menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata Anmil per le Vittime degli incidenti sul Lavoro, 68° edizione

Sotto l'alto Patronato del Presidente della Repubblica e in tutta Italia la celebrazione delle 68° Giornata Anmil. Cerimonia istituzionale domenica 14 ottobre

 Il tema della sicurezza sul lavoro sarà al centro delle manifestazioni organizzate dall’ANMIL in tutta Italia, domenica 14 ottobre, per la 68ª Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro - istituzionalizzata nella seconda Domenica di ottobre con D.P.C.M. nel 1998 su richiesta dell'Associazione, con il coinvolgimento di numerosi Associati, Consiglieri e Rappresentanti delle Istituzioni locali.

La Sezione ANMIL di Piacenza ha previsto l'organizzazione delle manifestazioni locali a Piacenza con il seguente programma:

Ore 09.30 Raduno partecipanti presso la Sede Anmil di Via Molineria Sant’Andrea 5 e partenza del corteo accompagnato dalla Banda Ponchielli, fino al Monumento dedicato alle Vittime del Lavoro

Ore 10.00 Deposizione corona d’alloro al Monumento dei Caduti sul Lavoro di Piazza Cavalli

Ore 10.30 S. Messa in suffragio dei Caduti sul Lavoro celebrata nella Chiesa di San Donnino, in Largo Battisti.

Ore 11.30 Cerimonia Civile presso l’Auditorium Sant’Ilario di via Garibaldi, con gli interventi del Presidente Territoriale di Anmil Piacenza e di esponenti del Comune di Piacenza e di Inail Piacenza

Ore 13.00 Pranzo sociale

Durante la Cerimonia civile verranno consegnati i Brevetti e Distintivi d’Onore INAIL ai nuovi Grandi Invalidi ed Invalidi Minori a cura dell’INAIL di Piacenza, alla presenza del Presidente Territoriale di Anmil Piacenza Giovanni Ferrari, del Responsabile Inail di Piacenza Vincenzo Orefice, della Vicesindaco Elena Baio, e di Rappresentanti delle Istituzioni locali.

“Per questa 68ª Giornata vogliamo rimarcare che la salute e la sicurezza sul lavoro sono una priorità per il futuro del nostro Paese e per le nuove generazioni – commenta il Presidente Giovanni Ferrari  - una riflessione che si impone prepotentemente in un momento storico in cui l’incertezza e la preoccupazione per il futuro sono diventate una costante, dopo anni di crisi che hanno avuto riflessi negativi sia a livello sociale che economico e, di conseguenza, anche sull’andamento del fenomeno infortunistico, a conferma di quanto la precarietà sia strettamente correlata alla numerosità degli incidenti. Dai dati Inail rilevati in merito alla nostra provincia, si deduce chiaramente l’aumento dei casi denunciati e degli infortuni mortali, mentre sono diminuite le denunce di malattie professionali; da tale analisi, viene evidenziato che l’aumento degli infortuni sul lavoro è particolarmente elevato nella fascia d’età dei lavoratori under 35, che raggiunge la quota del 26.7 % nel 2017. Se consideriamo, inoltre, l’elevato tasso di disoccupazione giovanile, la situazione risulta essere più preoccupante e drastica".

"Sono numeri che ci preoccupano e di cui approfondiremo anche quelli locali in occasione del 14 ottobre perché fanno riflettere sull’importanza di rivolgere il massimo impegno alla diffusione della cultura della sicurezza e alla formazione professionale – conclude il Presidente Ferrari– e certamente un ruolo fondamentale lo rivestono i media che auspichiamo approfittino di questa occasione per dare il loro prezioso contributo, soprattutto per le iniziative che Anmil Piacenza organizza per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di un lavoro sicuro".

"Attenzione deve essere inoltre riservata ai giovani studenti, nella convinzione che la cultura della sicurezza debba essere assimilata già nei percorsi di istruzione scolastica, anche attraverso il racconto diretto di persone che hanno subito l’infortunio. È proprio nell’ambito della scuola che Anmil di Piacenza nelle prossime settimane sarà presente all’ISII Marconi per parlare di sicurezza, portando competenze sulla salute e sicurezza ed anche testimonianze reali rispetto agli incidenti sul lavoro. Anmil si propone inoltre in progetti formativi per la scuola primaria, e si mette a disposizione per tutte le scuole del territorio provinciale per parlare di sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento