In prima assoluta al PimOff "L'Età dell'Horror" di Riccardo Buscarini

In scena al PimOff di Milano giovedì 16 e venerdì 17 novembre alle 20.30 L'Età dell'Horror, concept e coreografia di Riccardo Buscarini

Un'immagine di scena

Debutterà giovedì 16 e venerdì 17 novembre 2017 in prima assoluta al PimOff di Milano L’Età dell’Horror un duetto maschile sulla paura e sul modo di vincerla stando insieme. Concept e coreografia sono di Riccardo Buscarini, in scena saranno Alberto Alonso e Joahn Volmar.

Si tratta di una produzione Riccardo Buscarini/TIR Danza con il sostegno di PimOff (Milano), Teatros del Canal (Madrid), The Place (Londra), CSC-Centro per la Scena Contemporanea (Bassano del Grappa), Mediterranean Dance Centre (San Vicenti, Croazia).

Due corpi si muovono in uno spazio vuoto, costantemente attaccati, le mani una nell’altra. Il ritmo implacabile, nervoso dei contrappunti de L’arte della fuga di Johann Sebastian Bach li spinge a divincolarsi uno dall’altro, in un inesorabile conto alla rovescia.

Da uno stato di conflitto e disarmonia troveranno, attraverso la negoziazione e la cooperazione con l’altro, la soluzione all’isolamento e al rifiuto che la paura provoca. L’altro si trasforma, attraverso il movimento - e così anche il tempo e lo spazio - in un soccorso, in un rifugio, in un complice. "L’Età dell’Horror" è una “dichiarazione di dipendenza” - ci si tiene per mano nel buio come soluzione al buio stesso.

Biglietti 15/7 euro acquistabili alla biglietteria del PimOff e su Vivaticket.
Info e prenotazioni info@pimoff.it

Sabato 11 e domenica 12 novembre Riccardo Buscarini dirigerà un  Laboratorio coreografico.
Attraverso sessioni di improvvisazione guidata, si arriverà alla creazione di piccole partiture coreografiche. Per danzatori allievi e professionisti, e attori con una buona capacità di movimento.
Per iscrizioni promozione@pimoff.it / 0254102612

Biografia
Coreografo e danzatore attivo nel campo della danza e dell’arte contemporanea. Vincitore di numerosi premi internazionali, si forma presso l'Accademia ‘Domenichino da Piacenza’, per poi diplomarsi alla London Contemporary Dance School di Londra nel 2009. Vince il Premio Prospettiva Danza 2011 a Padova/IT con il primo capitolo di Family Tree, un progetto di Chiara Bersani. Nel 2013 vince The Place Prize con Athletes ed è invitato a partecipare al progetto ArtsCross London 2013 (Cina, Taiwan, UK) e al Performing Gender (Italia, Croazia, Spagna, Olanda). Nel 2015 è uno degli artisti invitati a prendere parte a Maroc Artist Meeting, durante cui crea due installazioni per il Musée Dar Si Said e completa la sua ultima creazione No Lander.  Nel 2016 lavora a fianco dell'artista visivo Richard Taylor.
Nel 2017 firma una commissione sul Chelyabinsk Dance Theatre (Russia) e una sugli allievi di Opus Ballet, Firenze. Dal 2011 al 2015 insegna coreografia e performance al Birkbeck University di Londra. Ha diretto e dirige laboratori di improvvisazione e coreografia in Italia, Regno Unito, Spagna, Svezia e Russia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento