Festa della Liberazione, dalla cerimonia istituzionale alla musica in piazza

Piacenza celebra la Festa della Liberazione con una giornata, martedì 25 aprile, ricca di appuntamenti. Alle dieci la partenza del corteo da Piazzale Genova. In Piazza Cavalli cerimonia istituzionale e festa popolare

Martedì 25 aprile, Festa della Liberazione

Piacenza celebra la Festa della Liberazione con una giornata, martedì 25 aprile, ricca di appuntamenti.

Alle 10 la partenza, da piazzale Genova, del corteo che – dopo la sosta nei pressi del Monumento alla Resistenza di Stradone Farnese – raggiungerà piazza Cavalli dove si svolgerà la cerimonia istituzionale, con gli interventi del sindaco Paolo Dosi, del presidente della Provincia Francesco Rolleri e del senatore Walter Tocci, invitato da Anpi. A seguire, la funzione religiosa nella basilica di San Francesco, mentre dalle 12 ad animare la piazza saranno i canti delle “Cento chitarre, mille voci per la Resistenza”.

Nel pomeriggio, alle 15, sempre all’ombra di Palazzo Gotico verrà presentata dall’Isrec l’applicazione “ResistenzamAPPe”, guida tecnologica ai luoghi simbolo della lotta per la Liberazione in città, mentre allo stesso orario partirà la camminata tra i cippi della memoria, aperta a tutti e coordinata da Spi Cgil e associazione Nuovi Viaggiatori Cisl, con ritorno in piazza Cavalli alle 16.30 e punto di ristoro per i partecipanti.

Dalle 16 alle 23 resterà allestita la libreria e gli stand con oggetti e costumi d’epoca, con l’animazione fotografica a cura di Serena Groppelli e l’esposizione di scatti d’autore. Musica della tradizione con il dj Gigi Proiettile – Santa Fabbrica. Alle 16.30, saranno protagonisti gli alunni della 3° E della scuola media di Rivergaro, le classi 2°D e 2°F del liceo Cassinari, che illustreranno le attività svolte sul tema della Resistenza, tra fotografie e graphic novel. Alle 17, dialogo tra Iara Meloni di Anpi e la Rete “Se non ora quando” di Piacenza, su “Donne nella Resistenza, donne resistenti”.

Alle 17.30, spazio alla musica con i canti sociali, del lavoro e della Resistenza affidati a Erica Opizzi e Antonio Amodeo, mentre alle 18.15 Pino Spiaggi reciterà il monologo da “I du ombar” di Egidio Carella e alle 18.30, ad accompagnare la cena con taglieri freddi della tradizione piacentina, saliranno sul palco i Cani della Biscia. Alle 21, musica popolare e danze su pista da ballo con l’Usignolo, a cura di Anpi Piacenza e con il sostegno di Abicoop, Confcooperative, Coop Eridania, Coop San Martino e Coopselios.

Immancabile, al di là delle iniziative in piazza Cavalli, il consueto appuntamento con il Trofeo ciclistico Santa Franca organizzato dal Gruppo sportivo Cav. Franco Zeppi, giunto alla 20° edizione, che vedrà i partecipanti raggiungere il passo dei Guselli, a Morfasso. Qui si commemoreranno i partigiani caduti per poi tornare in piazza Paolo VI, alla Farnesiana, dove alle 11.30 circa avrà luogo la premiazione.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento