Sopravvisse all’aborto quarant’anni fa, Gianna Jessen a Piacenza

Sarà a Piacenza mercoledì 29 novembre alle 20.30 alla Parrocchia di San Giuseppe Operaio Gianna Jessen, fervente antiabortista

Un'immagine di Gianna Jessen

Gianna Jessen, la californiana sopravvissuta all’aborto quarant’anni fa, sarà a Piacenza. Terrà una conferenza mercoledì 29 novembre alle 20,30 alla parrocchia di San Giuseppe operaio dove racconterà la sua esperienza. Oggi Gianna Jessen è la principale antiabortista degli Stati Uniti d’America e tiene conferenze in giro per tutto il mondo. L’iniziativa è stata organizzata dal Centro Manfredini, dai Templari di San Bernardo e dall’associazione ProVita. 

Gianna Jessen nacque alla trentesima settimana di gravidanza di sua madre, una diciassettenne del Tennessee a seguito di un tentativo di aborto fallito, in quanto il feto sopravvisse all'iniezione di una soluzione salina nell'utero e fu espulso ancora vivo nonostante 18 ore di esposizione alla soluzione. L'anossia dovuta alla soluzione salina le causò una paralisi cerebrale e muscolare. Adottata a tre anni, superò le difficoltà motorie indotte dalla paralisi e riuscì a camminare senza tutore, seppure con notevoli difficoltà. Attiva nei movimenti che si oppongono all'aborto, ha raccontato la sua storia al Congresso degli Stati Uniti d'America e alla Camera dei Comuni del Regno Unito. Ora gira tutto il mondo raccontando la sua esperienza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento