Piacenza, Festival del Diritto 2014

“Partecipazione/esclusione”, questo il tema della settima edizione del Festival del Diritto, evento di respiro internazionale in programma a Piacenza dal 25 al 28 settembre. Organizzato dall’Amministrazione comunale di Piacenza con la casa editrice Laterza, la manifestazione è ormai entrata nel cuore degli appassionati del sapere, della conoscenza e del diritto in particolare. Grazie alla presenza di illustri docenti, esperti e studiosi, unitamente alla partecipazione delle tante realtà associative, economiche, culturali e scolastiche piacentine, il Festival del Diritto rappresenta una preziosa occasione per riflettere su noi stessi, per interrogare il nostro presente e provare a costruire un futuro migliore, soprattutto per le nuove generazioni.

Saranno quattro giorni di studio, di importanti dibattiti e di approfondimenti coordinati da Stefano Rodotà, responsabile scientifico della prestigiosa iniziativa, che coinvolgeranno i relatori, il pubblico e la città intera in uno scambio di idee, opinioni e riflessioni su un tema di grande attualità, così importante e dibattuto nell’epoca contemporanea.

I prossimi appuntamenti

Sabato 27 settembre 201

TESTIMONI DEL TEMPO

20.00

Salone Palazzo Gotico

PIETRO GRASSO

COSA OSTACOLA LA LEGALITÀ?

introduce LIRIO ABBATE

Criminalità organizzata e corruzione sono due zavorre che pesano gravemente sulla realtà italiana. Affermare il principio di legalità in tutto il territorio nazionale è fondamentale per rafforzare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni democratiche. Ma quali sono le cause che frenano questo processo? Perché ai passi in avanti compiuti, anche grazie alle inchieste della magistratura e all’opera delle forze dell’ordine, sono spesso seguiti passi indietro? Quali strumenti occorrono per consolidare un vero cambiamento all’insegna del rispetto delle regole?

SPETTACOLO

21.00

Sala dei Teatini

PREMIO ANMIL 2014

a cura di Anmil - Associazione nazionale onlus fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro

coordina GIOVANNI PALISTO

Cerimonia di consegna del riconoscimento destinato a personalità che hanno promosso la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro, la ricerca scientifica e l’integrazione sociale dei cittadini disabili. Chiusura con il recital di Flavio Oreglio, intrattenitore raffinato su temi sociali, lasciando spazio anche alla musica.

SPETTACOLO

21.30

Teatro dei Filodrammatici

ANTOLOGIA DI SPOON RIVER DI EDGAR LEE MASTERS

a cura dell’Associazione culturale Gruppo teatrale Quarta Parete

interpreti: ELVINO BARAZZONI, FABIO CAMONI, LORELLE CARINI, SABRINA DE CANIO, MANUELA FIANDRI, ANNA GALLAZZI, STEFANIA GENNARI, OMAR MAKHLOUFI, DANIELE RIGHI, TINO ROSSI, PAOLA VINCINI

regia: TINO ROSSI

Le anime che raccontano, ciascuna con versi brevi ma ficcanti, uno squarcio della loro passata esistenza, costruiscono la mappa sequenziale dei ricordi che delinea la vita intera di un paese, tessendo la rete dei rapporti che teneva legata questa piccola comunità. Un affresco che, attraverso i ritratti di gente comune, mette a nudo partecipazione ed esclusione nelle relazioni umane.

SPETTACOLO

21.30

Auditorium Sant’Ilario

AMRICORD. PIACENZA RACCONTATA ATTRAVERSO I RICORDI IN DIALETTO DI OLTRE SETTANTA PROTAGONISTI. LA CITTÀ, IL LAVORO, L’AMORE

a cura dell’Associazione culturale Coming Out

intervengono

ROBERTO DASSONI, DONATELLA FERRARI

Il documentario Amricord è stato realizzato grazie alla partecipazione di circa 70 persone, la maggior parte delle quali, guardando i meri dati anagrafici, anziane. Dal coinvolgimento di cittadini non più attivi, dal punto di vista lavorativo o della partecipazione politica, un importante documento di memoria storica.

SPETTACOLO

22.00

Portici di Palazzo Gotico

TANGO BURLESQUE

a cura dell’Associazione di promozione sociale Piacetango

presentazione: GABRIELLA CAMOZZI

insegnante: VANESA LAMIS

selezione musicale: TDJ ALEJANDRO PEREIRA

Le allieve della scuola portano in scena una danza coreografica dal carattere satirico, che sottolinea la componente emozionale di ogni gesto, libero da interpretazioni accademiche, in un’elegante e sorridente teatralità. A seguire, con il libero coinvolgimento del pubblico, i ritmi del tango argentino, in un ballo aperto a tutti gli appassionati.

Domenica 28 settembre 2014

VISIONI

9.30

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

FRANCESCO BOTTURI

BENE COMUNE

introduce ANTONIO G. CHIZZONITI

La nozione del “bene comune” tormenta la teoria politica contemporanea, oscillando tra frequenti riemersioni e stabile oscurità. Una teoria del “bene comune” ha pretese forti, addirittura di fondamento del politico, che oggi si confrontano con una profonda crisi dell’universale politico: è in grado di render conto della proceduralità vs sostantività, del pluralismo vs uniformità, della laicità vs integralismo? La questione del bene comune rimette in gioco il senso della relazionalità e comunanza costitutive della vita associata, il passaggio tra società civile e società politica, il rapporto tra bene pubblico storico e origine e fine della convivenza.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Auditorium Sant’Ilario

LA PARTECIPAZIONE DEL CITTADINO ALLA COSA PUBBLICA, TRA NUOVE OPPORTUNITÀ DEL WEB E DISSERVIZI CRONICI

a cura dell’Associazione di consumatori Confconsumatori

coordina FLAVIO MERLO

intervengono

MARA COLLA, UMBERTO FANTIGROSSI, VALENTINA FILIPPINI

Per stimolare la partecipazione alla cosa pubblica occorre, da un lato, consentire l’accesso su larga scala al web e ai suoi molteplici vantaggi (e-commerce, e-government, social network...), dall’altro, superare definitivamente quei disservizi cronici del mondo reale (code, burocrazia, digital divide) che alimentano nel cittadino il senso di esclusione e insoddisfazione.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

MATRIMONI GAY: LA TRASCRIZIONE IN ITALIA COME FORMA DI PARTECIPAZIONE INTERNAZIONALE

a cura di Arcigay L.’A.T.OMO.

intervengono

DOMENICO ALFARONE, CLAUDIO BOCCINI, VALERIANO SCASSA

L’Italia resta uno dei pochi Paesi occidentali senza una legge che riconosca le unioni omosessuali. Alcune coppie, sposate all’estero, hanno intrapreso una battaglia per la trascrizione del loro status nei propri comuni di residenza. Il caso della prima coppia gay italiana a riuscire in questa impresa sarà oggetto di approfondimento nel corso dell’incontro.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Palazzo Galli Sala Panini

IL PERCORSO DI CURA NEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: IL RUOLO DELLA FAMIGLIA

a cura dell’Associazione Puntoeacapo Onlus

coordina ELENA UBER

intervengono

GERMANA CERVINI, VANESSA MONTEROSSO, MARA NEGRATI, MONICA PREMOLI

La letteratura scientifica dimostra che l’intervento di sostegno psicologico alla famiglia dei pazienti con disturbo del comportamento alimentare è fondamentale per la guarigione degli stessi. L’ospedale di Piacenza offre un percorso di sostegno alla famiglia e la rende partecipe alle varie fasi della malattia. L’esclusione sarebbe limitante nel processo di cura di questi pazienti.

FOCUS

10.00

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

DANIELE CHECCHI, ROBERTO REGGI

ABBANDONO SCOLASTICO ED ESCLUSIONE

introduce STEFANO PIZIALI

La scuola è uno dei luoghi privilegiati per la formazione della cittadinanza. Il suo contributo è fondamentale per garantire pari opportunità a tutti, rimediando per quanto possibile alle disuguglianze sociali e familiari. Per questo è necessario individuare le cause dell'abbandono scolastico e predisporre rimedi adeguati per contrastarlo.   

SPETTACOLO

10.00

Salone Palazzo Gotico

PARTECIPARE È VINCERE! PROGETTO MEDIASCUOLA 2014

a cura di Manicomics Teatro in collaborazione con Assessorato Politiche scolastiche e giovani del Comune di Piacenza, scuole elementari “Alberoni”, “Caduti sul lavoro”, “Don Minzoni”, “Due Giugno”, “San Lazzaro”, “Taverna” e “Vittorino da Feltre”, ASP Città di Piacenza - Ospizi Civili e Gruppi di Accoglienza Comunità Albatros

intervengono BRUNELLO BUONOCORE, MARIA LUISA CONTARDI, MATTEO GHISALBERTI, GIULIA PIROLI, MARIA SPELTA, ALLEGRA SPERNANZONI, ROLANDO TARQUINI E ALCUNI INSEGNANTI E BAMBINI DELLE CLASSI DI SCUOLA PRIMARIA PARTECIPANTI

In un filmato, le avventure calcistiche di sette classi di scuola primaria e un gruppo di adolescenti della Comunità Albatros. Ma quale calcio? Se il teatro è divertimento e riflessione, i partecipanti hanno reinventato le regole, con punti assegnati per “gentilezza”, simpatia e lealtà. Così la vittoria si fa inclusione, partecipazione, contatto, integrazione e prevenzione dei conflitti.

LA VOCE DELLE SCUOLE

10.00

Auditorium Santa Maria della Pace

ALLA TUA SALUTE!” L’EDUCAZIONE FRA PARI NELLA PREVENZIONE DELL’USO E ABUSO DELL’ALCOOL

a cura del liceo “B. Cassinari” e dell’istituto “A. Tramello” di Piacenza

coordinano ROSSELLA GROPPI, ANNA LORENA MORI, MARIA RITA PRAZZOLI

intervengono

ALCUNI STUDENTI DEL LICEO “B. CASSINARI”

Alcuni studenti-tutor, protagonisti di un’attività di educazione tra pari sulla prevenzione nell’uso di alcool, illustreranno il percorso svolto: formazione iniziale, tenuta dagli operatori dell’AUSL, incontri con classi del biennio e attività diversificate sul piano metodologico. Un esercizio di cittadinanza attiva per i tutor e un incentivo alla partecipazione per le classi.

DIRITTO IN AZIONE

11.00

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

il riconoscimento di diritti nelle società multiculturali e il ruolo dell’Avvocatura

a cura del Consiglio nazionale forense

coordina Guido Alpa

Le società multiculturali sono fonte di valori, di scambi, di conflitti, e mettono in gioco i fondamenti della democrazia: le libertà e i diritti possono esserne esaltati o conculcati. Il riconoscimento dei diritti – che trovano la loro somma nel paradigma della dignità umana – non è solo compito del legislatore e del giudice, è ministero insopprimibile dell’avvocato che, per obbligo di legge e regola deontologica, deve difenderla in ogni sede e contro ogni autorità. La nuova riforma della legge forense rivendica questo ruolo all’Avvocatura e la impegna nella lotta per il diritto e per i diritti.

VISIONI

11.30

Auditorium Sant’Ilario

PIETRO COSTA

RICONOSCIMENTO E INCLUSIONE: UNA “PROMESSA NON MANTENUTA” DELLA DEMOCRAZIA?

introduce GEMINELLO PRETEROSSI

Una delle “scommesse” della democrazia novecentesca è stata la possibilità di realizzare una società inclusiva, dove tutti i cittadini potessero partecipare alla vita della comunità politica e accedere a un comune patrimonio socio-economico e culturale. Nel secondo dopoguerra, si afferma il rapporto obbligato fra la democrazia e i diritti (civili, politici e sociali), della cui realizzazione si devono far carico le istituzioni (nazionali e sovranazionali). A partire dagli anni Ottanta del Novecento, però, la centralità dell’eguaglianza è stata messa in questione dalle ideologie e dalle pratiche neo-liberiste. In nome della “crisi”, l’universalismo dei diritti ha dovuto fare i conti con strategie che hanno invocato l’irrigidimento delle identità e la necessità delle esclusioni. Dobbiamo dare per esaurito il messaggio inclusivo della democrazia novecentesca oppure possiamo trarne indicazioni per il nostro presente?

ISTRUZIONI PER L’USO

11.30

Palazzo Galli Sala Panini

I DIRITTI DELLE NUOVE FAMIGLIE TRA PROGETTI DELLA POLITICA E SUPPLENZE DEI GIUDICI

a cura de “Il Sole 24 Ore”

coordina FRANCA DEPONTI

intervengono ANGELO BUSANI, GIOVANNI NEGRI, GIORGIO VACCARO

Dalle coppie di fatto ai diritti dei figli, senza distinzioni. La politica rincorre nuove forme di inclusione e di tutela e lo fa con strumenti non sempre adeguati, sulla scia di nuove e diverse emergenze. Il punto tra prese di posizione della giurisprudenza e discussione in Parlamento (ma non solo) sui temi più caldi dei diritti delle nuove famiglie.

FOCUS

12.00

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

LUIGI NICOLAIS, FRANCESCO PROFUMO

Le regole dell’innovazione

coordina LUCA DE BIASE

La ricerca fa crescere non solo il Pil, ma anche la conoscenza: ciò rappresenta un’opportunità straordinaria per rafforzare la partecipazione democratica di cittadini consapevoli e informati e l’inclusione sociale. L’innovazione tecnologica può rendere migliore la vita delle persone, a patto che i suoi frutti non siano riservati a pochi e che la realizzazione del cambiamento tenga sempre presente il rispetto dei diritti fondamentali e della dignità di tutti. Di cosa ha bisogno l’Italia per rilanciare la sua capacità di innovare? Come favorire una modernizzazione dal volto umano?

DIALOGHI

12.00

Salone Palazzo Gotico

tITO BOERI, MAURIZIO LANDINI, UMBERTO ROMAGNOLI

Siamo ancora una Repubblica fondata sul lavoro?

coordina TONIA MASTROBUONI

Che l’Italia dovesse essere una Repubblica fondata sul lavoro non era un’affermazione retorica. Significava che la costruzione della cittadinanza passa inevitabilmente attraverso la dignità del lavoro. Che partecipazione democratica, inclusione sociale e tutela del lavoro vanno di pari passo. Questo progetto di società democratica di massa è oggi in evidente difficoltà. Anche perché in difficoltà sono i soggetti che dovrebbero sostenerla. Il sindacato, ad esempio, vive una crisi d’identità, che si accompagna a un deficit di rappresentatività. Quali ne sono le cause? Disoccupazione crescente, precarizzazione e riduzione delle garanzie democratiche nei luoghi di lavoro sono un destino ineluttabile della mondializzazione economica? Oppure si possono elaborare rimedi efficaci, per arginare tali tendenze e definire un nuovo quadro di compatibilità?

LA VOCE DELLE SCUOLE

12.00

Auditorium Santa Maria della Pace

PARTE... CIBANDO S’IMPARA! BAMBINI-CITTADINI ADESSO

a cura della scuola primaria “A. De Gasperi” del III Circolo didattico di Piacenza

intervengono

CLOTILDE CACCIAPUOTI, RAFFAELLA FELLEGARA, MARIA CARMELA MORABITO E GLI ALUNNI DELLA CLASSE IV B

L’evento è un sunto di esperienze per imparare a non sprecare il cibo, percorso partecipato per diventare cittadini consapevoli dei propri diritti-doveri. Un cortometraggio, una filastrocca, una storia, sono i materiali con cui i bambini compongono un puzzle di azioni concrete: un modo per partecipare alla lotta allo spreco alimentare.

TEMI E CONFRONTI

12.00

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

IL DIRITTO A UNA SCUOLA DI QUALITÀ. INVESTIRE SULL’EDUCAZIONE PER USCIRE DALLA CRISI

a cura di CPP - Centro psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti

coordina PAOLO RAGUSA

intervengono

SILVANA LOIERO, RAFFAELE MANTEGAZZA, DANIELE NOVARA

In questi anni si è assistito a un calo delle capacità formative del sistema scolastico, con tassi di dispersione elevati, e si è avviata un’insostenibile campagna di interventi medico-sanitari nei confronti degli alunni (certificazioni neuropsichiatriche, Dsa, Bes). L’Italia non può permettersi un sistema mediocre: urge una convergenza sociale-politica sulla qualità pedagogica della scuola.

Nell’occasione verrà presentato il libro Una scuola efficace. Maieutica, conflitto, gruppo, a cura di Paolo Ragusa.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Palazzo Galli Sala Panini

IL CONSENSO ALL’ATTO MEDICO QUALE PARADIGMA DELLA PARTECIPAZIONE a cura dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Piacenza

introduce NICOLETTA BRACCHI

interviene MAURIZIO MORI

Il consenso all’atto medico è partecipazione alla cura di sé prima di essere atto giuridicamente dovuto in quanto condizione della reciprocità, che è base del rapporto duale paziente-medico-paziente; il malato si dà al medico nella ricerca d’aiuto, il medico elabora l’aiuto trasformandolo in offerta che viene a sua volta rielaborata dal malato, quindi coscientemente accolta o respinta.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

LA PAROLA AI CITTADINI: GLI STRUMENTI DELLA DEMOCRAZIA DIRETTA CHE FUNZIONANO NEL MONDO

a cura del Comitato Pertite di Piacenza

introduce STEFANO BENEDETTI

interviene

PAOLO MICHELOTTO

“La parola ai cittadini” è un metodo che permette a chiunque di mettere nell’agenda di discussione la propria proposta, presentarla, discuterla e farla votare. Qui sarà sperimentata concretamente. I protagonisti saranno i cittadini presenti. Seguirà la presentazione con immagini e brevi video degli strumenti di democrazia diretta che funzionano nel mondo.

TEMI E CONFRONTI

15.30

Auditorium Santa Maria della Pace

LABORATORI INTERCULTURALI ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA “TAVERNA” DI PIACENZA: RUOLI CONDIVISI E PROGETTUALITÀ SOCIALE PER UNA CITTÀ DI TUTTI

a cura dell’Associazione di promozione sociale Sentieri nel mondo

coordina BEATRIZ PAIFER

intervengono

GILBERTO BETTINELLI, GIULIA PIROLI

I laboratori sono uno spazio creativo, libero e gratuito per bambini dai 5 ai 10 anni: dalla musica alla pittura, dai racconti al teatro, dalla ceramica alla fotografia esprimono un intreccio di storie e culture che diventano progressivamente co-costruzione di saperi condivisi. Una palestra di dialogo per la città e i cittadini, interazione positiva tra culture diverse.

TEMI E CONFRONTI

16.00

Galleria Ricci Oddi

IL CITTADINO E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: QUANDO FALLISCE LA PARTECIPAZIONE NON RESTA CHE IL GIUDICE AMMINISTRATIVO

a cura di UNA - Unione Nazionale Avvocati Amministrativisti e SAAER - Società Avvocati Amministrativisti Emilia Romagna

intervengono

GUIDO MASCIOLI, MARIO VIVIANI

I relatori, in modo divulgativo, introducono l’argomento della partecipazione al procedimento, modulo collaborativo tra pubblica amministrazione e cittadino, in relazione all’esito del quale la tutela avanti al giudice amministrativo costituisce garanzia non eliminabile in favore del cittadino. A seguire la testimonianza di esperienze concrete da parte di giovani avvocati amministrativisti.

VISIONI

16.30

Auditorium Sant’Ilario

PIERO IGNAZI

Le nuove forme della partecipazione politica

introduce MASSIMILIANO PANARARI

La partecipazione politica in Italia, come nelle altre democrazie occidentali, non segue più i canali tradizionali. La partecipazione elettorale ai vari livelli, l’iscrizione ai partiti e ai sindacati, la militanza politica classica e gli stessi movimenti sociali sono in declino. Questo non implica necessariamente disinteresse verso la politica o il coinvolgimento civico. Si affacciano nuove forme e nuovi obiettivi. Dall’associazionismo di scopo alla presenza attiva nella rete, dalla mobilitazione per cause locali e circoscritte alla partecipazione a scelte “decisive” come quella per il leader di un partito. Come un fiume carsico, la partecipazione si inabissa in certe sue forme ma poi riemerge in altre.

DIALOGHI

17.30

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

GIOVANNI MORO, CHIARA SARACENO

Non a scopo di lucro: luci e ombre del terzo settore

coordina PIETRO VERONESE

Che l’Italia sia caratterizzata dalla cura del proprio “particolare” e dal familismo amorale è un antico refrain. Eppure, abbiamo una rete di volontariato, di associazionismo solidale, di cittadinanza attiva vasta, capillare. Secondo molti, il terzo settore è uno dei veri pilastri sui quali si regge la coesione sociale nel nostro Paese, tanto più prezioso a fronte della progressiva crisi di fiducia nelle istituzioni e nelle élites, sia politiche che economiche e culturali. Ma come leggere oggi questa vasta area di volontariato e imprenditoria sociale, in modo non retorico né ideologico? È tutto oro quello che luccica, oppure ci sono distinzioni da fare, zone d’ombra da chiarire, ambiguità da sciogliere? La nozione di “non profit” ha in sé qualcosa di fuorviante, nella misura in cui raccoglie in un’unica categoria attività molto diverse, non necessariamente tutte in grado di promuovere l’interesse generale?

TEMI E CONFRONTI

17.30

Auditorium Santa Maria della Pace

UN NUOVO WELFARE PER I PROFUGHI: DALL’ESCLUSIONE ALLA RIGENERAZIONE

a cura di Caritas Diocesana di Piacenza-Bobbio e dell’Associazione di promozione sociale Mondo Aperto

intervengono

MAURIZIO AMBROSINI, GEROLAMO SPREAFICO

L’arrivo, nelle nostre città, di titolari o richiedenti misure di protezione umanitaria interroga tutti noi sull’efficacia dell’attuale welfare. Accogliere forse non basta più: strade alternative vanno esplorate per avviare percorsi innovativi che vedano attivamente protagonisti i destinatari stessi degli interventi socio-assistenziali, con una positiva ricaduta sulla comunità territoriale.

VISIONI

19.00

Salone Palazzo Gotico

EMILIO GENTILE

IL CAPO E LA FOLLA

introduce STEFANO RODOTÀ

Nel 1895 uscì in Francia il libro La psicologia delle folle di Gustave Le Bon. L’autore sosteneva che la modernità ha generato una nuova potenza: le folle. Chi vuole governare nella società moderna deve associarsi alla potenza delle folle. Come Machiavelli con Il Principe, Le Bon voleva insegnare ai capi l’arte di conquistare le folle. Nel ventesimo secolo, capi politici molto diversi, come Theodore Roosevelt, Lenin, Mussolini, Hitler, De Gaulle, lessero il libro di Le Bon. Forse appresero come utilizzare meglio le doti personali per governare le masse. Gli scienziati sociali hanno messo in dubbio il fondamento scientifico del libro di Le Bon, ma la sua lettura può ancora essere utile per capire la politica dei capi alla conquista delle folle nel ventunesimo secolo.

----------------------------------------------------------------------------------------------------

IL POTERE DELL’ARTE

a cura dell’Associazione Amici dell’Arte

Inaugurazione giovedì 25 settembre ore 17.30

Si tratta di una mostra di circa 50 artisti italiani, tra cui qualche piacentino, pittori e scultori, appartenenti alle diverse correnti dell’arte contemporanea: figurativa, astratta, informale. Il titolo vuole esprimere l’influenza che l’arte ha sulla società quale veicolo primario di trasmissione di messaggi. La società, condizionata dal suo diritto, può essere migliorata dall’arte che partecipa in maniera determinante, ancor più che la legge, alla sua elevazione etica e morale.

23 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE

Galleria Ricci Oddi

OPERE FUORISERIE

a cura dell’Associazione di promozione sociale FuoriSerie, Cooperativa Ancora e Associazione Curiosamente

Le opere degli artisti dell’Associazione FuoriSerie sono il prodotto della più autentica creatività personale, realizzate in modo spontaneo e senza una ricerca e una preparazione tecnica, ma non per questo prive di valore espressivo e di potere comunicativo. FuoriSerie è una libera associazione di artisti che hanno fatto esperienza di disturbo psichico e che vogliono esprimere liberamente la loro arte.
L’arte in questo caso può diventare uno strumento per non rimanere ancorati alla negatività del disturbo, utilizzando talvolta anche gli aspetti dell’esperienza di sofferenza mentale per elaborare un linguaggio artistico. Si unisce così nell’opera la qualità estetica che affascina l’osservatore con la volontà etica che colpisce l’interiorità.

PARTECIPAZIONE IN TAVOLA

IL PUNTO RISTORO DEL FESTIVAL

La Pecora Nera e Taberna Movida apparecchiano per tutto il pubblico del Festival la tavola della partecipazione. Ad ogni pasto piatti preparati con gli ingredienti provenienti dal commercio equo e solidale e dal territorio piacentino per sostenere solidarietà e artigianalità a tavola. Menù vegetariani, paella di diversi tipi e buffet dei dolci.

piazzetta Pescheria

giovedì 25 settembre: 18.00-23.00

da venerdì 26 a domenica 28 settembre: 12.00-15.00 e 18.00-23.00

LA LIBRERIA DEL FESTIVAL

TUTTI I GIORNI del Festival

in piazza Cavalli

Orario: 10.00-20.00

A cura delle librerie del Festival:

BOOKBANK

FAHRENHEIT 451

LIBRERIA DEL CORSO

TIBER SRL - LIBRERIA BERTI

LE LIBRERIE IN CITTÀ

BookBank
via San Giovanni 4
tel. 0523/070242
info.bookbank@gmail.com

Centro Librario Romagnosi

via Romagnosi 31/33

tel. 0523/338474

professionale@libreriaromagnosi.com

Univ. Dike Editrice Brundo

via Emilia Parmense 74

tel. 0523/571919

Fagnola

piazza del Borgo 34

tel. 0523/321620

Fahrenheit 451

via Legnano 16

tel. 0523/335725

fahrenheit.451@libero.it

Feltrinelli Libri e Musica

via Cavour - XX Settembre

tel. 0523/315548

piacenza@lafeltrinelli.it

Libreria Coop - c/o C. Comm.le Gotico

via Emilia Parmense 149

tel. 0523/609672

lorella.demicheli@librerie.coop.it

Libreria del corso

corso Vittorio Emanuele II 160

tel. 0523/384335

Mondadori Franchising

corso Vittorio Emanuele II 101

tel. 0523/327601

Mondadori Junior

corso Vittorio Emanuele II 111

tel. 0523/334437

Postumia

via Emilia Pavese 105

tel. 0523/489984

Stucchi

corso Garibaldi 103

tel. 0523/321877

Tiber Srl - Libreria Berti

via Legnano 1

tel. 0523/321322

info@bertilibri.it

Torre dei Libri

via Sopramuro 45

tel. 339/5003025

info@torredeilibri.it
 

COS’ALTRO C’È A PIACENZA… E DINTORNI

IN CITTÀ

25-28 SETTEMBRE 2014: LIBRI ALL'ARIA APERTA

Ci riappropriamo di un parco pubblico attraverso lo scambio libri, sostenendo la cultura a costo zero. L’iniziativa del bookcrossing ha l’ambizione di trasformare i Giardini Pubblici in un libero luogo di circolazione delle idee, in cui l’incontro con le differenti culture rappresenti una ricchezza per tutti, un’opportunità e un privilegio.

dove: Giardini Merluzzo

ore: dalle 10.30 alle 00.30

26 SETTEMBRE 2014: MARATONA DI PENSIERI

Lettura di pensieri e citazioni sul tema della partecipazione effettuata da un centinaio di persone (alunni, genitori e insegnanti dell’Istituto comprensivo di Cadeo, coordinati da Alessandra Bruzzi) che si avvicenderanno, per circa tre ore, in gruppi di tre persone in altrettante postazioni sul sagrato della chiesa di San Francesco. Le postazioni saranno contrassegnate da case in ceramica che, simboli dell’azione stessa, si illumineranno verso sera.

dove: sagrato Chiesa di San Francesco

ore: 17.00


 

27-28 SETTEMBRE 2014: DA UN PICCOLO SEME UNA GRANDE PIANTA

Biciclettate per festeggiare il 350° anno della nascita di Giulio Alberoni

dove: Galleria Alberoni

ore: 16.00 (27 settembre) e ore 10.00 (28 settembre)

web site: www.collegioalberoni.it

IN PROVINCIA

27-28 SETTEMBRE 2014: FESTA PATRONALE DI SAN MAURIZIO

Tradizionale festa patronale di San Maurizio Martire, con celebrazioni religiose, manifestazione e spettacolo pirotecnico serale

dove: Pianello Val Tidone

web site: www.pianellovaltidone.net

28 SETTEMBRE 2014: MOSTRA MERCATO – RICORDI DEL PASSATO

Mostra mercato che si tiene da febbraio a dicembre, ogni quarta domenica del mese

dove: Caorso

27 SETTEMBRE 2014: GIACOMO MALFANTI

Mostra collettiva del pittore monticellese

dove: Monticelli d’Ongina - sale nobiliari del Castello Pallavicino - Casali

web site: www.museodelpo.it

28 SETTEMBRE 2014: VALTIDONE WINE FEST

Degustazioni e assaggi, ma anche spettacoli, incontri e approfondimenti culturali nella splendida cornice dei borghi più belli della vallata

dove: sedi varie

web site: www.valtidonewinefest.it

Questi sono solo alcuni degli eventi in programma in città e in provincia. Per l’elenco completo è possibile chiedere all’infopoint del Festival del Diritto.

I MUSEI

MUSEI CIVICI DI PALAZZO FARNESE

MUSEO CIVICO E PINACOTECA, MUSEO ARCHEOLOGICO, MUSEO DELLE CARROZZE E RISORGIMENTO

piazza Cittadella 29

tel. 0523/492658 (biglietteria)

fax 0523/492659

web site: www.musei.piacenza.it

e-mail: musei.farnese@comune.piacenza.it

Orari

lunedì chiuso
martedì, mercoledì e giovedì 8.45-13.00
venerdìsabato 8.45-13.00/15.00-18.00
domenica 9.30-13.00/15.00-18.00

GALLERIA D’ARTE MODERNA “RICCI ODDI”

via San Siro 13

tel. e fax 0523/320742

web site: www.riccioddi.it

e-mail: info@riccioddi.it

Orari

lunedì chiuso

da martedì a giovedì 9.30-12.30

da venerdì a domenica 9.30-12.30 e 15.00-18.00

Ogni ultimo giovedì del mese ingresso gratuito.

GALLERIA E COLLEGIO ALBERONI

via Emilia Parmense 67

tel. 0523/577011 – 349/4575709

web site: www.collegioalberoni.it

e-mail: uffici@operapiaalberoni.it

apertura: da ottobre a giugno visite ogni domenica, dalle 15.30 alle 18.00 con visita guidata ore 16.00, visite guidate per gruppi di almeno 15 persone e scolaresche su prenotazione al n. 349/4673659.

MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE

via Scalabrini 107 (presso Urban Center - ex macello)

tel. 0523/334980 - 0523/337745 (ufficio didattica)

web site: www.msn.piacenza.it

e-mail: museoscienze@comune.piacenza.it

Orari

lunedì chiuso
martedì, mercoledì e venerdì 9.30-12.30
giovedì, sabato e domenica 9.30-12.30 e 15.00-18.00

apertura: ingresso gratuito. Ogni sabato, domenica e festivi è visitabile liberamente la Collezione mineralogica “G. Dosi” nei consueti orari di apertura del museo. Sono previste visite guidate gratuite per scolaresche e gruppi dal martedì al venerdì previa prenotazione presso la sezione didattica (tel. 0523/337745; e-mail: didattica.scienze@comune.piacenza.it)

MUSEO CAPITOLARE DELLA BASILICA DI SANT’ANTONINO

via Chiostri Sant’Antonino 6

tel. 0523/320653

web site: www.basilicasantantonino.it

e-mail: basilicasantantonino@libero.it

apertura: venerdì a richiesta

MUSEO AMBIENTALE, PALAZZO COSTA

via Roma 80

Marco Horak 338/7451756

web site: www.piacenzamusei.it

e-mail: marcohorak@virgilio.it

apertura: visite gratuite guidate per gruppi, su appuntamento

MUSEO DELLA STAMPA MARCELLO PRATI

via Benedettine 66 (presso sede quotidiano “Libertà”)

tel. 0523/393939

Orari: in occasione di esposizioni

ISTITUTO GAZZOLA, SCUOLA D’ARTE, PINACOTECA

via Gazzola 9

tel. 0523/322754

web site: https://www.istitutogazzola.it/museo.asp

e-mail: istitutogazzola@tin.it

Orari: visite su prenotazione

MUSEO ORNITOLOGICO FOI

via Caorsana 94 - Loc. Le Mose

tel. 0523/591522

web site: www.museofoi.it

e-mail: info@museofoi.it

Orari

da lunedì a domenica 9.00-12.00 e 15.00-18.00 

sabato chiuso

ANTIQUARIUM DI SANTA MARGHERITA

Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano

via Sant’Eufemia 12

tel. 0523/311116

web site: https://www.lafondazione.com/antiquarium/antiquarium.htm 

e-mail: info@lafondazione.com

Orari: da lunedì a venerdì 9.00-13.00 e 14.00-18.00 (si consiglia prenotazione)

MUSEO SCALABRINI

via Francesco Torta 14

tel. 0523/348611

web site: https://www.scalabrini.org/it/?option=com_content&view=article&id=598&Itemid=69&lang=it

Orari: visite su prenotazione

MUSEO DELLA CIVILTÀ CONTADINA G. RAINERI

strada Agazzana 35

tel. 0523/348611

web site: https://www.museirurali.it/it/i-musei/museo-della-civilt%C3%A0-contadina-dell-itas-g.-raineri

Orari: visite su prenotazione

BIGLIETTO UNICO

È possibile acquistare un unico biglietto di ingresso per i seguenti musei: Musei Civici di Palazzo Farnese + Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi + Pinacoteca Collegio Alberoni (validità del biglietto: 3 mesi dall’acquisto).

INFORMAZIONI UTILI

INFORMAZIONI TURISTICHE

Per informazioni turistiche su Piacenza e il suo territorio:

IAT – c/o QuInfo

piazza Cavalli, Cortile di Palazzo Gotico, Piacenza

tel. 0523/492223 – fax 0523/334336

e-mail: iat@comune.piacenza.it

www.comune.piacenza.it/piacerepiacenza

COME RAGGIUNGERE PIACENZA

Piazza Cavalli, il cuore delle attività del Festival, è situata nella zona a traffico limitato, raggiungibile con autobus urbani (www.setaweb.it).

In treno

Per informazioni sugli orari dei treni telefonare al 199 892021, attivo tutti i giorni 24h su 24h, oppure consultare il sito www.trenitalia.com. Dalla stazione ferroviaria per giungere in prossimità di piazza Cavalli e del centro storico si possono utilizzare i mezzi pubblici di Seta (www.setaweb.it), linee n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 16 e 17; il costo del biglietto è di 1,20 euro e si può acquistare nella tabaccheria e nell’edicola presenti in stazione. Il biglietto è acquistabile anche sul bus tramite le apposite macchinette (con una maggiorazione di 0,30 euro nei soli giorni feriali).

La distanza per raggiungere il centro storico è breve per cui questo tratto è percorribile anche a piedi attraversando i Giardini Margherita che si trovano davanti alla stazione ferroviaria, imboccando verso destra via Alberoni e via Roma. All’altezza di via Legnano, girare a sinistra verso piazza Duomo; da lì, percorrendo via XX Settembre, si arriva in piazza Cavalli.

In auto

Da Milano A1, uscita Piacenza Nord in località Guardamiglio; da Bologna A1, uscita Piacenza Sud; da Torino A21, uscita Piacenza Ovest e da Brescia A21, uscita Piacenza Sud.

Dal casello di Piacenza Sud, prendere la tangenziale sud fino all’uscita Stadio, seguire le indicazioni per lo stadio cittadino e quindi parcheggiare nella grande area pubblica in via Gorra. Il parcheggio è libero e da qui ogni 20 minuti parte il bus navetta Stadio al costo di 1 euro per piazza Sant’Antonino (centro storico). Il bus navetta effettua le corse da lunedì a sabato dalle 7.40 alle 19.40. La domenica è consigliato seguire questo itinerario per raggiungere il grande parcheggio sito in viale Malta (libero nei giorni festivi): prendere la tangenziale sud fino all’uscita Farnesiana, svoltare a destra in strada Farnesiana, a piazzale Libertà proseguire sullo stradone Farnese e poi sempre diritto su via Venturini e su viale Malta.

Dal casello di Piacenza Ovest, alla rotonda, svoltare a sinistra in via Emilia Pavese. Alla terza rotonda girare a sinistra e imboccare la circonvallazione della città raggiungendo il monumento ai Pontieri e costeggiando le mura rinascimentali; in prossimità del monumento ai Pontieri proseguire verso il parcheggio libero di viale Sant’Ambrogio (per poi raggiungere il centro storico a piedi).

Dal casello di Piacenza Nord svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Piacenza; una volta attraversato il ponte sul Po e arrivati al monumento ai Pontieri, svoltare a sinistra verso il parcheggio di viale Sant’Ambrogio (per la sosta consigliamo il parcheggio libero che trovate alla vostra sinistra).

In aereo

- da Milano Linate 60 km (www.milanolinate-airport.com);

- da Milano Malpensa 120 km (www.milanomalpensa-airport.com);

- da Parma 60 km (www.parma-airport.it);

- da Brescia 80 km (www.aeroportobrescia.it);

- da Bergamo 110 km (www.sacbo.it);

- da Verona 140 km (www.aeroportoverona.it);

- da Genova 150 km (www.airport.genova.it);

- da Bologna 150 km (www.bologna-airport.it);

- da Torino 170 km (www.turin-airport.com).

MUOVERSI IN CITTÀ

Autobus in città

www.setaweb.it
 

PARCHEGGI

AREE DI PARCHEGGIO LIBERO O A PARCOMETRO

viale Sant’Ambrogio (zona stazione ferroviaria): 752 posti liberi

via Gorra (zona stadio): 500 posti liberi (da qui ogni 20 minuti parte il bus navetta Stadio per piazza Sant’Antonino al costo di 1 euro)

viale Malta: 450 posti liberi e 401 posti a parcometro

via IV Novembre (Cheope): 234 posti a parcometro

via XXI Aprile (Polichirurgico): 65 posti a parcometro e 100 posti liberi

piazzale Torino: 53 posti a parcometro

San Vincenzo (parcheggio Boeri) - via G. Landi 2 (in ZTL): 42 posti a parcometro

Nel centro storico sono inoltre ubicate, lungo diverse vie, aree di sosta a parcometro.

PARCHEGGI CUSTODITI A PAGAMENTO

Cavallerizza - stradone Farnese 39: 721 posti

Parcheggio Urban Center - stradone Farnese 126: 161 posti

Garage Politeama - via San Siro (in ZTL): 135 posti

Garage Corso - via Nova 34 (in ZTL): 90 posti

Garage Italia - via Asse 14: 50 posti

Della Ferma - via Della Ferma (in ZTL): 50 posti

San Fermo - via Cittadella: 35 posti

Garage San Francesco - via San Francesco 6 (in ZTL): 47 posti

San Martino - via Roma (in ZTL): 30 posti

Ex Collegio Morigi - via Taverna: 80 posti
 

Per accedere ai parcheggi custoditi all’interno della Zona a traffico limitato (ZTL) non è necessario il pass (il garage deve essere raggiunto percorrendo solo la via più breve dal confine della ZTL al deposito). La targa del veicolo sarà comunicata direttamente dal titolare del parcheggio alla Polizia Municipale. Nel caso il parcheggio fosse al completo, l’automobilista deve comunicare al titolare il proprio numero di targa per annullare la lettura fatta dalla telecamera.

NOLEGGIO BICICLETTE APCOA

DOVE SI PUÒ NOLEGGIARE LA BICICLETTA

Parcheggio custodito di biciclette presso la stazione ferroviaria in piazzale Marconi

Orario: da lunedì a venerdì 6.00-21.00 - sabato 6.00-14.00 - esclusi i festivi.

COME FUNZIONA IL SERVIZIO

Durante il periodo in cui viene utilizzata, la bicicletta deve essere chiusa con l’apposito cavo antifurto e deve essere riconsegnata al personale addetto nel luogo e nelle medesime condizioni in cui è stata prelevata, previa esibizione dell’apposito tagliando comprovante l’avvenuto pagamento della sosta.

TARIFFE

oraria € 1,20

giornaliera € 3,50

mensile € 30,00


CHI PUÒ UTILIZZARE IL SERVIZIO

Chi ha un’età superiore a 18 anni oppure chi ha compiuto i 15 anni di età ed è accompagnato da un maggiorenne.

La bicicletta deve essere utilizzata esclusivamente all’interno del territorio del Comune di Piacenza e non può essere trasportata con alcun mezzo.

QUANDO SI PUÒ UTILIZZARE

La bicicletta a uso pubblico deve essere utilizzata e restituita obbligatoriamente nell’intervallo di tempo previsto per la custodia dei veicoli e precisamente dal lunedì al venerdì 6.00-21.00, il sabato 6.00-14.00. Il servizio esclude i giorni festivi.

UTILIZZO BICICLETTE “MI MUOVO”

COME FUNZIONA IL SERVIZIO

Il servizio è attivo tutti i giorni 24h al giorno, la bicicletta deve essere sganciata dalla rastrelliera, utilizzata e riagganciata a un’altra rastrelliera MiMuovo. Non è possibile chiudere la bicicletta con un proprio lucchetto.

Attenzione! Anche se il servizio è sempre attivo, è possibile tenere la bici per al massimo 24 ore per ogni noleggio.

QUANTO COSTA

Abbonamento giornaliero: 10 euro

Abbonamento annuale: 15 euro una tantum, 5 euro di tessera, a cui aggiungere almeno 5 euro (la ricarica minima) per pagare i singoli noleggi, in base al tempo di utilizzo: la prima mezz’ora è sempre gratuita, poi il servizio costa 80 centesimi ogni mezz’ora fino alla terza ora, dopo la terza ora e fino alla 24a costa due euro all’ora.

COME ISCRIVERSI

Sottoscrivendo il contratto e versando le quote dovute per il servizio scelto, in una delle seguenti modalità:

  • online sul sito www.mimuovoinbici.it;

  • al deposito biciclette in piazzale Marconi, situato tra i binari ferroviari e Borgo Faxhall;

  • all’Urp/Quinfo del Comune di Piacenza, piazza Cavalli 2 (cortile di Palazzo Gotico);

  • al Quic di viale Beverora 57.

NB: Se si è già in possesso della tessera Mi Muovo, occorre portarla con sé.

DOVE SONO LE BICICLETTE

Le rastrelliere con le bici sono situate in quattro punti della città:

in piazza Cavalli (vicino a via Cavour)

in piazzale Marconi (vicino alla stazione ferroviaria)

nel parcheggio di viale Malta (vicino alla sede del Comune)

nel parcheggio di via IV Novembre

Per informazioni www.mimuovoinbici.it

INTERNET POINT E SERVIZIO WI-FI PUBBLICI

Piacenza Wi-Fi: servizio di connessione a Internet Wi-Fi gratuito, attivo 24 ore su 24, che assicura la connessione a banda larga, tramite computer portatili, palmari e telefoni cellulari dotati di scheda wireless.

CHI PUÒ UTILIZZARE IL SERVIZIO
Il servizio è gratuito e aperto a chiunque ne faccia richiesta.
Anche i minori lo possono utilizzare purché un genitore ne autorizzi la registrazione.

Per utilizzarlo occorre effettuare una registrazione presso:

  • URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Piacenza (piazza Cavalli 2);

  • Mediateca della Biblioteca Comunale “Passerini Landi” (via Carducci 14);

  • Biblioteca Farnesiana (Galleria del Sole 34);

  • URP dell’Ospedale Civile (cantone del Cristo, 1° piano Polichirurgico)

La tessera consegnata all’atto della registrazione è valida in tutte le città dotate dello stesso servizio.

Per usufruire del servizio Wi-Fi per cento ore senza effettuare la registrazione: inserire il numero di cellulare nell’apposito campo della pagina di accesso al sistema Wi-Fi per ricevere le credenziali di accesso temporanee.

Per ulteriori informazioni: https://www.comune.piacenza.it/temi/internettiani/wifi

Postazioni pubbliche: sono disponibili postazioni per l’accesso ad Internet gratuito presso:

  • URP/Informagiovani del Comune di Piacenza
    piazza Cavalli 2 (cortile di Palazzo Gotico) - tel. 0523/492224

  • Mediateca della Biblioteca Comunale “Passerini Landi” - sede centrale
    via Carducci 14 – tel. 0523/492410 – 492401

I MERCATI IN CITTÀ

Mercato generale

mercoledì e sabato mattina in piazza Cavalli e piazza Duomo, dalle 7.00 alle 13.00.

Mercato contadino Farmer’s Market

mercatino a filiera corta con vendita diretta di prodotti alimentari delle aziende agricole del territorio piacentino. Lunedì in piazza Cavalli e venerdì in piazza Duomo, dalle 8.00 alle 18.00.

dove dormire

Alberghi

GRANDE ALBERGO ROMA****

via Cittadella 14

tel. 0523/323201 fax 0523/330548

www.grandealbergoroma.it

e-mail: hotel@grandealbergoroma.it

centro storico (zona traffico limitato)

BEST WESTERN PARK HOTEL ****

strada Valnure, 7

tel. 0523/712600 fax 0523/453024

www.parkhotelpiacenza.it

e-mail: info@parkhotelpiacenza.it

Grand Park Hotel Motel****

via Caorsana 161 - Loc. Croce Grossa

tel. 0523/511210 - 335.5688913 fax 0523/511209

www.grandpark.it

e-mail: info@grandpark.it

2 km da Piacenza

HOTEL OVEST****

via I Maggio 82

tel. 0523/712222 fax 0523/711301

www.hotelovest.com

e-mail: info@hotelovest.it

3 km dal centro storico

MAGIA HOTEL PIACENZA FIERA****

strada Caorsana 127/d - Fraz. Le Mose

tel. 0523/606288 - fax 0523.613037

www.magiahotels.it

e-mail: info.piacenzafiera@magiahotels.it

4 km dal centro storico

HOTEL ASTOR***

via Tibini 29/31

tel. 0523/329296

www.astorhotel.it

e-mail: info@hotelastorpc.eu

200 m dalla stazione

HOTEL CITY***

via Emilia Parmense 54

tel. 0523/579752 fax 0523/579784

www.hotelcitypc.it

e-mail: info@hotelcitypc.it

2 km dal centro storico

EURO HOTEL***

via C. Colombo 29/f

tel. 0523/606011 fax 0523/606013

www.hoteleuropiacenza.it

e-mail: info@hoteleuropiacenza.it

1 km dal centro storico, 500 m dalla stazione

IDEA HOTEL***

via Emilia Pavese 114/a

tel. 0523/493811 fax 0523/499115

www.ideahotel.it

e-mail: manager.piacenza@ideahotel.it

2 km dal centro storico

PETIT HOTEL***

via Pennazzi 5

tel. 0523/590405 fax 0523/591886

www.hotelpetitpiacenza.com

e-mail: info@hotelpetitpiacenza.com

2 km dal centro storico

STADIO HOTEL***

strada Valnure 20

tel. 0523/360020 fax 0523/360030

www.stadiohotel.it

e-mail: info@stadiohotel.it

3 km dal centro storico

VIP***

via Cipelli 41

tel. 0523/712420 fax 0523/453217

www.viphotel.it

e-mail: info@viphotel.it

1 km dal centro storico

Ostello Don Zermani (hostel-auberge)

via Zoni 38/40

tel. e fax 0523/712319

www.ostellodipiacenza.it

e-mail: info@ostellodipiacenza.it

3 km dal centro storico

OSTELLO PAPA GIOVANNI XXIII

cantone San Nazzaro 2/A

tel. e fax 0523/490104

www.ostellodipiacenza.it

e-mail: info@ostellodipiacenza.it

in centro storico

Affittacamere

ASTOR

via Madoli 6/8

tel. 0523/329296

la dolce vita

via Santo Sepolcro 1

tel. 333/8919430

LE NINFE

via Maruffi 2/4

tel. 0523/754362 oppure 335/1814170

MINI FOR

via Coppalati 51

tel. 0523/578471

serena

via Morigi 36

tel. 0523/458765

Locanda Commercio

via Colombo 118

tel. 0523/614272 - 340/2227695

pilgrims

via G. Morigi 36

tel. 0523/453527

Morselli Daniela

via Felice Frasi 20

via Cipelli 48

tel. 0523/712420

Morselli Luigi

via Don Minzoni 56

via Don Minzoni 76

via Don Minzoni 92

via Frasi 20

tel. 0523/712420 - 0523/712080

Mulino degli Orti r&b

via Colombo 122

tel. 340/2227695 - 0523/614272

VIP

via A. Genocchi 72

tel. 0523/712420

DOMUS SAN MARTINO

via Roma 51

tel. 0523/30534 oppure 333/4170007

IL PICCOLO PIACENZA

via Bozzini 2

tel. 0523/4587656

B&B

Angela

via Mazzini 88

tel. 0523/499098 - 339/6408589

periodo di apertura: 01/01/2014-30/06/2014 e 01/09/2014-31/12/2014

Bartolomeo

via San Bartolomeo 25/d

tel. 333/7138433 - 0523/498866

periodo apertura: 01/01/2014-10/06/2014 e 10/09/2014-31/12/2014

Del Borgo

via Poggiali 24

tel. 0523/385436 - 340/8057247

periodo apertura: 01/02/2014-14/07/2014 e 01/09/2014-19/12/2014

Gio’

via Croce 10

tel. 327.2892814

Giudy e Ale

via Gadolini 33

tel. 349/6781248

Pilgrims

via Morigi 36

tel. 0523/453527 - 328/6751328

Sant’Angelo

strada della Raffalda 41

tel. 338/3917493

periodo apertura: 01/01/2014-31/07/2014 e 01/09/2014-22/12/2014

San Francesco

galleria San Francesco 2

tel. 0523/326688 - 331/8585189

TORRIONE

via Borghetto 120

tel. 0523/305657 – 339/8166812

periodo apertura: 01/01/2014-31/07/2014 e 01/09/2014-31/12/2014

IL PALAZZO

strada della Torre della Razza

tel. 389/2521972

periodo apertura: 01/01/2014-09/08/2014 e 20/08/2014-31/12/2014

LA STANZA DI CALLIOPE

via G. Lanfranco 18

tel. 0523/612115 - 338/8919950

periodo di apertura: 01/01/2014-31/05/2014 e 15/09/2014-31/12/2014

ANNA

via Vignola 88

tel. 0523/614622

SERENA B&B

via Morigi 36

tel. 0523/458765

MONTAGNOLA NOVE

via Montagnola 9

tel. 347/5261456

TRE B

via Romagnoli 52

tel. 349/3831811

RESIDENCE

RESIDENCE SAN ROCCHINO

via San Bartolomeo 33-35

tel. 0523/712222

www.piacenzahotels.it

e-mail: info@hotelovest.it

AGRITURISMI

ANTICA TORRE

strada Motta Vecchia 31

tel. 0523/615267

e-mail: fr.parenti@libero.it

LA FOCE DEL TREBBIA

via Aguzzafame 40

tel. 0523/1720878

www.lafocedeltrebbia.it

e-mail: info@lafocedeltrebbia.it

DOVE MANGIARE

in centro...

ANTICA TRATTORIA DELL’ANGELO

via Tibini 14 - tel. 0523/326739

aperto tutti i giorni

RISTORANTE ANTICA OSTERIA DEL TEATRO

via Verdi, 16 - tel. 0523/323777

chiuso domenica e lunedì

TRATTORIA OSTERIA DEL BORGO

via Calzolai 65 - tel. 0523/315281

chiuso domenica e sabato a pranzo

RISTORANTE IL BARINO

piazza Cavalli 1 - largo Battisti 15 - tel. 380/9097399

sempre aperto

CAFFETTERIA BOUCHON

via Santa Franca 2/b - tel. 339/3268193

chiuso la domenica

TRATTORIA LA CARROZZA

via X Giugno 122 - tel. 0523/326297

sempre aperto

SELF SERVICE I 10 CONDIMENTI

cantone del Cristo 1 - tel. 0523/480361 - 0523/606399

chiuso domenica

RISTORANTE IL CORTILETTO

via Chiapponi 31 - tel. 335/410969

chiuso festivi e lunedì sera

GREEN RESTAURANT

piazza Cavalli, 13 - tel. 0523/337275

sempre aperto

PIZZERIA RISTORANTE CRISTIAN

via IV Novembre 115 - tel. 0523/326770 - 0523/344217

sempre aperto

DNA RESTAURANT CAFÈ

viale Malta 10 - tel. 0523/327786

chiuso domenica

SELF SERVICE AI DUE CAVALLI

via San Francesco 15 - tel. 0523/322344

chiuso sabato e domenica; feriali alla sera

RISTORANTE FOOD

via Taverna 35 - tel. 366/9803855

sempre aperto

PICCOLA OSTERIA

corso Vittorio Emanuele 179 - tel. 0523/326356

chiuso martedì

PIZZERIA I LOVE PIZZA

via XXI Aprile 22 - tel. 0523/481895

sempre aperto

RISTORANTE LE MURA
via XXI Aprile 18 - tel. 0523/482477

chiuso lunedì

RISTORANTE PIZZERIA MARECHIARO

corso Vittorio Emanuele 168 - tel. 0523/323794

chiuso mercoledì

FAST FOOD MC DONALD’S

piazzale Marconi 36 c/o Borgo Faxall - tel. 0523/315702

sempre aperto

BAR RISTORANTE LE MERIDIENNE

via San Siro 28 - tel. 0523/325288

sempre aperto

SELF SERVICE MORIGI

via San Bartolomeo 8 - tel. 0523/338551

chiuso sabato e domenica

RISTORANTE LA MUNTÀ

via Mazzini 72 - tel. 0523/498929

chiuso domenica

TRATTORIA PIZZERIA OROLOGIO DA PASQUALE

piazza Duomo 39 - tel. 0523/324669

chiuso giovedì

RISTORANTE PIZZERIA OSVALDO

galleria della Borsa, piazza Cavalli 36/d - tel. 0523/320251

sempre aperto

OSTERIA DEL PASSATEMPO

via XXIV Maggio 104/b - tel. 0523/498181

chiuso domenica sera e lunedì tutto il giorno

OSTERIA D’UNA VOLTA

via San Giovanni 36 - tel. 0523/304034

chiuso domenica

RISTORANTE PEPPINO

via Scalabrini 49/A - tel. 0523/329279

chiuso lunedì

PIADINERIA

via Chiapponi 17/c - tel. 0523/305852

chiuso a pranzo della domenica

ENOTECA PICCHIONI

corso Vittorio Emanuele 194 - tel. 0523/384724

chiuso dal 21/07 al 23/08

RISTORANTE “PICCOLO ROMA”

c/o Grande Albergo Roma****,

via Cittadella 14 - tel. 0523/323201

chiuso sabato e domenica sera

TRATTORIA LA PIREINA

via Borghetto 137 - tel. 0523/338578

chiuso domenica sera e tutto lunedì

ENOTECA DA RENATO

via Roma 24 - tel. 0523/325813

chiuso domenica

TRATTORIA SAN GIOVANNI

via Garibaldi 49/a - tel. 0523/321029

chiuso domenica sera e lunedì a pranzo

RISTORANTE GIAPPONESE SOSUSHI

corso Vittorio Emanuele 174 - tel. 0523/334452

chiuso lunedì, domenica a pranzo

ANTICA TRATTORIA TOSCANA SANTO STEFANO

via Santo Stefano 22 - tel. 0523/327802

chiuso domenica

RISTORANTE SUGGERIMENTI PIACENZA

viale Malta 23 - tel. 0523/326368

chiuso mercoledì e domenica

RISTORANTE SPAGNOLO TABERNA MOVIDA

via Daveri 8 - tel. 0523/318131

chiuso tutti i giorni a pranzo

TAVERNA DEL GUSTO

via Taverna 27 - tel. 0523/332814

chiuso domenica e lunedì, dicembre sempre aperto

RISTORANTE TAVERNA IN

piazza Sant’Antonino 8 - tel. 0523/335785

chiuso lunedì

PIZZERIA TESORO

via La Primogenita 1/3 - tel. 0523/325812

sempre aperto

PIZZERIA TOSELLO

via Daveri 10 - tel. 0523/324824

chiuso domenica a pranzo

RISTORANTE LIBANESE I TRE CEDRI

vic. Molineria Sant’Andrea 2 - tel. 0523/329271

chiuso lunedì

OSTERIA DEL TRENTINO

via Castello 71 - tel. 0523/324260

chiuso la domenica

OSTERIA LA TRAPPOLA

via Castello 14 - tel. 0523/315751

chiuso lunedì, martedì, sabato e domenica sera

RISTO PUB TEMPLE BAR

via X Giugno 98 - tel. 0523/384648

chiuso tutti i giorni a pranzo

RISTORANTE MESSICANO EL TROPICO LATINO

via Mazzini 77/a - tel. 0523/335932

chiuso lunedì

RISTORANTE GIAPPONESE TSUKI

viale Sant’Ambrogio 43 - tel. 0523/330418

chiuso martedì a pranzo e domenica

RISTORANTE CAFFÈ AL DUCA

piazza Cavalli 22/23 - tel. 0523/320801

chiuso giovedì

OSTERIA WINE BAR VALERY

via Campagna 81 - tel. 0523/490597

chiuso domenica

RISTORANTE VECCHIA PIACENZA

cantone San Bernardo 1 (angolo via Taverna) - tel. 0523/305462

chiuso domenica

TRATTORIA VITTORIO

via Cantone Camicia 9/11 - tel. 0523/331463

chiuso sabato e domenica

RISTO PUB ZONA FRANCA

via Fornace 5 - tel. 0523/315286

chiuso sabato; domenica a pranzo

TRATTORIA LUPI

via Taverna 137 - tel. 0523/482726

chiuso domenica

PAK RISTORANTE INDIANO & KEBAB
via Alberoni 26/a - tel. 0523/388696

sempre aperto

IL GIUSTO GUSTO - PANINI D’AUTORE

via Calzolai 4 - tel. 340/8529748

TAVERNA 1961

largo Matteotti 30 - tel. 0523/385302

sempre aperto

RISTORANTE VIA CARDUCCI 6

via Carducci 6/B - tel. 0523/318394

chiuso domenica sera e lunedì

PISAREI E FA... BLUES

via Cittadella 2/B - tel. 334/8453334

sempre aperto

L’OSTERIA DAL VOI

via XXI Aprile 18 - tel. 0523/490900

chiuso sabato e domenica a pranzo

e dintorni...

RISTORANTE CINESE ASIA

via Atleti Azzurri d’Italia 7 - tel. 0523/490881

sempre aperto

TRATTORIA ANITA

strada Caorsana 125 - tel. 0523/579310

chiuso domenica

RISTORANTE GIAPPONESE KIKKOSAN

via Emilia Pavese, 107 - tel. 0523/490033

sempre aperto

OSTERIA ANTICA ROMEA

via Emilia Parmense 29 - tel. 0523/623124

chiuso domenica

RISTORANTE PIZZERIA GELATERIA NUOVA ASTRA

via Boselli 19 - tel. 0523/757692

aperto tutte le sere

RISTORANTE PUB BACICCIA

via Carli 7 - tel. 0523/606684

chiuso a pranzo sabato e domenica

OSTERIA DEL BARBAROSSA

via A. Solenghi, 108, loc. Dossi di Roncaglia - tel. 0523/504246

chiuso lunedì

PIZZERIA BELLA NAPOLI

via Emilia Pavese 98 - tel. 0523/480038

chiuso lunedì

PIZZERIA BELLA NAPOLI 2

via Emilia Pavese 27 - tel. 0523/480019

chiuso martedì

RISTORANTE GIAPPONESE I MO

via Manfredi, 54 - tel. 0523/716429

RISTORANTE GIAPPONESE YAMASA

via Calciati, 21 - tel. 0523/606327

sempre aperto

PIZZERIA BOOMERANG

via Lanza 41 - tel. 0523/457275

aperto tutte le sere

RISTORANTE CINESE E SUSHI BAR CHINA TOWN

via IV Novembre 4 - tel. 0523/579162

sempre aperto

RISTORANTE/CITY WOK

via Emilia Parmense 21 - tel. 0523/591871

sempre aperto

RISTORANTE COMMERCIO

via Colombo 118 - tel. 0523/614272

chiuso sabato (aperto su prenotazione superiore a 20 persone)

RISTORANTE CROCE GROSSA

strada Caorsana 161 - tel. 0523/504138

chiuso sabato e domenica

TRATTORIA DEI PANZEROTTI

via Emilia Pavese 216 - tel. 0523/480134

chiuso lunedì sera e martedì tutto il giorno

PIZZERIA FUORI PORTA

strada Valnure 20 - tel. 0523/360042 - 335/5446640

chiuso domenica

TRATTORIA GASPERINI DANILO

via Manfredi 42/44 - tel. 0523/454333

chiuso sabato sera e domenica tutto il giorno

RISTORANTE BAR GIANPINO

via Emilia Parmense 291 - tel. 0523/504400

sempre aperto; festivi aperto solo per comitive previa prenotazione

RISTORANTE CINESE HAIJING

via Manfredi 54 - tel. 0523/716429

sempre aperti

PIZZERIA IL GRILLO

via Emilia Parmense 58 - tel. 0523/593393

chiuso lunedì

PIZZERIA LA GROTTA AZZURRA

via Morigi 35/b - tel. 0523/458765

sempre aperto

RISTORANTE C/O IDEA HOTEL

via Emilia Pavese 114 - tel. 0523/493811

chiuso domenica

SELF SERVICE LA FAZENDA

via Atleti Azzurri d’Italia 18 - tel. 0523/480447

chiuso sabato

AGRITURISMO LA FOCE DEL TREBBIA

via Aguzzafame 40 - tel. 0523/490730

aperto su prenotazione

PIZZERIA LA PIAZZETTA

strada Bobbiese 41, loc. La Verza - tel. 0523/456666

chiuso lunedì

RISTORANTE PIZZERIA LA SIESTA

via Emilia Parmense 186 - tel. 0523/571279

chiuso domenica a pranzo (eccetto prenotazioni)

RISTORANTE LA VERANDA

c/o Best Western Park Hotel****

strada Valnure 7 - tel. 0523/756664

sempre aperto

RISTORANTE PIZZERIA LE CARAVELLE

via Colombo 91 - tel. 0523/574930

sempre aperto

TRATTORIA L’OSTERIA CHE NON C’ERA

strada Vallera 33 - tel. 0523/770191

chiuso lunedì, martedì, mercoledì alla sera e sabato a mezzogiorno

RISTORANTE GIAPPONESE LOTUS

via Emilia Pavese 274 - tel. 0523/498194

chiuso lunedì

MADRUGADA DI CIPOLLETTI CHIARA

via Nicoli 1, loc. La Verza - tel. 0523/070032

sempre aperto

PIZZERIA DAI MARCHESI

via Bentelli 14 - tel. 0523/482778

chiuso lunedì e domenica a pranzo

FAST FOOD MC DONALD’S

via Emilia Pavese 130 (angolo via Bentelli) - tel. 0523/497320

sempre aperto

FAST FOOD MC DONALD’S

c/o Borgo Faxall 36 - tel. 0523/315702

sempre aperto

RISTORANTE MILVERA

via Farnesiana 200, loc. Mucinasso - tel. 0523/574950

chiuso domenica solo a mezzogiorno

OSTERIA DEL MORINO

piazza della Rocca 7 Caorso - tel. 0523/504101

chiuso domenica sera il giorno e sabato a pranzo

RISTORANTE PIZZERIA NIAGARA

via Modonesi 3 - tel. 0523/571344

chiuso lunedì

NOVELLA CUCINA - SELF SERVICE

c/o Centro Commerciale Gotico

via Emilia Parmense 151 - tel. 0523/606399

chiuso lunedì a pranzo e domenica tutto il giorno

Locanda di Minni di Di Pardo Monica

via Bologna 12 - tel. 0523/592543

chiuso domenica

PIZZERIA O’ PROFESSORE

via Emilia Parmense 3 - tel. 0523/571899

sempre aperto

OLD WILD WEST

strada Farnesiana 110 - tel. 0523/591103

sempre aperto

SELF SERVICE ORSINA

via Bresciani 27 - tel. 0523/593443

chiuso domenica

TRATTORIA PAOLI

via Decorati al Valore civile 20, San Bonico - tel. 0523/380273

sempre aperto

RISTORANTE LA PESCAROLINA

strada Bobbiese 130 - tel. 348/7378402

chiuso lunedì e martedì

RISTORANTE PO

via Nino Bixio 6 - tel. 0523/321680

chiuso domenica (aperti su prenotazione)

TRATTORIA POGGI

via Farnesiana 178 - tel. 0523/506119

chiuso sabato

TRATTORIA REGINA

strada Regina 29, Quarto - tel. 0523/557103

chiuso martedì sera e mercoledì tutto il giorno

ROAD HOUSE GRILL

via Emilia Pavese 65/a - tel. 0523/497089

sempre aperto

PIZZERIA ROSSO POMODORO

via Emilia Parmense 25 - tel. 0523/593309

sempre aperto

TRATTORIA RUGGERI

strada Farnesiana 81 - tel. 0523/571102

chiuso sabato e domenica

RISTORANTE SAPORI

c/o MH Hotel Piacenza Fiera****

strada Caorsana 127 - tel. 0523/606288

chiuso sabato e domenica

OSTERIA LA SARACCA

via del Capitolo 73/75 - tel. 0523/612503

chiuso domenica

RISTORANTE VECCHIA OSTERIA DI BORGHETTO

via F. di Borbone 119, loc. Borghetto - tel. 0523/504133

chiuso domenica

RISTORANTE VIA CARDUCCI 6

via Carducci 6/b - tel. 0523/331038

chiuso domenica sera e lunedì

TRATTORIA VILLAGGIO

via Pietro Cella 52 - tel. 0523/711317

chiuso sabato

RISTORANTE VOLTA DEL VESCOVO

via Moizo/strada Valnure 24/a - tel. 0523/380700

sempre aperto su prenotazione

Per informazioni sulla città e sul programma del Festival:

IAT – c/o QuInfo - piazza Cavalli, Cortile di Palazzo Gotico, Piacenza - tel. 0523/492223 – fax 0523/334336

e-mail: iat@comune.piacenza.it

www.comune.piacenza.it/piacerepiacenza

Nei giorni del Festival la Segreteria organizzativa sarà presente in piazza Cavalli 2.

Le informazioni sul programma, i cambiamenti dell’ultima ora, gli spostamenti di luogo in caso di pioggia o altro, gli eventi sospesi o soppressi sono costantemente aggiornati sul sito www.festivaldeldiritto.it oppure possono essere richiesti presso l’infopoint del Festival, telefonicamente alla segreteria o via e-mail all’indirizzo segreteria@festivaldeldiritto.it.

Gli spettatori presenti agli eventi acconsentono e autorizzano qualsiasi uso futuro delle eventuali riprese fotografiche, audio e video che potrebbero essere effettuate.

Gli eventi principali del Festival sono trasmessi in diretta streaming su pc, tablet e smartphone sui siti: www.festivaldeldiritto.itwww.piacenzasera.itfestivaldeldiritto.zero523.tv

Sarà attivo un Media Center in piazza Cavalli a cura di Cravedi Produzioni Immagini e Zerocinque23.tv

L’ingresso a tutti gli eventi è libero e gratuito fino a esaurimento posti. La prenotazione è prevista esclusivamente per le scuole e solo fino al raggiungimento di un quarto della capienza della sala.

ANTEPRIMA

Mercoledì 3 settembre 2014

LA VOCE DELLE SCUOLE

9.00

Sala dei Teatini

IL PROFILO DELLE NUVOLE

a cura dell’Istituto comprensivo di Cadeo e Pontenure

coordina ANGELO BARDINI

intervengono

DANIELE BARCA - Saluti

ROMINA BERTUZZI - La libertà non è star sopra un albero...

PEPPINO STRADA - Vengo anch’io no tu no

MARIO MORCELLINI e LUCA TOSCHI - Nuvole letterarie sui diritti. Duetto a partire (udite udite!) da I Promessi sposi

ANTONIO PASCALE - La manutenzione dell’ignoranza

STEFANO VERSARI - Conclusioni

RITA MARCOTULLI - Light side of the moon - Concerto in piano solo


 

Vanno, vengono... a volte si fermano... certe volte sono bianche e corrono e prendono la forma dell’airone o della pecora o di qualche altra bestia, ma questo lo vedono meglio i bambini che giocano a corrergli dietro per tanti metri”

L’immagine di una realtà forte ma viva, disponibile al cambiamento, è ciò che più ci piace della nostra idea di scuola: la scuola che è piazza del paese, luogo di incontro e di partecipazione che muta come le nuvole ogni giorno perché sempre diverse sono le domande e sempre diverse devono essere le risposte, perché... “Todo cambia”. Una manutenzione continua dell’idea e uno sguardo inquieto su ciò che ci sta intorno. Perciò abbiamo pensato ad una narrazione a più voci e tutte diverse perché c’è un mondo magico attorno a noi che merita di essere raccontato e guardato. Per i nostri ragazzi che guardano e raccontano il mondo magico che è in loro e fuori di loro e perché da noi imparino a vedere alzando gli occhi al cielo... gli aironi e “Light side of the moon”...

(Abbiamo rubato parole a Fabrizio de André, Mercedes Sosa, Giorgio Gaber, Dante Alighieri, Enzo Jannacci, Rita Marcotulli e Pink Floyd).

Giovedì 25 settembre 2014

INAUGURAZIONE

16.30

Salone Palazzo Gotico

intervengono

ANTONIO G. CHIZZONITI, PAOLO DOSI, ANNA MARIA FELLEGARA, GIUSEPPE LATERZA, STEFANO RODOTÀ

TEMI E CONFRONTI

17.30

Portici di Palazzo Gotico

CAFFEXPO’ FESTIVAL - CIBO, DIRITTO E INTERNET: DINAMICHE RETICOLARI NEI PROCESSI DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

a cura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

coordina ADRIANO D’ALOIA

intervengono

MIRIAM BISAGNI, ETTORE CAPRI, CHIARA GIACCARDI, LUCA LEONE

I social network e le comunità in rete sono esempi di strumenti messi in atto per educare il consumatore di alimenti. Tuttavia appare lecito domandarsi se la digitalizzazione segni un’effettiva convergenza con la tendenza delle politiche europee a dare rilievo giuridico all’educazione alimentare, sotto il profilo della partecipazione e del consumo alimentare responsabile.

Seguirà un aperitivo a cura del Campus Agroalimentare di Piacenza.

DIALOGHI

18.00

Sala dei Teatini

FRANCO CARDINI, STEFANO RODOTÀ

L’AUTORITÀ E LE REGOLE

coordina GEMINELLO PRETEROSSI

Viviamo una crisi d’autorità, sentiamo ripetere con sempre maggiore frequenza. Ma l’autorità può avere significati molto diversi: può essere autorevolezza che genera riconoscimento, oppure mero comando che si impone. La stessa decisione, oggi continuamente invocata, può essere intesa come un taglio netto, insofferente alla mediazione e ai contrappesi istituzionali, oppure come risultato di un paziente scioglimento dei nodi. La dialettica tra autorità e regole caratterizza l’intera esperienza giuridica e politica occidentale.

TEMI E CONFRONTI

18.30

Auditorium Sant’Ilario

LE NUOVE REGOLE SULLA RAPPRESENTANZA NEI LUOGHI DI LAVORO DETERMINANO DAVVERO PIÙ PARTECIPAZIONE?

a cura della Camera del lavoro territoriale Cgil

coordina GAETANO RIZZUTO

intervengono

SUSANNA CAMUSSO, LUIGI MARIUCCI

La sottoscrizione del testo unico su rappresentanza e democrazia sindacale può realmente determinare le condizioni per arrivare all’approvazione di una legge su democrazia e rappresentanza? L’insieme di queste regole disegna davvero un modello di rappresentanza sindacale trasparente, democratico e fortemente partecipato dall’insieme dei lavoratori e delle lavoratrici?

DIALOGHI

19.00

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

GIOVANNI CANZIO, SALVATORE MAZZAMUTO

DEMOCRAZIA E ACCESSO ALLA GIUSTIZIA

coordina ITALO GHITTI

La progressiva attuazione dei valori democratici esige che sia garantita a tutti i cittadini e con pari opportunità una tutela effettiva dei loro diritti. Trovano così riconoscimento istanze volte tanto a promuovere procedure più semplici ed efficienti quanto a favorire forme di partecipazione dei “laici” all’amministrazione della giustizia. Da questa prospettiva anche il principio d’indipendenza della magistratura va declinato in forme compatibili con la soddisfazione dei bisogni fondamentali di coloro che a essa fanno ricorso.

TESTIMONI DEL TEMPO

20.00

Salone Palazzo Gotico

ELENA CATTANEO

Scienza e democrazia

introduce PINO DONGHI

In democrazia la maggioranza governa nel rispetto dei diritti delle minoranze; nella scienza la verità del metodo sperimentale può premiare la ragione di uno contro l’opinione di molti. Si può sostenere che l’invenzione della scienza moderna abbia consentito la nascita della democrazia, eppure i rispettivi processi decisionali sembrano rispondere a logiche irriducibili. L’economia della conoscenza pretende decisioni informate ma come costruire competenze di governo su saperi sempre più specializzati? Negli ambiti dove non tutte le opinioni godono di eguale legittimità, come si può conciliare la verità della scienza con le necessità della democrazia?

SPETTACOLO

20.30

Teatro dei Filodrammatici

LA LEGGENDA DEL PONTE GOBBO

a cura dell’Associazione Diurni e Notturni, di Teatro Gioco Vita - Teatro Stabile di Innovazione e della U.O. Complessa Riabilitazione - Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche, AUSL di Piacenza

compagnia: DIURNI E NOTTURNI

progetto e regia: NICOLA CAVALLARI

intervengono

RINO BERTONI, ANDREA BOSELLI, ELOISA BRAGHIERI, MARCO CARINI, BARBARA CASTELLANI, PIERANGELO FERRARI, MASSIMO MAFFI, EMILIA MAGGI, LUCA MEZZADRI, IVO PIZZONI

aiuto regia: FILIPPO BATTINI

costumi: TANIA FEDELI

videografie: GIANNI CRAVEDI

luci: ALESSANDRO GELMINI

scenotecnica: DAVIDE GIACOBBI

Prendendo spunto da una delle tradizioni popolari del nostro territorio, i Diurni e Notturni scrivono e mettono in scena un testo originale ispirato alla leggenda del Ponte Gobbo di Bobbio. Personaggi bizzarri animeranno, tra risate e applausi, questa favola moderna che affronta in modo inusuale, e al tempo stesso profondo, i temi della partecipazione e dell’esclusione.

SPETTACOLO

21.00

Sala dei Teatini

EFFETTO NOTTE

a cura dell’Associazione Concorto

introduce CLAUDIA PRAOLINI

Il tema della partecipazione ed esclusione in una selezione di cortometraggi italiani e internazionali tratti dalle ultime edizioni del Festival Concorto, le cui trame e suggestioni richiameranno il filo conduttore scelto, per il 2014, come titolo del Festival del Diritto.

SPETTACOLO

21.30

Teatro Gioia

FUORI DAVANTI ALLA PORTA DI WOLFGANG BORCHERT

a cura di Cantiere Simone Weil e A.C.I.T. Piacenza Centro Culturale Italo-Tedesco

intervengono

GLI ATTORI DEL LABORATORIO CANTIERE SIMONE WEIL

Storia di un reduce, di un sopravvissuto, di “uno di quelli” che ritornano dall’inferno della guerra e non ritrovano più, in una patria estranea e ostile, né casa, né famiglia, né amore. In un prologo, un sogno e cinque scene, si racconta di chi ha partecipato al conflitto armato, rimanendo escluso dalla vita.

SPETTACOLO

22.00

Portici di Palazzo Gotico

VIAGGIO ITALIANO

a cura di Emergency - Gruppo di Piacenza

interprete: MARIO SPALLINO

Viaggio in Puglia, tra i raccoglitori stagionali cui presta assistenza il polibus. O in Sicilia, dove si curano gratuitamente i migranti – con o senza permesso di soggiorno – ma anche gli italiani in stato di bisogno. Come avviene a Reggio Calabria in un palazzo confiscato alla ’ndrangheta. O a Marghera, provincia di Venezia. Da Sud a Nord, è il “Programma Italia” di Emergency.

Venerdì 26 settembre 2014

PAROLA CHIAVE

9.30

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

COSTANZA MARGIOTTA

CITTADINANZA

introduce STEFANO RODOTÀ

Cosa significa essere cittadini oggi, di fronte alla globalizzazione, alla crisi del Welfare State e alle sfide delle società multiculturali? È il carattere ambiguo della cittadinanza europea a mettere bene in evidenza quelli che sono i limiti del concetto stesso di cittadinanza. L’orizzonte politico europeo permette di capire se esiste la possibilità di pensare la cittadinanza come concetto politico anche al di fuori dello Stato-nazione, riflettendo sul modello di cittadinanza post-nazionale.

LA VOCE DELLE SCUOLE

9.30

Teatro dei Filodrammatici

LA PIAZZA

a cura del Progetto Girello, in collaborazione con il liceo “M. Gioia”, il liceo “B. Cassinari”, l’“ISII G. Marconi” e l’istituto “G.D. Romagnosi” di Piacenza

coordinatrice: CARMEN CANEVARI

fumettista: SERGIO ANELLI

stilista: GRAZIA RESTA

regista e fotografo: FRANCESCO BARBIERI

dj: SIMONE CUTRÍ

docenti referenti: PAOLA CERVATO, PAOLA CORDANI, ELISABETTA PERUZZI, EGIDIO ROSSI

operatori teatrali e curatori della messa in scena Manicomics Teatro: AGOSTINO BOSSI, ALBERTO FONTANELLA, GRAZIELLA RIMONDI, ALLEGRA SPERNANZONI

La piazza, incrocio di energie esplosive e divertenti: l’omonima performance teatrale offre un interessante momento di riflessione sulla piazza del domani. L’iniziativa prevede inoltre una mostra, con l’esposizione delle fotografie, dei fumetti e dei disegni per la moda realizzati nell’ambito dei laboratori Girello. Colonna sonora a cura dei ragazzi che hanno seguito il corso di dj.

LA VOCE DELLE SCUOLE

9.30

Associazione Amici dell’Arte

VIAGGIO IN PRIMA CLASSE: PER UNA SCUOLA DELL’INCLUSIONE

a cura del IV Circolo di Piacenza

intervengono

CHIARA CORNELLI, SIMONA FAVARI, ELISABETTA MENOZZI, TIZIANA PERINI, MANUELA QUADRELLI, GIOVANNI ZAVATTONI E LE CLASSI II E III A DELLA SCUOLA PRIMARIA DUE GIUGNO

Il progetto sperimenta un nuovo modello organizzativo-didattico di formazione delle classi prime per costituire gruppi equieterogenei che garantiscano a tutti pari opportunità di apprendimento. Il percorso sarà illustrato attraverso: presentazione da parte di dirigente/docenti, video-documentario e drammatizzazione dell’esperienza, partecipazione dell’associazione dei genitori.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

IL GARANTE DEI DIRITTI NEI LUOGHI DI RECLUSIONE. STORIE, ESPERIENZE E RIFLESSIONI IN EMILIA-ROMAGNA

a cura del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, Comune di Piacenza

coordina DESI BRUNO

intervengono

ROBERTO CAVALIERI, ALBERTO GROMI, ELISABETTA LAGANÀ, MARCELLO MARIGHELLI

Una tavola rotonda dedicata al confronto e alla narrazione dell’esperienza dei garanti impegnati nell’ambito della tutela dei diritti dei detenuti, avamposto avanzato della cittadinanza all’interno di un sistema ancora opaco e chiuso in sé stesso. Proposte e suggerimenti per avvicinare ulteriormente la città reclusa alla città libera, favorendo così reali processi di inclusione.

LA VOCE DELLE SCUOLE

10.00

Salone Palazzo Gotico

LE IMMAGINI IN TESTA: SULLE TRACCE DEL FUTURO. I RAGAZZI DI PIACENZA INTERPELLANO IL MONDO ADULTO

a cura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

coordinano STEFANIA MAZZA, ANNA PARATICI

intervengono

PIERMARCO AROLDI, MASSIMO CIRRI, FEDERICO MACCAGNI, GIUSEPPE MAGISTRALI, CLAUDIA PRAOLINI

Dopo la proiezione di tre video realizzati dalle classi quinte di tre scuole superiori di Piacenza, esperti, insegnanti e studenti dialogano sul tema del futuro tra opportunità e rischi di esclusione, promuovendo in questo modo il protagonismo diretto dei giovani, in sinergia fra i diversi soggetti del territorio piacentino.

LA VOCE DELLE SCUOLE

10.00

Auditorium Santa Maria della Pace

SUI & DHAGA (AGO E FILO NELLO SLUM)

a cura dell’istituto “A. Volta” di Borgonovo Val Tidone

intervengono

STUDENTI DELLA CLASSE IV A IGEA

Storia di un gruppo di donne degli slum di Mumbai che attraverso la propria intraprendenza sono riuscite a cambiare il loro stato sociale ed economico.

TEMI E CONFRONTI

10.00

Palazzo Galli Sala Panini

I SINTI IN CAMPO: UNA PROSPETTIVA DI COMUNITÀ

a cura di L’Arco - Società cooperativa sociale

coordina STEFANO SANDALO

intervengono

CARLO BERINI, ELVIS FERRARI, SIMONETTA MALINVERNO, PAOLA SANTORO

Un confronto tra esperti, educatori e rappresentanti di associazioni sinti e un richiamo alla tradizione culturale-artistica di una comunità che ha attivato un percorso per partecipare alla vita della nostra città, sfidando la naturale tendenza all’emarginazione e all’esclusione a cui è sottoposta.

FOCUS

10.30

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

SALVATORE SETTIS

Diritto alla città E capitale civico

introduce PIETRO VERONESE

Città, paesaggio, opere d’arte sono beni civici, perché in essi fiorisce la possibilità di una comunità che non sia dominata dai particolarismi e dall’illegalità. Per questo tutelare rigorosamente le testimonianze artistiche, la natura, i centri storici non significa avere lo sguardo rivolto al passato, ma ricollegarsi alle promesse emancipative della Costituzione. Senza spazi pubblici nei quali essere liberi e attivi insieme agli altri, nei quali sia possibile un’azione comune per impedire gli scempi e recuperare il territorio dai disastri lontani e recenti, non c’è futuro civile.

TESTIMONI DEL TEMPO

11.00

Sala dei Teatini

PIETRO BUFFA, FRANCO MUSSIDA

CONTRO L’ESCLUSIONE: LA MUSICA E LO SPIRITO

coordina ANTONIO G. CHIZZONITI

La musica sa quello che deve fare. Siamo noi che ormai non glielo facciamo più fare. Continua a essere un ethos, è suono organizzato in grado di educare il nostro sentire, di generare simpatia o antipatia. Con la musica oggi però si fa come con l’acqua, la si usa e poi la si getta. Eppure serve per vivere da uomini fra gli uomini. L’uomo emette di giorno, come le piante di notte, un suo invisibile veleno, un’anidride carbonica fatta dei peggiori umori e sentimenti spesso repressi. Con le forze della musica si possono limitare le emissioni di quell’invisibile veleno emozionale che è l’odio. La musica può essere il ponte verso il sacro che c’è dentro e intorno a noi.

VISIONI

11.30

Auditorium Sant’Ilario

MARIO DOGLIANI

vita buona e rappresentanza

introduce RUBEN RAZZANTE

La rappresentanza politica è oggi concepita essenzialmente come una attività di trasmissione di domande – relative alla cura dei loro bisogni, dei loro interessi, delle loro identità – dai cittadini-elettori verso lo Stato. Ma in che modo il rappresentante realizza l’unità del rappresentato? Rendendo visibile e concretamente realizzabile la possibilità di una “vita buona”, sicura e dignitosa, nei suoi tratti fondamentali, per tutti.

TEMI E CONFRONTI

11.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

LA SALUTE “PARTECIPATA” A PIACENZA: TRA PREVENZIONE E CURA

a cura della casa editrice Vicolo del Pavone - Società cooperativa

coordina GIAMPAOLO NUVOLATI

intervengono

LUIGI CAVANNA, CAMILLA DI NUNZIO, FABIO FORNARI, STEFANO GANDOLFI, GIORGIO MACELLARI

Il tema dell’incontro riguarda una valutazione dello stato di salute della popolazione piacentina e delle politiche messe in atto a livello locale per la prevenzione e la cura di una serie di malattie in un’ottica partecipativa e di riduzione delle marginalità dei gruppi più deboli. L’evento è aperto a tutta la cittadinanza e in particolare agli operatori nel campo della salute.

TEMI E CONFRONTI

11.30

Associazione Amici dell’Arte

ASCOLTARE, DECIDERE E RENDERE CONTO. DALLA PARTECIPAZIONE ALLA DEMOCRAZIA INTELLIGENTE

a cura del centro culturale Igino Giordani di Piacenza

coordina PIERANGELO ROMERSI

intervengono

ANNA ASCANI, FLAVIANO CELASCHI, FRANCESCO ROLLERI, DANIELA ROPELATO

Si propone un nuovo legame di responsabilità tra livelli di governo, cittadini e istituzioni, società e politica per sanare il contrasto tra inclusione ed esclusione in merito alla partecipazione della gestione della cosa pubblica. In particolare, le ultime novità sulla definizione e gli strumenti della “democrazia intelligente”, sull’operato degli amministratori pubblici e sull’esperienza di un percorso partecipativo di successo.

forum

12.00

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

DEMOCRAZIA ORIZZONTALE: RETE E INIZIATIVE POPOLARI

coordina ANNA MASERA

intervengono

CORINNA CARACCIOLO, DERRICK DE KERCKHOVE, JUAN CARLOS DE MARTIN, VALENTINA PAZÈ, GABRIELLA TURNATURI

L’attuale crisi della rappresentanza impone di pensare agli strumenti per rigenerarla, anche al di fuori dei suoi canali tradizionali, allargando gli spazi dell’iniziativa e del controllo popolari. Molte le esperienze e le proposte che sembrano spingere in direzione di una democrazia più orizzontale: innanzitutto le nuove aggregazioni della rete, ma anche i bilanci partecipati, i referendum, le consulte civiche, la gestione collettiva dei beni comuni. Quali opportunità offrono queste tendenze e a quali nuove forme di istituzionalizzazione possono condurre? Se è vero che ci sono anche dei rischi di delegittimazione generale della mediazione politica, occorre cercare un punto di equilibrio tra partecipazione in rete, movimenti dal basso e delega.

LA VOCE DELLE SCUOLE

12.00

Auditorium Santa Maria della Pace

DALLA “CULTURA DELLO SCARTO" ALLA “CULTURA DELL’INCONTRO”: NON SOLO NUMERI, VOLTI E STORIE DI RIFUGIATI

a cura del liceo scientifico “A. Volta” di Castel San Giovanni

coordinano ROSALIA BARBA, MARIA TERESA PIROLI

intervengono

STUDENTI DELLA CLASSE II SCIENTIFICO A

Il progetto, mirato a sensibilizzare i giovani sul tema dell’immigrazione, è strutturato in due momenti: nel primo saranno presentati un glossario, alcuni dati statistici e le principali norme di diritto internazionale riguardanti il tema dei movimenti migratori; nel secondo sarà presentato un videomontaggio che accosta la storia di Hassan, giovane profugo afghano attualmente a Piacenza, alle vicende del protagonista di Cose di questo mondo, film-documentario di Michael Winterbottom.

TEMI E CONFRONTI

12.00

Palazzo Galli Sala Panini

LA DEMOCRAZIA NELLA CHIESA E LA SFIDA DELLA PARTECIPAZIONE

a cura di Azione Cattolica Diocesana di Piacenza

intervengono

ELENA CAMMINATI, GIOVANNI GRANDI

Sebbene la Chiesa cattolica si sia dotata di iter democratici, la sua struttura sociale conserva alcune forme di esclusione, in primis dall’esercizio del governo. Tuttavia proprio nella Chiesa esistono modelli di partecipazione fortemente inclusivi come nel caso dell’Azione Cattolica. La “partecipazione senza potere” si racconta ed esplora le radici dell’esclusione nella polis.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Salone Palazzo Gotico

I PROCESSI MIGRATORI E LA SICUREZZA SUL LAVORO, TRA PARTECIPAZIONE ED ESCLUSIONE

a cura dell’Associazione Ambiente e Lavoro per l’Emilia Romagna

coordina NANDA MONTANARI

intervengono

NORBERTO CANCIANI, ANNA GUARDAVILLA, CÉCILE KYENGE, PAOLO RIZZI, PADRE MARIO TOFFARI

I diritti degli immigrati e la partecipazione alla vita sociale e lavorativa: un confronto sulle criticità connesse alla effettiva applicazione di tali tutele e sugli strumenti attraverso i quali i lavoratori immigrati possono vedere riconosciuti i propri diritti ad un lavoro sicuro, socialmente integrato e rispettoso della dignità della persona. Saranno portate testimonianze di lavoratori stranieri.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

LA PENA PARTECIPATA: CRESCERE NEL CONFRONTO. ESPERIENZE D’INCONTRO TRA SCUOLE, CITTÀ E CARCERE

a cura dell’Associazione Onlus Verso Itaca

intervengono

JURI APARO, ORNELLA FAVERO, ELISABETTA MUSI

Esperienze e riflessioni di “pena partecipata” attraverso il dialogo tra esperti che operano in carcere, studenti della Facoltà di Scienze della Formazione e il pubblico. Impressioni e pensieri saranno tradotti in immagini da proiettare e da esporre in forma di mostra fotografica. Il dialogo con i ragazzi rompe l’isolamento e l’immobilità del carcere e produce un ripensamento.

VISIONI

15.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

GIUSEPPE VETTORI

IL CONTRATTO GIUSTO

introduce ANTONIO ALBANESE

Dopo le suggestioni del passato e le chiusure del positivismo, la scienza giuridica privatistica torna a confrontarsi con la teoria della giustizia. La disciplina del contratto, negli ultimi dieci anni, è mutata radicalmente. Basta pensare all’applicazione diretta dei principi costituzionali e al rilievo giuridico riconosciuto alle diversità di potere delle parti. Ma qual è il senso di questa novità? E quale l’assetto di un sistema delle fonti in tumultuosa trasformazione?

TEMI E CONFRONTI

15.30

Auditorium Sant’Ilario

DIRITTO PENALE ED EUROPA

a cura della Camera Penale di Piacenza

coordinano ANDREA PERINI, ROBERTO ROVERO

intervengono

CLAUDIA GUALTIERI, FILIPPO SPIEZIA, SIMONE ZANCANI

Le leggi quadro, le direttive e i regolamenti emanati dal Parlamento europeo nell’ambito della cooperazione giudiziaria nel settore penale comportano una valutazione sul tema dei rapporti, e delle loro criticità, tra processo penale e diritto europeo. Partecipare all’Unione Europea significa escludere o limitare le garanzie previste dai singoli Stati membri?

TEMI E CONFRONTI

15.30

Auditorium Santa Maria della Pace

LA RIFORMA DEL TERZO SETTORE: QUESTIONE DI FORMA O DI SOSTANZA?

a cura del Forum provinciale del terzo settore di Piacenza

coordina MARA VERDERI

intervengono

PIETRO BARBIERI, VERA NEGRI ZAMAGNI, EDOARDO PATRIARCA

L’evento è finalizzato all’analisi degli obiettivi delle Linee guida per la riforma del terzo settore predisposte dal governo a metà maggio 2014 e in attesa di diventare legge. Al tempo stesso si vuole favorire la partecipazione all’attuazione di una riforma tanto attesa, attraverso un dibattito dal quale emergano le necessità del terzo settore a cui si chiede di dare risposte.

TEMI E CONFRONTI

16.00

Galleria Ricci Oddi

PARTITI E SIMBOLI: RICONOSCERSI PER PARTECIPARE?

a cura dell’Associazione Amici del liceo scientifico “L. Respighi”

coordina IPPOLITO NEGRI

intervengono

TIZIANA ALBASI, GABRIELE MAESTRI, ALAN PATARGA

Un tempo elettori e militanti si riconoscevano nel loro partito di riferimento e nel suo simbolo. Oggi, mentre formazioni vecchie, nuove e “rinate” si contendono (con poche e incerte regole) gli emblemi tradizionali, i nuovi contrassegni spesso non trasmettono un’identità politica: simili a marchi, sembrano creati più per “vendere” un prodotto che per invitare a partecipare.

TEMI E CONFRONTI

16.00

Palazzo Galli Sala Panini

IL BAMBINO INVISIBILE. QUANDO L’AMORE AIUTA A SUPERARE LE FERITE

a cura de Il Brutto Anatroccolo, associazione di genitori adottivi e non

intervengono

SILVIA BARBIERI, PATRIZIO CAPELLI, MARCELLO FOA, CATERINA PASTORE

Sono le relazioni a cambiare il corso dell’esistenza dei bambini e l’amore che li aiuta a superare le ferite della crescita e ad andare oltre. Grazie alle diverse prospettive dei partecipanti, il momento servirà per evidenziare quanto la non esclusione, il non abbandono portino al miglioramento delle relazioni umane anche in contesti diversi da quello della famiglia.

VISIONI

16.30

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

ILVO DIAMANTI

Italia/Europa: geografia della partecipazione politica

introduce ANDREA MONTANARI

Le elezioni europee del 25 maggio 2014 hanno fatto emergere mutamenti profondi nella geografia elettorale e nel sistema partitico, in Europa e in Italia. Per la prima volta, l’unificazione europea ha costituito un riferimento importante nel dibattito e nel voto. Grazie ai partiti – apertamente e diversamente – critici nei confronti dell’Unione Europea e ancor più dell’euro. Partiti anti-europei, euro-critici ed euro-scettici. Così, in molti fra i principali Paesi europei, la competizione elettorale ha ridimensionato oppure messo fuori gioco i partiti delle tradizionali famiglie politiche: popolari, socialdemocratici, liberali. Mentre in Italia è avvenuto un altro cambiamento rilevante, rispetto al passato. La “nazionalizzazione” della geografia e dell’orientamento di voto, fino a pochi anni fa sostanzialmente regionalizzato. Oggi, invece, PD e M5s hanno un impianto territoriale “nazionale”. E perfino la Lega si sta spingendo a Sud.

TEMI E CONFRONTI

17.00

Associazione Amici dell’Arte

LA CITTÀ DELLA PARTECIPAZIONE, LA CITTÀ DELL’ESCLUSIONE

a cura dell’Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Piacenza e della Fondazione Architetti Parma e Piacenza

coordinano GIUSEPPE BARACCHI, ROBERTO BOLICI

intervengono

DAVIDE CENNI, BRUNO GABRIELLI, ETTORE ISACCHINI, ALFREDO PERI, FABRIZIO SCHIAFFONATI, LORENZO SPAGNOLI, SILVIA VIVIANI

Importanti processi di trasformazione investono oggi l’ambiente urbano modificandone radicalmente la forma fisica. La questione abitativa acquisisce un ruolo sempre più rilevante nell’ambito del dibattito pubblico. È quindi importante chiedersi come sia possibile dare alla città una nuova “dignità” e attribuire alla casa un ruolo funzionale di sviluppo della società.

dialoghi

17.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

GREGORIO ARENA, GUIDO MERZONI

PARTECIPAZIONE ED APPARTENENZA. IL CORAGGIO DI UNA EUROPA FORTE

coordina MASSIMO CALVI

Il percorso di costruzione europea vive un periodo di rigetto da parte delle opinioni pubbliche continentali. Eppure, perché i popoli europei possano continuare il loro percorso di sviluppo e prosperità un’Europa unita e forte sembra necessaria, sia per il disegno su scala adeguata delle politiche interne, sia per consentire al Vecchio Continente di mantenere e potenziare il ruolo di interlocutore autorevole nel contesto globale. Per rilanciare il progetto europeo bisogna partire da un’adesione “di cuore”, che è sentimento e ragione, e richiede la partecipazione dei popoli nella scoperta di un’identità comune. Servono però valori condivisi sui quali rilanciare una idea rinnovata di cittadinanza europea.

TEMI E CONFRONTI

17.30

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

CAFFEXPO’ FESTIVAL - PARTENARIATO TRANSATLANTICO: PARTECIPANTI ED ESCLUSI

a cura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

coordina ETTORE CAPRI

intervengono

MIRIAM BISAGNI, PAOLO DE CASTRO, FRANCESCA LOTTA, ANDREA RENDA

È attualmente in fase di negoziazione l’accordo di libero scambio tra Stati Uniti e Unione Europea. Secondo le previsioni degli studiosi questo creerà la zona di libero scambio più ampia al mondo con interessanti prospettive per l’economia mondiale. Le negoziazioni, tuttavia, si stanno svolgendo nel più stretto riserbo, ponendo non pochi problemi di democraticità e trasparenza.

Seguirà un aperitivo a cura del Campus Agroalimentare di Piacenza.

TEMI E CONFRONTI

17.30

cantiere dell'Urban Hub delle Industrie Creative Innovative Piacenza

INNOVAZIONE, NUOVI LAVORI E PARTECIPAZIONE: MAKERS E FABBRICAZIONE DIGITALE

a cura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

intervengono

FRANCESCO BOMBARDI, ANDREA DANIELLI, MARIO SALMON

Da qualche tempo si sta sviluppando un crescente interesse intorno alla cosiddetta "fabbricazione digitale" ovvero alla produzione basata su diverse tecniche, comprese quelle di prototipazione rapida basata sulla stampa tridimensionale che permette di ricorrere a tecniche additive per la produzione di prototipi. I makers possono diventare protagonisti di una nuova rivoluzione industriale? I FabLab sono diventati luoghi aperti di partecipazione dove i makers, spesso in una logica di co-working, sviluppano idee, progetti e nuova imprenditorialità. Si tratta di una moda o di una nuova opportunità per il futuro della manifattura italiana?

TEMI E CONFRONTI

18.00

Auditorium Santa Maria della Pace

NON COME FOGLIE AL VENTO: LA SCELTA DI ESSERCI

a cura di Residenza Trattamento Protratto Tracce, Dipartimento di Salute Mentale - Dipendenze Patologiche, AUSL di Piacenza

introduce GIOVANNI SMERIERI

interviene STEFANO MISTURA

proiezione di un video ideato e realizzato da GIORGIO ACERBI, FIORELLA ARCELLI, PASQUA BARILE, MARIA ANTONIETTA BOSELLI, LIA CAPRÌ, BERNARDO CARLI, MASSIMO COGNI, STEFANO DORDONI, ADELE FANTINI, LUCIA FAVA, POLIKSENI GEGA, PAOLO GUGLIELMETTI, SERGIO MANINI, LIVIO PASQUALI, ANDREA PETRASSI, RAFFAELLA POMELLA, MATTEO PRENCIPE, VALENTINO SBALBI E L’ÉQUIPE DI TRACCE

Un viaggio attraverso un cortometraggio e la lettura di poesie e testi, nelle diverse declinazioni del tema della partecipazione.

TEMI E CONFRONTI

18.00

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

LA DONNA PROTAGONISTA E PARTECIPE NELLA POLITICA E NELLA VITA SOCIALE

a cura della Commissione delle Elette

coordina BIANCA BERLINGUER

intervengono

PAOLA DE MICHELI, MARIASTELLA GELMINI, MARIA LUCIA GIROMETTA

Negli ultimi decenni, la condizione femminile è indubbiamente mutata nel mondo del lavoro, nella società e nella politica. Il fenomeno coinvolge anche le società quotate e controllate pubbliche che devono prevedere una quota di rappresentanza di genere nei consigli di amministrazione e nei collegi sindacali. Sheryl Sondberg, direttore operativo di Facebook, dice: “Le donne dovrebbero guidare l’economia mondiale perché sono più brave e le aziende dove comandano hanno performance migliori”.

SPETTACOLO

18.00

Galleria Ricci Oddi

ALL IN A GARDEN

a cura dell’Associazione Le vie del sale

interpreti: Coro del gruppo strumentale Gioia

direzione: MADDALENA SCAGNELLI

Concerto/reading: musica e poesia per la festa in giardino tra Seicento e Novecento.

VISIONI

18.30

Auditorium Sant’Ilario

ROBERTO ESPOSITO

Oltre il diritto proprietario. Persone, cose, corpi 

introduce GEMINELLO PRETEROSSI

È possibile superare la logica patrimonialistica, di antica radice romana, che determina il ruolo della persona a partire dalla proprietà delle cose – e perfino di altre persone – in un diverso modello sociale, definito dalla densità dei corpi viventi? Solo oltre la grande divisione tra persone e cose può aprirsi lo spazio di una nuova immaginazione politica e giuridica, che consenta di sottrarre le relazioni umane al dispositivo teologico-politico dell’esclusione reciproca.

TESTIMONI DEL TEMPO

20.00

Salone Palazzo Gotico

FABRIZIO GIFUNI

ORDINARE E PRECIPITARSI: RITO, GIOCO E PROCESSO PENALE

introduce STEFANO RODOTÀ

Attraverso il racconto di tre episodi tratti da Plutarco, Shakespeare e Bergman, Fabrizio Gifuni riannoda i fili invisibili che legano fin dalle origini il teatro al diritto e in particolare al processo penale, rappresentazione fedele dei nostri meccanismi psichici primari. Perché un legislatore, un assassino e un giudice trovandosi di fronte a un rito teatrale si trovano a reagire nello stesso modo? La nostra vita si impiglia continuamente nei concetti che animano la meccanica di un processo penale. È per questo che ne siamo così attratti: perché il processo ci convoca segretamente o espressamente nelle nostre stanze segrete. Tanto nei tribunali quanto in teatro il fine è la restaurazione di un equilibrio psichico turbato. L’ombra del “sacrificio” e il dispositivo luminoso del “gioco” appartengono tanto agli uni quanto all’altro. E come tutti i giochi anche il processo ha bisogno di regole.

SPETTACOLO

21.00

Sala dei Teatini

IL FUTURO DELLA MEMORIA. MUSICA E PAROLE PER NON DIMENTICARE

a cura dell’Associazione Arci Ponti di Memoria

interpreti: DANIELE BIACCHESSI, TIZIANA DI MASI, GAETANO LIGUORI, GIULIANO MORI, OPM, MASSIMO PRIVIERO

In scena i molteplici volti dell’impegno civile che Arci Ponti di Memoria ha espresso in centinaia di produzioni: brani tratti da 1914-1918, la guerra degli ultimi di Daniele Biacchessi e Massimo Priviero, Scoppia motore a scoppio degli Opm, Quel giorno a Cinisi. Storia di Peppino Impastato di Gaetano Liguori e Daniele Biacchessi, Mafie in pentola di Tiziana Di Masi.

SPETTACOLO

21.30

Teatro dei Filodrammatici

NESSUN ESCLUSO... TUTTI IN CORO!

a cura di Coro Cai Piacenza, Coro Scolastico Scuola “De Gasperi”, Coro I Tasti Neri

intervengono

TUTTI I MEMBRI DEI CORI COINVOLTI E I LORO MAESTRI CORRADO CAPELLINI, RAFFAELLA FELLEGARA, CATERINA GRANELLI, CORRADO POZZOLI

Come in un concerto, tre cori diversi per età, passioni musicali, stili comunicativi; uguali per voglia di fare musica, senso autentico dello stare insieme e della condivisione, per quella gioia unica di divertimento che giunge con rinuncia, studio, costanza.

Alcuni spettatori entrano nei cori per sentire ciò che sente chi è parte di un tutto, partecipando con la propria voce.

SPETTACOLO

22.00

Portici di Palazzo Gotico

SEBBEN CHE SIAMO DONNE…

a cura dell’Associazione Danzainfesta

È declinato tutto al femminile, il repertorio di canti popolari, balli etnici e testi poetici che intende accompagnare il pubblico nel cuore dell’universo emozionale delle donne, in un’ora di intrattenimento musicale incentrato sulla complessità e il fascino di un mondo da scoprire.

Sabato 27 settembre 2014

PAROLA CHIAVE

9.30

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

ALESSANDRO SOMMA

discriminazione

introduce GEMINELLO PRETEROSSI

La discriminazione è il trattamento differenziato delle persone finalizzato alla loro emarginazione. Per colpirla, il diritto non può limitarsi ad affermare il principio di uguaglianza: deve rimuovere gli ostacoli che di fatto la impediscono, creando pari condizioni di partenza o eventualmente imponendo una parità di risultato.

LA VOCE DELLE SCUOLE

9.30

Auditorium Santa Maria della Pace

LA PEER EDUCATION A SCUOLA: UN’ESPERIENZA DI INCLUSIONE PER DIVENTARE CITTADINI ATTIVI

a cura del liceo “M. Gioia” di Piacenza

coordinano PAOLA BERSANI, ANTONELLA CIOCCHI, MARIA CARLA SCORLETTI

intervengono

GLI ALUNNI TUTOR DEL LICEO

In un mondo predisposto per funzionare senza bisogno di relazioni, il liceo “Gioia” ha scelto di equilibrare questo aspetto con un supplemento di carica umana, affidando agli studenti il passaggio di esperienze, emozioni e conoscenze che fanno della scuola un luogo di vita, dove si progetta, si assumono impegni reciproci e si negoziano compromessi nella logica dell’accoglienza e dell’inclusione.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

AUTISMO: COME GARANTIRE LA PARTECIPAZIONE ALLA VITA CIVILE PER TUTTI

a cura dell’U.O. Complessa Psichiatria di Collegamento, Dipartimento di Salute Mentale - Dipendenze Patologiche, AUSL di Piacenza, e dell’Associazione Oltre l’autismo

coordina CORRADO CAPPA

intervengono

MARINA BACIS, MARIAGRAZIA BALLERINI, IRENE CAMPIONI, CRISTIANA FOGLIAZZA, PAOLO MARAZZI, CHIARA MARCHIONNI, MICHELE REBECCHI, PAOLA ROSSI

Esperienze e racconti di adulti con autismo che stanno progettando la loro vita normale. L’autismo non è una malattia ma una condizione della mente di origine neurobiologica. Essere autistici comporta spesso una difficoltà alla partecipazione diretta ai processi decisionali della vita pubblica e una conseguente riduzione di garanzia del godimento dei diritti.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Auditorium Sant’Ilario

IL GIORNALE LOCALE COME STRUMENTO PER FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE

a cura della Fondazione Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna

intervengono

GAETANO RIZZUTO, GIANGIACOMO SCHIAVI, CARLO SORRENTINO

Focus sull’informazione come strumento di consapevolezza e inclusione sociale, presupposto fondamentale della partecipazione. La natura del giornalismo come elemento di democrazia è resa ancor più evidente, in ambito locale, dal duplice ruolo dei cittadini: destinatari delle notizie e protagonisti attivi delle stesse, ad esempio attraverso le lettere al direttore.

Evento accreditato per la formazione professionale continua.

LA VOCE DELLE SCUOLE

10.00

Salone Palazzo Gotico

LA PAROLA “ESCLUSIVO”: FENOMENOLOGIA DI UNA TRUFFA VERBALE

a cura del liceo “G.M. Colombini” di Piacenza

intervengono

STUDENTI DELLE CLASSI V ESB E V ESF

Conferenza sul ribaltamento della valenza della parola “esclusivo”, dal suo significato letterale (che chiude fuori) a quello pubblicitario (straordinariamente bello). Mostra fotografica su luoghi che si autodefiniscono esclusivi, reinterpretati alla luce del significato originale (escludenti). Proiezione di interviste su ciò che evoca nel cittadino comune la parola “esclusivo”.

LA VOCE DELLE SCUOLE

10.00

Associazione Amici dell’Arte

OLTRE LA MASCHERA: STORIA DI UN’EMANCIPAZIONE

a cura dell’istituto “A. Berenini” di Fidenza

intervengono

FEDERICA DAVIGHI, GIACOMO GANDOLFI E ALCUNI STUDENTI DELL’ISTITUTO

Gli studenti presenteranno il loro progetto, mettendolo in correlazione con il senso dei versi richiamati nell’introduzione, commenteranno le sequenze di un breve video, simuleranno il dibattito attraverso il quale sono pervenuti all’ideazione della storia ed espliciteranno i simbolismi attivati e le scelte scenografiche attuate.

TEMI E CONFRONTI

10.00

Palazzo Galli Sala Panini

LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALL’AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA. GIURIA STATUNITENSE E CORTE D’ASSISE: ANALOGIE E DIFFERENZE

a cura di EFLIT - English For Law & International Transactions, Università di Parma, e di ELSA - European Law Students Association, sezione di Piacenza

coordina GIORGIA CIGALLA

intervengono

STEFANO MAFFEI, ELENA VACCARI

L’ordinamento italiano prevede che il cittadino possa concorrere all’amministrazione della giustizia in qualità di giudice popolare. Ma è negli Stati Uniti che tale principio trova massima applicazione, rendendosi unico rispetto ai modelli europei. In un’epoca di profonda sfiducia nella giustizia occorre soffermarsi su benefici e rischi di tale forma di partecipazione.

dialoghi

10.30

Sala dei Teatini

DARIO FRANCESCHINI, MARINO SINIBALDI

LA CULTURA COME PARTECIPAZIONE

coordina MASSIMILIANO PANARARI

Come si spiega la ridotta fruizione dei “beni culturali” in Italia rispetto agli altri Paesi europei? Quali sono i rischi e le opportunità della politica culturale, di fronte alle profonde trasformazioni dei mezzi di comunicazione? In un Paese nel quale scarseggia la fiducia tra i cittadini, in quali forme si può pensare alla cultura come occasione di partecipazione?

FOCUS

10.30

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

CARLO ALBERTO REDI

L’etica al tempo della biologia sintetica

introduce PINO DONGHI

Dopo il secolo della chimica (l’Ottocento) e quello della fisica (il Novecento), siamo ora in quello della biologia. In particolare la biologia sintetica segna il passaggio concettuale della biologia da scienza descrittiva del vivente a scienza della sintesi del vivente. Le bioscienze hanno un ruolo di primo piano nella costruzione della cittadinanza: che non può che essere espressione del pieno accesso, indipendente dal censo e da altri ostacoli, alle sue opportunità, ad esempio quelle terapeutiche. Ne deriva la necessità di sviluppare efficaci politiche che garantiscano a tutti i cittadini questa possibilità. Come tutte le rivoluzioni, anche quella biologica non può non destare accanto ad entusiasmi anche timori. Questi potranno essere superati solo attraverso la diffusione pubblica della conoscenza in campo biologico e un dialogo aperto che riconosca la pluralità dei valori. La biologia chiama alla partecipazione e all’inclusione.

LA VOCE DELLE SCUOLE

10.30

Teatro dei Filodrammatici

AIUTO: LA MIA COMPAGNA DI BANCO PUZZA!

Spettacolo teatrale a cura del laboratorio “Follemente” dell’istituto “G.D. Romagnosi” di Piacenza

intervengono

PAOLA CORDANI, LAURA FUSCONI, OMAR MAKHLOUFI, STEFANIA ZANFRISCO

Prendere posizione talvolta non è facile. Nel piccolo mondo di una classe si muovono Lucia e Manjot, le due ragazzine protagoniste dello spettacolo: una profuma di “Miss Dior”, l’altra “sa di India”. Ma inaspettatamente, complice la scrittura di un diario, scoprono che i loro due nomi hanno lo stesso significato e che, oltre il pregiudizio, la possibilità di incontro è reale.

DIRITTO IN AZIONE

11.00

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

Partecipazione e inclusione: la tutela del lavoro È un passaggio essenziale

a cura dell’Associazione Nazionale Magistrati

coordina Peppe Ruggiero

introducono Maurizio Carbone, Rodolfo Maria Sabelli, Valerio Savio

intervengono Carla Ponterio, Yvan Sagnet

Il tema dell’immigrazione non è solo una questione italiana ma di civiltà europea: deve dunque sempre più consolidarsi una politica tesa a garantire i diritti sociali, ivi compresa la tutela del lavoro. A questo deve corrispondere nel nostro Paese un impegno forte e concreto da parte di tutte le istituzioni per un percorso di inclusione a favore dei migranti: il lavoro è una delle tappe fondamentali di questo cammino. Assicurare la partecipazione effettiva ad ogni aspetto della vita lavorativa mette al riparo dai rischi di sfruttamento ed è condizione irrinunciabile per l’affermazione di una democrazia moderna.

FOCUS

11.30

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

GIANMARIO DEMURO, CARLO GALLI, CESARE PINELLI, GIOVANNI TARLI BARBIERI

QUALE FUTURO PER IL PARLAMENTO

coordina STEFANO FOLLI

Quali sono le prospettive del parlamentarismo e delle sue istituzioni nel momento in cui, a livello nazionale, si progetta una riforma che ridefinisce (e secondo molti ridimensiona) il ruolo del Parlamento, mentre, a livello comunitario, si è ben lontani dal vedere l’affermazione di schemi di funzionamento paragonabili a quelli degli Stati nazionali? Il fastidio verso la casta è, in realtà, una nuova forma di antiparlamentarismo, che risolve il problema della rappresentanza nella investitura popolare del governo? Oppure la marginalizzazione delle istituzioni parlamentari è un destino ineluttabile, imposto dalla tecnicizzazione della politica?

TEMI E CONFRONTI

11.30

Auditorium Santa Maria della Pace

NONOSTANTE TUTTO… DA DISFAGICO A DIVERSAMENTE BUONGUSTAIO

a cura del Gruppo Disfagia, AUSL di Piacenza

intervengono

ROBERTO ANTENUCCI, MARIO AZZALI, DOMENICO CUDA, STEFANO QUAGLIAROLI E GLI CHEF CARLA ARADELLI, ETTORE FERRI, STEFANO FERRI, ISA MAZZOCCHI, DANIELE REPETTI

Disfagia questa sconosciuta. La difficoltà nel deglutire influenza molti aspetti della vita della persona e il pasto non è più un momento piacevole. La partecipazione di tutti può evitare l’isolamento e il disagio. E per finire con gusto... assaggio di un aperitivo “modificato” preparato da chef “stellati” per assaporare un diverso modo di alimentarsi!

visioni

12.00

Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano

PAOLO ZATTI

STORIE DI MORTE RUBATA

introduce STEFANO RODOTÀ

“A causa del progresso medico e tecnico-medico, il morire tende sempre più a non essere percepito come un processo naturale, ma come una conseguenza di decisioni umane che hanno per contenuto il porre fine o il rinunciare a misure mediche di prolungamento della vita” (dalla relazione alla legge tedesca sulle disposizioni del paziente). Allo stesso tempo, un modello gerarchico radicato nella cultura medica, la complessità dell’organizzazione sanitaria, la necessità di protocolli uniformi, l’incertezza del diritto e la medicina “difensiva”, il resistente tabù della morte, generano condotte di medici, familiari e pazienti che escludono la persona dalle decisioni di fine vita. Il morire protocollare oscura il diritto della persona alla propria morte, a una fine pienamente inclusa nella propria vita, “il morire che viene da quella vita in cui... ebbe amore, senso e pena” (Rilke). Ritrovare la dignità del morire è un passaggio chiave per ricostruire la dignità della persona nella relazione di cura, ed è compito di un nuovo diritto della medicina.

FOrum

12.00

Auditorium Sant'Ilario

donne, POLITICA E LAVORO

coordina MONICA D’ASCENZO

intervengono

ELISABETTA FERRARI, CLAUDIA PARZANI, FRANCESCA ZAJCZYK

Rispetto agli anni Cinquanta, quando l’accesso a certe professioni era sbarrato per le donne, molte cose sono cambiate. Nella mentalità, nei codici familiari, nelle istituzioni pubbliche e nelle imprese. Ma c’è ancora strada da fare, per avere una effettiva parità di genere, soprattutto per quello che riguarda l’accesso delle donne a ruoli di responsabilità, l’ampliamento della loro presenza complessiva nel mondo del lavoro, la tutela dei diritti del lavoro femminile nelle situazioni più disagiate, la ridefinizione del Welfare per favorire un nuovo equilibrio tra impegni familiari e lavoro. Le tecniche e le soluzioni giuridiche per favorire un avanzamento in questa direzione sono varie, e spesso controverse (quote rosa, incentivi, rimodulazione dei tempi), ma è evidente che l’elemento fondamentale è quello culturale.

TEMI E CONFRONTI

12.00

Palazzo Galli Sala Panini

ENJOY YOUR COMMUNITY: L’IMPORTANTE È PARTECIPARE

a cura dell’Associazione sportiva dilettantistica San Polo Calcio 1967

intervengono

SARA ANDREELLO, FILIPPO BATTINI, RICCARDO DOLCETTI, MATTEO MARCHETTI, MARIA SAPONE

Saranno analizzate le caratteristiche delle organizzazioni sportive, individuandone le funzioni e i compiti e approfondendo il reciproco legame con le comunità a cui appartengono. Si proporranno attività operative attraverso le quali sperimentarsi in esperienze di tipo partecipativo in modo da raccogliere stimoli e riflessioni per interventi futuri.

SPETTACOLO

13.00

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

LUDWIG VAN BEETHOVEN, SERENATA N° 2 IN RE MAGGIORE PER TRIO D’ARCHI OP. 8

a cura dell’Associazione Piacenza Arte

violino: CRISTIANA VIANELLI

viola: VALENTINA GIANGASPERO

violoncello: ANDREA SCACCHI

La Serenata, composta tra il 1796 e il 1797, fu una delle prime composizioni di Ludwig Van Beethoven nell’ambito della musica da camera per soli archi. Un capolavoro fresco, di particolare intensità emotiva, distante dalle composizioni della maturità, eppure frutto di una mano già consapevole e innovativa.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Palazzo Galli Sala Panini

QUANDO PARTECIPARE È DIRE “NO!”

a cura del Tavolo della Pace di Piacenza e Progetto Policoro

coordina FEDERICA LUGANI

intervengono ALCUNI TESTIMONI OBIETTORI PIACENTINI E ATTIVISTE DI PACE PROTAGONISTI DEL VIDEO

Dire “No!” a guerre, spese militari, commercio d’armi e servizio di leva è una delle forme di partecipazione nonviolenta di alto valore civile. Esiste un pezzo di storia piacentina in cui giovani uomini e donne sono stati protagonisti con le loro scelte di vita in tal senso; ad essi si darà voce con racconti video e dal vivo, per riaccendere l’urgenza di simili scelte in uno scambio tra generazioni.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

LE NUOVE START UP SOCIALI, CREATIVE E CULTURALI PER MIGLIORARE IL WELFARE DELLA COMUNITÀ

a cura della Cooperativa sociale Tice

coordina FRANCESCO TIMPANO

intervengono

VALENTINA ARALDI, PAOLO BELLUCO, FRANCESCA CAVALLINI, ALEN MARENGHI, FLAVIO MUTTI

Lavoro, cultura, impresa e innovazione sono alcune delle strategie che possono portare i giovani a partecipare alla creazione del futuro del nostro Paese. Attraverso l’analisi di esperti e la presentazione di esperienze territoriali e best practices verranno affrontate tematiche rilevanti come l’occupazione giovanile e l’innovazione sociale.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Auditorium Sant’Ilario

EUROPA, LASCIAMI ENTRARE!

a cura di Diritti d’Europa e dell’Associazione Generazione Zero

coordina AURORA LICCI

intervengono

MARCO BORRACCETTI, ELLY SCHLEIN

Se l’Europa non fosse partecipazione tutto rimarrebbe fermo a valori affermati sulla carta. Negli ultimi anni la tenuta del sistema Europa è stata messa a dura prova dalle istanze euroscettiche. Il Parlamento neoeletto dovrà fronteggiare problematiche complesse, come l’impellente questione dei flussi migratori. Si apre dunque una nuova fase per l’Europa e per i suoi organi?

DIALOGHI

15.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

CARLA BARBATI, ANTONELLA SCIARRONE ALIBRANDI

FORMAZIONE GIURIDICA E PARTECIPAZIONE: IL RUOLO DELL’UNIVERSITÀ

coordina ANTONIO G. CHIZZONITI

È possibile un modello di studi giuridici universitari che nel rispetto della sua naturale missione di formazione dei futuri avvocati, magistrati, notai e amministratori pubblici si proponga di offrire competenze nuove maggiormente funzionali alle esigenze della società odierna? Revisione della struttura dei corsi di studio, metodologie e strumenti per la didattica, integrazione con la ricerca sono i principali aspetti sui quali il mondo dell’Università oggi si interroga per offrire professionalità capaci di raccogliere anche dal punto di vista del diritto la sfida della modernità.

TEMI E CONFRONTI

15.30

Associazione Amici dell’Arte

CITTADINANZA ATTIVA E QUALITÀ DELLA DEMOCRAZIA

a cura di Svep - Centro di servizio per il volontariato di Piacenza

intervengono

RAFFAELLA FONTANESI, GIOVANNI MORO, STEFANO TRASATTI

Negli ultimi anni assistiamo al proliferare di associazioni di consumatori, gruppi ambientalisti, organizzazioni di volontariato, comitati locali, gruppi di auto-aiuto, cooperative sociali. Queste forme di impegno si diffondono nel momento in cui diminuisce l’affezione dei cittadini per le tradizionali forme di partecipazione alla vita pubblica, per esempio i partiti.

TEMI E CONFRONTI

16.00

Auditorium Santa Maria della Pace

FINANZA ETICA, ECOLOGIA E COABITAZIONE: MODELLI PER UN FUTURO SOSTENIBILE

a cura del Coordinamento soci di Banca Etica - sezione di Piacenza e dell’Associazione Lumen

intervengono

GIUSEPPE MISEROTTI, FABIO SILVA, MILENA SIMEONI


 

Partecipazione come modello di sviluppo sostenibile. L’esperienza diretta di Banca Etica, Isde e Lumen per presentare modelli concreti e prosperi nel rispetto dell’uomo e delle future generazioni.

TEMI E CONFRONTI

16.00

Galleria Ricci Oddi

CYBERBULLISMO E MISOGINIA. LE MOLESTIE DI GENERE SU INTERNET

a cura di Soroptimist International - Club di Piacenza

introduce GAIA PARADISO

interviene

MARIA NOVELLA DE LUCA

L’aumento delle molestie di genere sui social network rivela disagio sociale e incapacità di gestire democraticamente la partecipazione a un mondo globalizzato nell’era digitale con gravi implicazioni sulle fasce più deboli. Il dibattito intende denunciare la situazione e sollecitare attenzione al problema da parte sia delle famiglie sia delle istituzioni educative.

VISIONI

16.30

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

ERHARD DENNINGER

Cosa significa “integrazione”? Gli immigrati nell’esperienza tedesca

introduce GEMINELLO PRETEROSSI

Nel 2012 circa 400.000 immigrati “stabili” sono arrivati in Germania. Sulla “scala delle preferenze”, la Germania si trova dunque al secondo posto, dopo gli Stati Uniti, ma prima dei Paesi “classici” d’immigrazione come il Canada o l’Australia. Ma in che misura l’integrazione degli immigrati, che in totale si contano a milioni, può essere giudicata ben riuscita? Quale significato hanno e come possono essere valutati concetti come “cultura modello”, “patriottismo costituzionale”, “assimilazione”, “integrazione”, “società parallela”, che vengono spesso usati in maniera polemica nella discussione politica, in Germania ma anche negli altri Paesi europei?

TEMI E CONFRONTI

17.00

Palazzo Galli Sala Panini

FRONTIERE ISPANOAMERICANE DEL XXI SECOLO: UN LABORATORIO CULTURALE E SOCIO-POLITICO

a cura dell’Associazione Amicizia Italia-Cuba - Circolo di Piacenza

coordina FRANCO SPEZIA

intervengono

DANILO MANERA, SILVIO MIGNANO

Dai Caraibi alle Ande, nuove esperienze e nuovi progetti democratici allargano la partecipazione e l’inclusione, spinti dalla crescita economica e civile di un continente meticcio e indocile. L’America centromeridionale è uno straordinario laboratorio dove la democrazia, l’inclusione e la giustizia sociale si sono consolidate quasi ovunque. Cruciale il 2014, anno di grandi appuntamenti elettorali.

dialoghi

17.30

Auditorium Sant’Ilario

PAOLO DOSI, DANIELA MILANI, FEDERICO PIZZAROTTI, FLAVIO TOSI

PARTECIPARE ALLA CITTÀ

coordina GAETANO RIZZUTO

Le città sono, da sempre, uno spazio privilegiato di interazione e azione collettiva. Nella città è nata la stessa nozione di politica. In piazza si è fatta esperienza di democrazia. Non a caso il rapporto più diretto che i cittadini avvertono con la cosa pubblica è con i sindaci e i comuni. Cosa è stato fatto e quanto ancora si può fare per regolare efficacemente la partecipazione alle decisioni che riguardano la comunità cittadina, la conoscenza e la trasparenza degli atti amministrativi, la valorizzazione del contributo cognitivo e solidaristico che tutti i cittadini possono dare.

VISIONI

17.30

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

mARIO bOTTA

SPAZI PARTECIPATI: L’ARCHITETTURA COME MEMORIA

introduce FRANCESCO ERBANI

L’opera di architettura testimonia la storia del proprio tempo. Quella del costruire è una condizione che trasforma un equilibrio esistente in uno nuovo ed è in questa metamorfosi che risiede la finalità di ogni atto creativo. Si tratta di un processo continuo attraverso il quale gli spazi vengono via via modificati nel tempo per rispondere alla sensibilità dei differenti periodi storici. Là dove più forti sono stati la presenza, il lavoro, le lotte e le speranze di altri uomini, ancora oggi possiamo riconoscere una storia che ci appartiene, un territorio della memoria. Questa “prossimità” di un “passato come amico” (Kahn) deve entrare a far parte del progetto così come i dati tecnici-funzionali.

TEMI E CONFRONTI

17.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

PARTECIPAZIONE E CAPITALI: LA DEMOCRAZIA AZIONARIA

a cura della Facoltà di Economia e Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro Cuore

coordina GIANGIACOMO SCHIAVI

intervengono

IVAN DEMURO, CLAUDIO FRIGENI, PAOLO MONDINI, AMEDEO VALZER

Nell’ultimo decennio il diritto dell’impresa e la normativa societaria sono stati interessati da incisivi interventi legislativi di riforma che hanno messo in dubbio la persistente validità nel vigente ordinamento di alcuni principi basilari delle società di capitali. È quanto mai opportuna una riflessione sui rapporti tra investimento nell’impresa, partecipazione sociale e fini perseguiti dall’organizzazione e su come questi rapporti possano essere intesi alla luce delle nuove regole e sotto diverse angolazioni: quella dell’azionista, quella dell’investitore nel mercato, quella del creditore istituzionale e quella del socio pubblico.

TEMI E CONFRONTI

17.30

Associazione Amici dell’Arte

L’ARTE PARTECIPA AL MERCATO O IL MERCATO ESCLUDE L’ARTE?

a cura dell’Associazione Amici dell’arte

coordina GIOVANNA PALLADINI

intervengono

MARIO BERNARDO, LUIGI GALLI, GIORGIO GREGORIO GRASSO, GIANCARLO GRAZIANI, VITO TESTAJ

L’iniziativa si articola in una mostra collettiva di opere contemporanee dal titolo “Il potere dell’arte”, a cura e presentata dal critico e storico dell’arte Giorgio Gregorio Grasso, e in una conferenza sul difficile rapporto tra arte e mercato, alla luce anche dei condizionamenti derivanti dal mondo dei collezionisti che selezionano ed escludono.

TEMI E CONFRONTI

17.30

Portici di Palazzo Gotico

CAFFEXPO’ FESTIVAL - LA PARTECIPAZIONE DELLE IMPRESE ALLA COSTRUZIONE DI UN MONDO SOSTENIBILE

a cura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

coordina ETTORE CAPRI

intervengono

FABIO ANTOLDI, MIRIAM BISAGNI, PAOLA CAVANNA

L’impresa può essere attore credibile in tema di sostenibilità? La scommessa: ripensare l’impresa per creare valore sociale, attraverso la costruzione di sinergie e strategie condivise. Ciò non solo costituisce vantaggio competitivo per l’impresa ma può anche essere strumento per rinsaldare quel senso di communitas che nella cosiddetta società liquida va irrimediabilmente perdendosi.

Seguirà un aperitivo a cura del Campus Agroalimentare di Piacenza.

TEMI E CONFRONTI

18.00

Salone Palazzo Gotico

QUANDO LA PARTE OFFESA È ANCHE LA SOCIETÀ CIVILE

a cura di Libera. Associazioni nomi e numeri contro le mafie - Coordinamento di Piacenza

intervengono

DON LUIGI CIOTTI, ENZA RANDO

La partecipazione della società civile nei processi che coinvolgono tutti, per i reati che danneggiano tutti. Concluso il processo per l’omicidio di Mauro Rostagno, molte vittime di mafia attendono verità e giustizia. Le associazioni si sono costituite parte civile: quale ruolo per la coesione sociale nella richiesta di giustizia.

TEMI E CONFRONTI

18.00

Auditorium Santa Maria della Pace

LA CITTÀ DI PIACENZA IN RAPPORTO AI SUOI GIOVANI

a cura della Consulta servizi educativi, scuola, formazione, giovani di Piacenza

coordina NICCOLÒ MORELLI

intervengono

ALBERTO CAMPAILLA, CLAUDIA PRATELLI

La Consulta giovani di Piacenza propone un momento di confronto tra assemblea e referenti scelti che interpreteranno, nella modalità di una tavola a più voci, ruoli significativi della partecipazione giovanile, in rapporto alla città: il giovane studente, il giovane lavoratore, il giovane disoccupato, il giovane artista, il giovane organizzatore d’eventi, il giovane sportivo.

VISIONI

18.30

Sala dei Teatini

GAETANO SILVESTRI

L’EGUAGLIANZA SOSTANZIALE COME CONDIZIONE GENERALE DI INCLUSIONE

introduce STEFANO RODOTÀ

Il secondo comma dell’art. 3 della Costituzione italiana prescrive, tra l’altro: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che [...] impediscono l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Le disuguaglianze di fatto incidono negativamente non solo sui diritti sociali (ad esempio, lavoro, salute, istruzione), ma anche su quelli civili (ad esempio, manifestazione del pensiero, difesa in giudizio) e politici (ad esempio, elettorato attivo e passivo). Dal piano della mera potenzialità giuridica occorre quindi passare, per attuare la piena tutela di tutti i diritti, a quello dell’effettività. In questa prospettiva le politiche pubbliche non sono meno importanti delle leggi.

TESTIMONI DEL TEMPO

20.00

Salone Palazzo Gotico

PIETRO GRASSO

COSA OSTACOLA LA LEGALITÀ?

introduce LIRIO ABBATE

Criminalità organizzata e corruzione sono due zavorre che pesano gravemente sulla realtà italiana. Affermare il principio di legalità in tutto il territorio nazionale è fondamentale per rafforzare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni democratiche. Ma quali sono le cause che frenano questo processo? Perché ai passi in avanti compiuti, anche grazie alle inchieste della magistratura e all’opera delle forze dell’ordine, sono spesso seguiti passi indietro? Quali strumenti occorrono per consolidare un vero cambiamento all’insegna del rispetto delle regole?

SPETTACOLO

21.00

Sala dei Teatini

PREMIO ANMIL 2014

a cura di Anmil - Associazione nazionale onlus fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro

coordina GIOVANNI PALISTO

Cerimonia di consegna del riconoscimento destinato a personalità che hanno promosso la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro, la ricerca scientifica e l’integrazione sociale dei cittadini disabili. Chiusura con il recital di Flavio Oreglio, intrattenitore raffinato su temi sociali, lasciando spazio anche alla musica.

SPETTACOLO

21.30

Teatro dei Filodrammatici

ANTOLOGIA DI SPOON RIVER DI EDGAR LEE MASTERS

a cura dell’Associazione culturale Gruppo teatrale Quarta Parete

interpreti: ELVINO BARAZZONI, FABIO CAMONI, LORELLE CARINI, SABRINA DE CANIO, MANUELA FIANDRI, ANNA GALLAZZI, STEFANIA GENNARI, OMAR MAKHLOUFI, DANIELE RIGHI, TINO ROSSI, PAOLA VINCINI

regia: TINO ROSSI

Le anime che raccontano, ciascuna con versi brevi ma ficcanti, uno squarcio della loro passata esistenza, costruiscono la mappa sequenziale dei ricordi che delinea la vita intera di un paese, tessendo la rete dei rapporti che teneva legata questa piccola comunità. Un affresco che, attraverso i ritratti di gente comune, mette a nudo partecipazione ed esclusione nelle relazioni umane.

SPETTACOLO

21.30

Auditorium Sant’Ilario

AMRICORD. PIACENZA RACCONTATA ATTRAVERSO I RICORDI IN DIALETTO DI OLTRE SETTANTA PROTAGONISTI. LA CITTÀ, IL LAVORO, L’AMORE

a cura dell’Associazione culturale Coming Out

intervengono

ROBERTO DASSONI, DONATELLA FERRARI

Il documentario Amricord è stato realizzato grazie alla partecipazione di circa 70 persone, la maggior parte delle quali, guardando i meri dati anagrafici, anziane. Dal coinvolgimento di cittadini non più attivi, dal punto di vista lavorativo o della partecipazione politica, un importante documento di memoria storica.

SPETTACOLO

22.00

Portici di Palazzo Gotico

TANGO BURLESQUE

a cura dell’Associazione di promozione sociale Piacetango

presentazione: GABRIELLA CAMOZZI

insegnante: VANESA LAMIS

selezione musicale: TDJ ALEJANDRO PEREIRA

Le allieve della scuola portano in scena una danza coreografica dal carattere satirico, che sottolinea la componente emozionale di ogni gesto, libero da interpretazioni accademiche, in un’elegante e sorridente teatralità. A seguire, con il libero coinvolgimento del pubblico, i ritmi del tango argentino, in un ballo aperto a tutti gli appassionati.

Domenica 28 settembre 2014

VISIONI

9.30

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

FRANCESCO BOTTURI

BENE COMUNE

introduce ANTONIO G. CHIZZONITI

La nozione del “bene comune” tormenta la teoria politica contemporanea, oscillando tra frequenti riemersioni e stabile oscurità. Una teoria del “bene comune” ha pretese forti, addirittura di fondamento del politico, che oggi si confrontano con una profonda crisi dell’universale politico: è in grado di render conto della proceduralità vs sostantività, del pluralismo vs uniformità, della laicità vs integralismo? La questione del bene comune rimette in gioco il senso della relazionalità e comunanza costitutive della vita associata, il passaggio tra società civile e società politica, il rapporto tra bene pubblico storico e origine e fine della convivenza.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Auditorium Sant’Ilario

LA PARTECIPAZIONE DEL CITTADINO ALLA COSA PUBBLICA, TRA NUOVE OPPORTUNITÀ DEL WEB E DISSERVIZI CRONICI

a cura dell’Associazione di consumatori Confconsumatori

coordina FLAVIO MERLO

intervengono

MARA COLLA, UMBERTO FANTIGROSSI, VALENTINA FILIPPINI

Per stimolare la partecipazione alla cosa pubblica occorre, da un lato, consentire l’accesso su larga scala al web e ai suoi molteplici vantaggi (e-commerce, e-government, social network...), dall’altro, superare definitivamente quei disservizi cronici del mondo reale (code, burocrazia, digital divide) che alimentano nel cittadino il senso di esclusione e insoddisfazione.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

MATRIMONI GAY: LA TRASCRIZIONE IN ITALIA COME FORMA DI PARTECIPAZIONE INTERNAZIONALE

a cura di Arcigay L.’A.T.OMO.

intervengono

DOMENICO ALFARONE, CLAUDIO BOCCINI, VALERIANO SCASSA

L’Italia resta uno dei pochi Paesi occidentali senza una legge che riconosca le unioni omosessuali. Alcune coppie, sposate all’estero, hanno intrapreso una battaglia per la trascrizione del loro status nei propri comuni di residenza. Il caso della prima coppia gay italiana a riuscire in questa impresa sarà oggetto di approfondimento nel corso dell’incontro.

TEMI E CONFRONTI

9.30

Palazzo Galli Sala Panini

IL PERCORSO DI CURA NEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: IL RUOLO DELLA FAMIGLIA

a cura dell’Associazione Puntoeacapo Onlus

coordina ELENA UBER

intervengono

GERMANA CERVINI, VANESSA MONTEROSSO, MARA NEGRATI, MONICA PREMOLI

La letteratura scientifica dimostra che l’intervento di sostegno psicologico alla famiglia dei pazienti con disturbo del comportamento alimentare è fondamentale per la guarigione degli stessi. L’ospedale di Piacenza offre un percorso di sostegno alla famiglia e la rende partecipe alle varie fasi della malattia. L’esclusione sarebbe limitante nel processo di cura di questi pazienti.

FOCUS

10.00

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

DANIELE CHECCHI, ROBERTO REGGI

ABBANDONO SCOLASTICO ED ESCLUSIONE

introduce STEFANO PIZIALI

La scuola è uno dei luoghi privilegiati per la formazione della cittadinanza. Il suo contributo è fondamentale per garantire pari opportunità a tutti, rimediando per quanto possibile alle disuguglianze sociali e familiari. Per questo è necessario individuare le cause dell'abbandono scolastico e predisporre rimedi adeguati per contrastarlo.   

SPETTACOLO

10.00

Salone Palazzo Gotico

PARTECIPARE È VINCERE! PROGETTO MEDIASCUOLA 2014

a cura di Manicomics Teatro in collaborazione con Assessorato Politiche scolastiche e giovani del Comune di Piacenza, scuole elementari “Alberoni”, “Caduti sul lavoro”, “Don Minzoni”, “Due Giugno”, “San Lazzaro”, “Taverna” e “Vittorino da Feltre”, ASP Città di Piacenza - Ospizi Civili e Gruppi di Accoglienza Comunità Albatros

intervengono BRUNELLO BUONOCORE, MARIA LUISA CONTARDI, MATTEO GHISALBERTI, GIULIA PIROLI, MARIA SPELTA, ALLEGRA SPERNANZONI, ROLANDO TARQUINI E ALCUNI INSEGNANTI E BAMBINI DELLE CLASSI DI SCUOLA PRIMARIA PARTECIPANTI

In un filmato, le avventure calcistiche di sette classi di scuola primaria e un gruppo di adolescenti della Comunità Albatros. Ma quale calcio? Se il teatro è divertimento e riflessione, i partecipanti hanno reinventato le regole, con punti assegnati per “gentilezza”, simpatia e lealtà. Così la vittoria si fa inclusione, partecipazione, contatto, integrazione e prevenzione dei conflitti.

LA VOCE DELLE SCUOLE

10.00

Auditorium Santa Maria della Pace

ALLA TUA SALUTE!” L’EDUCAZIONE FRA PARI NELLA PREVENZIONE DELL’USO E ABUSO DELL’ALCOOL

a cura del liceo “B. Cassinari” e dell’istituto “A. Tramello” di Piacenza

coordinano ROSSELLA GROPPI, ANNA LORENA MORI, MARIA RITA PRAZZOLI

intervengono

ALCUNI STUDENTI DEL LICEO “B. CASSINARI”

Alcuni studenti-tutor, protagonisti di un’attività di educazione tra pari sulla prevenzione nell’uso di alcool, illustreranno il percorso svolto: formazione iniziale, tenuta dagli operatori dell’AUSL, incontri con classi del biennio e attività diversificate sul piano metodologico. Un esercizio di cittadinanza attiva per i tutor e un incentivo alla partecipazione per le classi.

DIRITTO IN AZIONE

11.00

Palazzo Rota Pisaroni Salone d’Onore

il riconoscimento di diritti nelle società multiculturali e il ruolo dell’Avvocatura

a cura del Consiglio nazionale forense

coordina Guido Alpa

Le società multiculturali sono fonte di valori, di scambi, di conflitti, e mettono in gioco i fondamenti della democrazia: le libertà e i diritti possono esserne esaltati o conculcati. Il riconoscimento dei diritti – che trovano la loro somma nel paradigma della dignità umana – non è solo compito del legislatore e del giudice, è ministero insopprimibile dell’avvocato che, per obbligo di legge e regola deontologica, deve difenderla in ogni sede e contro ogni autorità. La nuova riforma della legge forense rivendica questo ruolo all’Avvocatura e la impegna nella lotta per il diritto e per i diritti.

VISIONI

11.30

Auditorium Sant’Ilario

PIETRO COSTA

RICONOSCIMENTO E INCLUSIONE: UNA “PROMESSA NON MANTENUTA” DELLA DEMOCRAZIA?

introduce GEMINELLO PRETEROSSI

Una delle “scommesse” della democrazia novecentesca è stata la possibilità di realizzare una società inclusiva, dove tutti i cittadini potessero partecipare alla vita della comunità politica e accedere a un comune patrimonio socio-economico e culturale. Nel secondo dopoguerra, si afferma il rapporto obbligato fra la democrazia e i diritti (civili, politici e sociali), della cui realizzazione si devono far carico le istituzioni (nazionali e sovranazionali). A partire dagli anni Ottanta del Novecento, però, la centralità dell’eguaglianza è stata messa in questione dalle ideologie e dalle pratiche neo-liberiste. In nome della “crisi”, l’universalismo dei diritti ha dovuto fare i conti con strategie che hanno invocato l’irrigidimento delle identità e la necessità delle esclusioni. Dobbiamo dare per esaurito il messaggio inclusivo della democrazia novecentesca oppure possiamo trarne indicazioni per il nostro presente?

ISTRUZIONI PER L’USO

11.30

Palazzo Galli Sala Panini

I DIRITTI DELLE NUOVE FAMIGLIE TRA PROGETTI DELLA POLITICA E SUPPLENZE DEI GIUDICI

a cura de “Il Sole 24 Ore”

coordina FRANCA DEPONTI

intervengono ANGELO BUSANI, GIOVANNI NEGRI, GIORGIO VACCARO

Dalle coppie di fatto ai diritti dei figli, senza distinzioni. La politica rincorre nuove forme di inclusione e di tutela e lo fa con strumenti non sempre adeguati, sulla scia di nuove e diverse emergenze. Il punto tra prese di posizione della giurisprudenza e discussione in Parlamento (ma non solo) sui temi più caldi dei diritti delle nuove famiglie.

FOCUS

12.00

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

LUIGI NICOLAIS, FRANCESCO PROFUMO

Le regole dell’innovazione

coordina LUCA DE BIASE

La ricerca fa crescere non solo il Pil, ma anche la conoscenza: ciò rappresenta un’opportunità straordinaria per rafforzare la partecipazione democratica di cittadini consapevoli e informati e l’inclusione sociale. L’innovazione tecnologica può rendere migliore la vita delle persone, a patto che i suoi frutti non siano riservati a pochi e che la realizzazione del cambiamento tenga sempre presente il rispetto dei diritti fondamentali e della dignità di tutti. Di cosa ha bisogno l’Italia per rilanciare la sua capacità di innovare? Come favorire una modernizzazione dal volto umano?

DIALOGHI

12.00

Salone Palazzo Gotico

tITO BOERI, MAURIZIO LANDINI, UMBERTO ROMAGNOLI

Siamo ancora una Repubblica fondata sul lavoro?

coordina TONIA MASTROBUONI

Che l’Italia dovesse essere una Repubblica fondata sul lavoro non era un’affermazione retorica. Significava che la costruzione della cittadinanza passa inevitabilmente attraverso la dignità del lavoro. Che partecipazione democratica, inclusione sociale e tutela del lavoro vanno di pari passo. Questo progetto di società democratica di massa è oggi in evidente difficoltà. Anche perché in difficoltà sono i soggetti che dovrebbero sostenerla. Il sindacato, ad esempio, vive una crisi d’identità, che si accompagna a un deficit di rappresentatività. Quali ne sono le cause? Disoccupazione crescente, precarizzazione e riduzione delle garanzie democratiche nei luoghi di lavoro sono un destino ineluttabile della mondializzazione economica? Oppure si possono elaborare rimedi efficaci, per arginare tali tendenze e definire un nuovo quadro di compatibilità?

LA VOCE DELLE SCUOLE

12.00

Auditorium Santa Maria della Pace

PARTE... CIBANDO S’IMPARA! BAMBINI-CITTADINI ADESSO

a cura della scuola primaria “A. De Gasperi” del III Circolo didattico di Piacenza

intervengono

CLOTILDE CACCIAPUOTI, RAFFAELLA FELLEGARA, MARIA CARMELA MORABITO E GLI ALUNNI DELLA CLASSE IV B

L’evento è un sunto di esperienze per imparare a non sprecare il cibo, percorso partecipato per diventare cittadini consapevoli dei propri diritti-doveri. Un cortometraggio, una filastrocca, una storia, sono i materiali con cui i bambini compongono un puzzle di azioni concrete: un modo per partecipare alla lotta allo spreco alimentare.

TEMI E CONFRONTI

12.00

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

IL DIRITTO A UNA SCUOLA DI QUALITÀ. INVESTIRE SULL’EDUCAZIONE PER USCIRE DALLA CRISI

a cura di CPP - Centro psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti

coordina PAOLO RAGUSA

intervengono

SILVANA LOIERO, RAFFAELE MANTEGAZZA, DANIELE NOVARA

In questi anni si è assistito a un calo delle capacità formative del sistema scolastico, con tassi di dispersione elevati, e si è avviata un’insostenibile campagna di interventi medico-sanitari nei confronti degli alunni (certificazioni neuropsichiatriche, Dsa, Bes). L’Italia non può permettersi un sistema mediocre: urge una convergenza sociale-politica sulla qualità pedagogica della scuola.

Nell’occasione verrà presentato il libro Una scuola efficace. Maieutica, conflitto, gruppo, a cura di Paolo Ragusa.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Palazzo Galli Sala Panini

IL CONSENSO ALL’ATTO MEDICO QUALE PARADIGMA DELLA PARTECIPAZIONE a cura dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Piacenza

introduce NICOLETTA BRACCHI

interviene MAURIZIO MORI

Il consenso all’atto medico è partecipazione alla cura di sé prima di essere atto giuridicamente dovuto in quanto condizione della reciprocità, che è base del rapporto duale paziente-medico-paziente; il malato si dà al medico nella ricerca d’aiuto, il medico elabora l’aiuto trasformandolo in offerta che viene a sua volta rielaborata dal malato, quindi coscientemente accolta o respinta.

TEMI E CONFRONTI

15.00

Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano

LA PAROLA AI CITTADINI: GLI STRUMENTI DELLA DEMOCRAZIA DIRETTA CHE FUNZIONANO NEL MONDO

a cura del Comitato Pertite di Piacenza

introduce STEFANO BENEDETTI

interviene

PAOLO MICHELOTTO

“La parola ai cittadini” è un metodo che permette a chiunque di mettere nell’agenda di discussione la propria proposta, presentarla, discuterla e farla votare. Qui sarà sperimentata concretamente. I protagonisti saranno i cittadini presenti. Seguirà la presentazione con immagini e brevi video degli strumenti di democrazia diretta che funzionano nel mondo.

TEMI E CONFRONTI

15.30

Auditorium Santa Maria della Pace

LABORATORI INTERCULTURALI ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA “TAVERNA” DI PIACENZA: RUOLI CONDIVISI E PROGETTUALITÀ SOCIALE PER UNA CITTÀ DI TUTTI

a cura dell’Associazione di promozione sociale Sentieri nel mondo

coordina BEATRIZ PAIFER

intervengono

GILBERTO BETTINELLI, GIULIA PIROLI

I laboratori sono uno spazio creativo, libero e gratuito per bambini dai 5 ai 10 anni: dalla musica alla pittura, dai racconti al teatro, dalla ceramica alla fotografia esprimono un intreccio di storie e culture che diventano progressivamente co-costruzione di saperi condivisi. Una palestra di dialogo per la città e i cittadini, interazione positiva tra culture diverse.

TEMI E CONFRONTI

16.00

Galleria Ricci Oddi

IL CITTADINO E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: QUANDO FALLISCE LA PARTECIPAZIONE NON RESTA CHE IL GIUDICE AMMINISTRATIVO

a cura di UNA - Unione Nazionale Avvocati Amministrativisti e SAAER - Società Avvocati Amministrativisti Emilia Romagna

intervengono

GUIDO MASCIOLI, MARIO VIVIANI

I relatori, in modo divulgativo, introducono l’argomento della partecipazione al procedimento, modulo collaborativo tra pubblica amministrazione e cittadino, in relazione all’esito del quale la tutela avanti al giudice amministrativo costituisce garanzia non eliminabile in favore del cittadino. A seguire la testimonianza di esperienze concrete da parte di giovani avvocati amministrativisti.

VISIONI

16.30

Auditorium Sant’Ilario

PIERO IGNAZI

Le nuove forme della partecipazione politica

introduce MASSIMILIANO PANARARI

La partecipazione politica in Italia, come nelle altre democrazie occidentali, non segue più i canali tradizionali. La partecipazione elettorale ai vari livelli, l’iscrizione ai partiti e ai sindacati, la militanza politica classica e gli stessi movimenti sociali sono in declino. Questo non implica necessariamente disinteresse verso la politica o il coinvolgimento civico. Si affacciano nuove forme e nuovi obiettivi. Dall’associazionismo di scopo alla presenza attiva nella rete, dalla mobilitazione per cause locali e circoscritte alla partecipazione a scelte “decisive” come quella per il leader di un partito. Come un fiume carsico, la partecipazione si inabissa in certe sue forme ma poi riemerge in altre.

DIALOGHI

17.30

Palazzo Galli Salone dei Depositanti

GIOVANNI MORO, CHIARA SARACENO

Non a scopo di lucro: luci e ombre del terzo settore

coordina PIETRO VERONESE

Che l’Italia sia caratterizzata dalla cura del proprio “particolare” e dal familismo amorale è un antico refrain. Eppure, abbiamo una rete di volontariato, di associazionismo solidale, di cittadinanza attiva vasta, capillare. Secondo molti, il terzo settore è uno dei veri pilastri sui quali si regge la coesione sociale nel nostro Paese, tanto più prezioso a fronte della progressiva crisi di fiducia nelle istituzioni e nelle élites, sia politiche che economiche e culturali. Ma come leggere oggi questa vasta area di volontariato e imprenditoria sociale, in modo non retorico né ideologico? È tutto oro quello che luccica, oppure ci sono distinzioni da fare, zone d’ombra da chiarire, ambiguità da sciogliere? La nozione di “non profit” ha in sé qualcosa di fuorviante, nella misura in cui raccoglie in un’unica categoria attività molto diverse, non necessariamente tutte in grado di promuovere l’interesse generale?

TEMI E CONFRONTI

17.30

Auditorium Santa Maria della Pace

UN NUOVO WELFARE PER I PROFUGHI: DALL’ESCLUSIONE ALLA RIGENERAZIONE

a cura di Caritas Diocesana di Piacenza-Bobbio e dell’Associazione di promozione sociale Mondo Aperto

intervengono

MAURIZIO AMBROSINI, GEROLAMO SPREAFICO

L’arrivo, nelle nostre città, di titolari o richiedenti misure di protezione umanitaria interroga tutti noi sull’efficacia dell’attuale welfare. Accogliere forse non basta più: strade alternative vanno esplorate per avviare percorsi innovativi che vedano attivamente protagonisti i destinatari stessi degli interventi socio-assistenziali, con una positiva ricaduta sulla comunità territoriale.

VISIONI

19.00

Salone Palazzo Gotico

EMILIO GENTILE

IL CAPO E LA FOLLA

introduce STEFANO RODOTÀ

Nel 1895 uscì in Francia il libro La psicologia delle folle di Gustave Le Bon. L’autore sosteneva che la modernità ha generato una nuova potenza: le folle. Chi vuole governare nella società moderna deve associarsi alla potenza delle folle. Come Machiavelli con Il Principe, Le Bon voleva insegnare ai capi l’arte di conquistare le folle. Nel ventesimo secolo, capi politici molto diversi, come Theodore Roosevelt, Lenin, Mussolini, Hitler, De Gaulle, lessero il libro di Le Bon. Forse appresero come utilizzare meglio le doti personali per governare le masse. Gli scienziati sociali hanno messo in dubbio il fondamento scientifico del libro di Le Bon, ma la sua lettura può ancora essere utile per capire la politica dei capi alla conquista delle folle nel ventunesimo secolo.

LE MOSTRE DEL FESTIVAL

Nei giorni e negli orari del Festival

Salone Palazzo Gotico

ABBASSO LA GUERRA

a cura del Centro di Documentazione e Informazione per la Pace

La mostra mira a sostenere la memoria storica dell’opposizione e degli oppositori alla guerra e agli armamenti, sensibilizzare sui temi della pace, sostenere la diffusione di coscienze e pratiche pacifiste e nonviolente a tutti i livelli, oltre ad un rinnovato impegno di massa per il disarmo. Si colloca nel momento in cui ci si prepara al centenario della prima guerra mondiale e può dare un contributo a sostegno del pensiero europeista e alla riflessione sull’importanza del processo di integrazione europeo che ha proprio nella pace motivazione e finalità centrali.

Palazzo Galli

NULLA SU DI NOI SENZA DI NOI!

a cura di ASP Città di Piacenza e FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap sulle persone con disabilità e le loro famiglie

Inaugurazione giovedì 25 settembre ore 17.00

Il percorso per immagini riprende nel proprio titolo lo slogan condiviso del movimento internazionale delle persone con disabilità e presenta attraverso una proiezione di 107 immagini-simbolo e commenti significativi, le testimonianze di diversi passaggi epocali: “come eravamo, come eravamo guardati, come vivevamo e come oggi tentiamo, e talvolta riusciamo, ad essere protagonisti delle nostre vite, partecipi delle scelte politiche, attori delle decisioni”.

Associazione Amici dell’Arte

IL POTERE DELL’ARTE

a cura dell’Associazione Amici dell’Arte

Inaugurazione giovedì 25 settembre ore 17.30

Si tratta di una mostra di circa 50 artisti italiani, tra cui qualche piacentino, pittori e scultori, appartenenti alle diverse correnti dell’arte contemporanea: figurativa, astratta, informale. Il titolo vuole esprimere l’influenza che l’arte ha sulla società quale veicolo primario di trasmissione di messaggi. La società, condizionata dal suo diritto, può essere migliorata dall’arte che partecipa in maniera determinante, ancor più che la legge, alla sua elevazione etica e morale.

23 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE

Galleria Ricci Oddi

OPERE FUORISERIE

a cura dell’Associazione di promozione sociale FuoriSerie, Cooperativa Ancora e Associazione Curiosamente

Le opere degli artisti dell’Associazione FuoriSerie sono il prodotto della più autentica creatività personale, realizzate in modo spontaneo e senza una ricerca e una preparazione tecnica, ma non per questo prive di valore espressivo e di potere comunicativo. FuoriSerie è una libera associazione di artisti che hanno fatto esperienza di disturbo psichico e che vogliono esprimere liberamente la loro arte.
L’arte in questo caso può diventare uno strumento per non rimanere ancorati alla negatività del disturbo, utilizzando talvolta anche gli aspetti dell’esperienza di sofferenza mentale per elaborare un linguaggio artistico. Si unisce così nell’opera la qualità estetica che affascina l’osservatore con la volontà etica che colpisce l’interiorità.

PARTECIPAZIONE IN TAVOLA

IL PUNTO RISTORO DEL FESTIVAL

La Pecora Nera e Taberna Movida apparecchiano per tutto il pubblico del Festival la tavola della partecipazione. Ad ogni pasto piatti preparati con gli ingredienti provenienti dal commercio equo e solidale e dal territorio piacentino per sostenere solidarietà e artigianalità a tavola. Menù vegetariani, paella di diversi tipi e buffet dei dolci.

piazzetta Pescheria

giovedì 25 settembre: 18.00-23.00

da venerdì 26 a domenica 28 settembre: 12.00-15.00 e 18.00-23.00

LA LIBRERIA DEL FESTIVAL

TUTTI I GIORNI del Festival in piazza Cavalli

Orario: 10.00-20.00

A cura delle librerie del Festival:

BOOKBANK

FAHRENHEIT 451

LIBRERIA DEL CORSO

TIBER SRL - LIBRERIA BERTI

 PIACENZA… E DINTORNI

IN CITTÀ

25-28 SETTEMBRE 2014: LIBRI ALL'ARIA APERTA

Ci riappropriamo di un parco pubblico attraverso lo scambio libri, sostenendo la cultura a costo zero. L’iniziativa del bookcrossing ha l’ambizione di trasformare i Giardini Pubblici in un libero luogo di circolazione delle idee, in cui l’incontro con le differenti culture rappresenti una ricchezza per tutti, un’opportunità e un privilegio.

dove: Giardini Merluzzo

ore: dalle 10.30 alle 00.30

26 SETTEMBRE 2014: MARATONA DI PENSIERI

Lettura di pensieri e citazioni sul tema della partecipazione effettuata da un centinaio di persone (alunni, genitori e insegnanti dell’Istituto comprensivo di Cadeo, coordinati da Alessandra Bruzzi) che si avvicenderanno, per circa tre ore, in gruppi di tre persone in altrettante postazioni sul sagrato della chiesa di San Francesco. Le postazioni saranno contrassegnate da case in ceramica che, simboli dell’azione stessa, si illumineranno verso sera.

dove: sagrato Chiesa di San Francesco

ore: 17.00


27-28 SETTEMBRE 2014: DA UN PICCOLO SEME UNA GRANDE PIANTA

Biciclettate per festeggiare il 350° anno della nascita di Giulio Alberoni

dove: Galleria Alberoni

ore: 16.00 (27 settembre) e ore 10.00 (28 settembre)

web site: www.collegioalberoni.it

IN PROVINCIA

27-28 SETTEMBRE 2014: FESTA PATRONALE DI SAN MAURIZIO

Tradizionale festa patronale di San Maurizio Martire, con celebrazioni religiose, manifestazione e spettacolo pirotecnico serale

dove: Pianello Val Tidone

web site: www.pianellovaltidone.net

28 SETTEMBRE 2014: MOSTRA MERCATO – RICORDI DEL PASSATO

Mostra mercato che si tiene da febbraio a dicembre, ogni quarta domenica del mese

dove: Caorso

27 SETTEMBRE 2014: GIACOMO MALFANTI

Mostra collettiva del pittore monticellese

dove: Monticelli d’Ongina - sale nobiliari del Castello Pallavicino - Casali

web site: www.museodelpo.it

28 SETTEMBRE 2014: VALTIDONE WINE FEST

Degustazioni e assaggi, ma anche spettacoli, incontri e approfondimenti culturali nella splendida cornice dei borghi più belli della vallata

dove: sedi varie

web site: www.valtidonewinefest.it

Questi sono solo alcuni degli eventi in programma in città e in provincia. Per l’elenco completo è possibile chiedere all’infopoint del Festival del Diritto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Halloween a Grazzano Visconti, "Un castello da paura" - EVENTO ANNULLATO

    • 31 ottobre 2020
    • Castello e Borgo di Grazzano Visconti
  • Castell'Arquato, Sweet Halloween - Attenti al lupo!

    • 31 ottobre 2020
    • Rocca Viscontea
  • Baby Halloween al Castello di Rivalta, "Il tormento del fantasma"

    • 1 novembre 2020
    • Castello di Rivalta

I più visti

  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Travo, Parco archelogico "Villaggio neolitico"

    • dal 15 agosto al 31 dicembre 2020
    • Parco Archeologico "Villaggio Neolitico"
  • Settimana Organistica Internazionale, ultimi due concerti solo in streaming

    • Gratis
    • dal 31 ottobre al 8 novembre 2020
    • on line
  • Galleria Biffi Arte, "Il nudo è morto. L'abito è il monaco" di Afran

    • Gratis
    • dal 5 settembre al 7 novembre 2020
    • Galleria Biffi Arte
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    IlPiacenza è in caricamento