N. 7182; 12° premio N. 7334; 13° premio N. 2154; 14° premio 3131; 15° premio N. 6195; 16° premio 3853; 17° premio N. 6664; 18° premio N. 1856; 19° premio N. 6828; 20° premio N. 1505.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento