Giornate Fai di Primavera, le iniziative a Bobbio

Da 25 anni il FAI (Fondo Ambiente Italiano) celebra l’arrivo della primavera con un evento che coinvolge l’intera Italia. Nel corso delle “Giornate FAI di Primavera” vengono infatti aperti alle visite tesori d’arte e di natura spesso sconosciuti e inaccessibili.

Nei giorni di sabato 25 e domenica 26 marzo, in 400 località quest’anno saranno visitabili oltre 1.000 siti: chiese, ville, giardini, aree archeologiche, castelli, archivi storici, architetture moderne. Tra queste località, unica per la provincia di Piacenza, ci sarà anche Bobbio..

Saranno tre le aperture straordinarie previste per la 25° edizione delle Giornate FAI di Primavera, l'ex monastero di San Francesco, gli Archivi storici diocesani, ​Palazzo Olmi, luoghi unici e accessibili in via del tutto eccezionale solo in occasione dell’evento FAI.
Oltre a questi beni, sarà possibile visitare liberamente anche altri luoghi emblematici per la città di Bobbio: il ponte Gobbo, l’Abbazia e il Monastero di San Colombano, il Castello Malaspina dal Verme, la Cattedrale i suoi tanti musei.

Programma

Venerdì 24 marzo anteprima, riservata agli iscritti FAI

Alle ore 15.30 ritrovo in piazza San Francesco a Bobbio (presso punto IAT) da qui inizierà un percorso un percorso guidato che attraverserà il Castellaro, uno dei rioni più antichi e tipici di Bobbio, e sfiorerà altri luoghi di interesse, fino a raggiungere il Castello Malaspina.

Alle ore 16.00 visita al Castello Malaspina, aperto per l'occasione; a seguire brindisi con vini locali presso la sala dell'ex-refettorio del Monastero di San Colombano, oggi Museo della Città.

Iniziativa riservata agli iscritti FAI con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili (numero massimo 30 persone) entro giovedì 23 marzo comunicando la propria partecipazione via mail all'indirizzo gruppofai.bobbio@fondoambiente.it

Sabato 25 marzo 

Alle ore 10,30 inaugurazione delle Giornate FAI presso il Museo della Città di Bobbio alla presenza di Eliana Ferioli, capo Gruppo FAI di Bobbio, Alberto Valentini, capo Delegazione FAI di Piacenza, Roberto Pasquali, sindaco di Bobbio.

Sabato 25 e domenica 26 marzo

Aperture straordinarie, di beni poco conosciuti e solitamente non accessibili:

Ex monastero di San Francesco
Archivi storici diocesani
Palazzo Olmi

Come di consueto i visitatori saranno accolti dai volontari e dagli accompagnatori culturali del FAI insieme agli apprendisti ciceroni dell'Istituto Superiore I.T.S. Commerciale "Alessio Tramello" classi 3 A e 4 A indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing.

Gli orari di apertura dei beni saranno dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00 I beni saranno aperti e visitabili anche in caso di maltempo.

In concomitanza con le Giornate FAI di Primavera saranno aperti e visitabili anche i musei di Bobbio:

Museo della Città
Museo dell'Abbazia
Museo Collezione Mazzolini (sono previste visite guidate alle ore 11 e alle ore 15,30 in entrambi i giorni)
Museo della Cattedrale

Effettueranno aperture straordinarie con i seguenti orari ed ingresso ridotto per gli iscritti FAI: sabato e domenica dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,00.
Per l’occasione anche i ristoranti e gli operatori commerciali proporranno menù, assaggi e vendite promozionali di prodotti tipici locali.

Informazioni dettagliate consultando il sito ufficiale dell’evento www.giornatefai.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Paladino a Piacenza, in Piazza Cavalli fino al 28 febbraio 2021

    • Gratis
    • dal 10 ottobre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Piazza Cavalli
  • "La scrittura come enigma", riaperta la mostra di Giorgio Milani in Sant'Agostino

    • Gratis
    • dal 12 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Ex-Chiesa di Sant'Agostino
  • Piacenza Cammina 2.0, escursione alla Cascata del Carlone

    • Gratis
    • 24 gennaio 2021
    • Cascata del Carlone
  • Il contagio delle idee, “La vera storia del Klimt ritrovato”

    • Gratis
    • 22 gennaio 2021
    • Online Pagina Facebook Comune di Gossolengo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento