Galleria delle Visioni, ​Frammenti visionari piacentini in mostra

Quindici artisti alla Galleria delle Visioni – Sabato 2 febbraio inaugurazione
Frammenti visionari piacentini in mostra

Dai sogni metafisici di Armodio alle nuvole di Bertoldi. Un viaggio nel surreale con Bertante, Montin, Cinello, Foppiani, Bertè, Spazzali, Braghieri, Foletti, Gallerati, Gatti, Schenardi, Tagliaferri, Tirelli

Quindici artisti piacentini, quindici modi diversi di condurci oltre la semplice realtà. Un sentire comune: quel sentimento visionario che segna marcatamente l’arte figurativa piacentina a partire dai primi anni del secondo Novecento. Armodio, Graziella Bertante, Carlo Bertè, Alberto Bertoldi, Giancarlo Braghieri, Cinello, Riccardo Foletti, Gustavo Foppiani, Alberto Gallerati, Luigi Gatti, Andrea Montin, Giuseppe Schenardi, Luciano Spazzali, Romano Tagliaferri, Giuseppe Tirelli: saranno loro attraverso le loro opere a stupirci e sollecitarci nella “surrealtà” in “Frammenti visionari piacentini”, singolare rassegna che l’associazione culturale “Galleria delle Visioni” inaugurerà  sabato 2 febbraio nella sala espositiva della nuova sede di via Cittadella 34. 

Singolare perché oltre a cercare di accostare in un’unica edizione più espressioni artistiche per far riflettere sulla portata del sentimento onirico nostrano, c’è l’intento di “essere da stimolo nei confronti delle istituzioni locali affinché ci sia una maggior sensibilità nel promuovere il ricco panorama figurativo piacentino”, dove i modi di esprimersi dell’arte visionaria sono molteplici: “c’è una pittura metafisica che ridà una nuova vita spirituale  ad oggetti e personaggi in una dimensione diversa dalla nostra, c’è un surrealismo più intimo ed esistenziale fatto di racconti legati all’amore o  all’infanzia , c'è un  mondo del fantastico più giocoso e narrativo con sconfinamenti nella commedia dell’arte ed infine  una realtà sognante che prende come riferimento il mito  greco, egizio o sumero e, in alcuni casi, la favola popolare. L'esercizio che lasciamo all'osservatore, è quello di inserire le varie opere in mostra in uno di questi percorsi”.

Nessuna pretesa di essere esaustivi: “La mostra – sottolineano gli organizzatori - prende in esame solo alcuni degli artisti che in modo diverso hanno contribuito a questo mondo onirico”.

Condivisibile quel non desistere sull’opportunità di un approfondimento corale – che coinvolga mondo artistico e istituzioni locali – sulle ragioni del fenomeno dei “visionari piacentini”.

La Galleria delle Visioni, che da ormai più di dieci anni contribuisce alla promozione e alla diffusione dell’arte figurativa contemporanea, aveva già “lanciato il sasso” nel 2016 con una bella mostra dedicata a Gustavo Foppiani, organizzata con il sostegno della Banca di Piacenza a Palazzo Galli nel trentennale della morte del grande maestro del fantastico. Anche allora l’intento era stato chiaro e dichiarato rifacendosi ad una frase di Vittorio Sgarbi: “E’ nostro dovere evocare dal silenzio i nomi di grandi artisti…”, rimarcando in quell’occasione la straordinarietà di Foppiani, pittore visionario di respiro internazionale che ha influenzato fortemente la pittura e la ricerca artistica a Piacenza.

Inizio vernissage alle 17,30 con aperitivo offerto dalla Cantina Luretta. La mostra, a ingresso libero, rimarrà aperta fino al 2 marzo (tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19, tranne giovedì e domenica).

web-03-3

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Galleria Biffi Arte, "Il nudo è morto. L'abito è il monaco" di Afran

    • Gratis
    • dal 5 settembre al 7 novembre 2020
    • Galleria Biffi Arte
  • XNL Piacenza Contemporanea, "La Rivoluzione siamo noi"

    • dal 26 settembre 2020 al 10 gennaio 2021
    • XNL Piacenza Contemporanea

I più visti

  • Il Germoglio, Festival d'Autunno

    • fino a domani
    • dal 19 settembre al 18 ottobre 2020
    • Il Germoglio
  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Piacenza Jazz Fest Reloaded, il programma

    • dal 19 settembre al 24 ottobre 2020
    • varie location, come da programma
  • Travo, Parco archelogico "Villaggio neolitico"

    • dal 15 agosto al 31 dicembre 2020
    • Parco Archeologico "Villaggio Neolitico"
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    IlPiacenza è in caricamento