Vigolzone, si parla di Grande Guerra con Valter Fochesato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Si chiude venerdì 4 dicembre con una serata dedicata all'immagine dell'infanzia nella comunicazione visiva al tempo della Prima Guerra Mondiale il ciclo di incontri organizzati a Vigolzone dall’associazione Culture per lo Sviluppo Locale con il patrocinio del Comune.

Se ne parla con Valter Fochesato, che presenta il suo libro “Il gioco della guerra: l’infanzia nelle cartoline della Prima Guerra Mondiale”.

In questo volume Fochesato, uno tra i più stimati studiosi di letteratura e illustrazione per ragazzi, ha pubblica per la prima volta una collezione di cartoline d'epoca unica nel suo genere e affronta l'argomento da vari punti vista: dal modello del piccolo guerriero (tra gioco della guerra e guerra per gioco) agli orfani, dal ruolo ben poco emancipato delle fanciulle ai “bambini che fanno le cose dei grandi”, dagli scout al simbolo del salvadanaio. Gli esiti sono sorprendenti anche per l'osservatore odierno. Cartoline illustrate, accanto a locandine e opuscoli, sono la fonte primaria della ricerca, con un'appendice sui personaggi di Antonio Rubino tra "Corriere dei Piccoli” e “Tradotta".

In occasione dei cento anni dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale l’associazione CSL di Vigolzone ha anche allestito presso il Centro civico comunale – dove si svolgerà anche l’incontro con Fochesato – una mostra che ripercorre i fatti più salienti del conflitto ed è incentrata in modo particolare sul contesto locale, raccontando con fotografie, cartoline, cimeli e documenti originali, come la guerra ha condizionato la vita di Vigolzone e dei suoi abitanti. La mostra è visitabile su richiesta fino alla fine di gennaio.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento