Festival Beat: stasera sul palco Fuzztones, Jim Jones Revue e Head and the hares

Tre gruppi d'eccezione calcheranno, nella serata di oggi (sabato 29 giugno), il palco del Festival Beat. All'area live di Ponte Ghiara si esibiranno gli Head And The Hares, Jim Jones Revue ed i Fuzztones con James Lowe degli Electric Prunes

Los Infierno

Tre gruppi d'eccezione calcheranno, nella serata di oggi (sabato 29 giugno), il palco del Festival Beat. All'area live di Ponte Ghiara si esibiranno, infatti, gli Head And The Hares, Jim Jones Revue ed i Fuzztones con James Lowe degli Electric Prunes.

IL PROGRAMMA:
Alle ore 18, al caffè Desireè di Largo Roma, aperitivo e presentazione del documentario "Che il mio grido giunga a te. Le sonorità beat ed il diffondersi delle messe beat nei mid 60's italiani" alla presenza del regista Paolo Fazzini e lo scrittore Tiziano Tarli (proiezione nella sala conferenze dell'Hotel Regina). Alle ore 18.30, al Fontana Cafè di piazza del Popolo "Rock’n'Roll Spritz" con la Festival Beat Dj’s Crew. Alle ore 19, invece, al Devil's Den Pub di viale Patrioti si esibiranno i piacentini Tough.

Nell'area live di Ponte Ghiara (ingresso 20 euro) saliranno sul palco gli Head and the Hares (ore 21.30), Jim Jones Revue (ore 22.15) e, a mezzanotte,  i Fuzztones insieme a James Lowe degli Electric Prunes. Al termine delle esibizioni allnighter party con la Festival Beat Dj Crew. Nell'area, come da tradizione, verrà allestito l'expo del vintage.

LE SCHEDE DEI GRUPPI
JIM JONES REVUE (UK)

Il più esplosivo rock’n’roll act del momento: ladies and gentlemen, da Londra, Jim Jones e la sua rodata macchina da guerra! Pensate che il rock’n’roll dopo 60 anni non abbia più niente da dire? Bene, vi sbagliate. La pensate così perché non avete mai visto Jim Jones dal vivo. Mettete insieme MC5, New York Dolls, Heartbreakers, Cramps e ancora MC5, alzate i volumi, lasciatevi trasportare dal torrente di energia che esce dalle casse e partecipate a quel rito collettivo che, da Elvis in poi, eccita una generazione dopo l’altra senza perdere un colpo. Esagero? Uscite indenni da un concerto della Jim Jones Revue, se ci riuscite, e ne riparliamo.

FUZZTONES featuring JAMES LOWE from ELECTRIC PRUNES (USA)
Loro. Gli unici, veri, incontrastati, inarrivabili Cavalieri del Fuzz, da 30 anni depositari del verbo. Ci sono volute 21 edizioni ma alla fine mister Rudi Protrudi paga dazio al prestigio del Festival Beat e ci onora della sua presenza: finalmente. Sul palco di Salsomaggiore Rudi e i suoi Fuzztones infiammeranno la serata con i classici ultragarage che tutti amiamo. Con loro, nella sua unica apparizione europea, nientemeno che James Lowe, voce storica degli Electric Prunes, icona del garage psichedelico anni sessanta. Le note di Ward 81 e Bad News Travel Fast si alterneranno a quelle di I Had Too Much To Dream (Last Night) e Get Me To The World On Time in uno show unico nel suo genere. Imperdibile, superfluo ricordarlo.

HEAD AND THE HARES (ITA)
Si sono riformati da poco e l’evento andava festeggiato degnamente. Una leggenda del garage anni novanta (romani, ma conosciuti in tutto il mondo) come gli Head And The Hares non potevano che tornare al Festival Beat, a 15 anni dalla loro ultima apparizione, per proporre alle vecchie e nuove generazioni di sixties-maniacs la loro miscela perfetta di garage, folk-rock e psichedelia. Roba per palati fini.

IL PROGRAMMA DI DOMANI (DOMENICA 30 GIUGNO)
La giornata di domani, domenica 30 giugno, si aprirà alle ore 12 con il Beat Cafè con Monogawa Dj al Mad Cafè di viale Romagnosi 5. Alle 14.30 party in piscina con la Festival Beat Dj Crew (IN CASO DI MALTEMPO LA FESTA SI TERRA' UGUALMENTE: IL PERGOLATO DELLA PISCINA SI TRASFORMERA' IN PISTA DA BALLO). Alle ore 18 aperitivo al Parco Chini-Tennis Club (piazzale del Lavoro 1) dove, alle 19, si esibiranno i De Curtis. Alle ore 22.30, la festa si sposterà al Cantuccio "Cavern" di via XXIV maggio 1 dove si esibiranno gli spagnoli Hollywood Sinners. Al termine allnight party con la Festival Beat Djs Crew.

DE CURTIS
Festival Beat non significa solo torrido garage-punk, psichedelia o rock’n’roll al fulmicotone. Volete distendervi un attimo con suoni raffinati sospesi tra il lounge, il funk, i sixties d’atmosfera e gli anni settanta cinematografici? Detto, fatto: eccovi i De Curtis, nome in forte ascesa nel panorama indie italiano. Vengono da Verona e sono sulla bocca di tutti: potevano forse mancare al Festival Beat?

HOLLYWOOD SINNERS
Da Toledo con furore, gli Hollywood Sinners sono una bella realtà della fertile scena garage-punk iberica. Attingono a piene mani dal repertorio dei mid-sixties ma lo fanno col sacro furore del ’77 dando vita a suoni tanto basici quanto efficaci. Non hanno pretese, se non quella di fare casino, divertire e divertirsi: come dare torto ai tre spagnoli?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento