Gotti Tedeschi a San Pietro in Tranquiano illustra il suo ultimo libro “Dio meritocratico”

San Pietro in Tranquiano, piccola frazione di Agazzano di circa 125 abitanti, giovedì 29 p.v.in occasione della festa patronale la parrocchia, avrà il privilegio di ospitare il noto economista Ettore Gotti Tedeschi che parlerà sul tema “Dio è meritocratico”, titolo e argomento di un suo recente libro. L’anno scorso, sempre per la ricorrenza dei santi Pietro e Paolo, nella frazioncina vallurettese era salito Rino Cammilleri a interrogarsi sul quesito “Dio è cattolico?”.Ora Gotti Tedeschi, ex presidente dello Ior vaticano ed attuale presidente della filiale italiana del Banco Santander, affronterà il “Dio meritocratico” senza punto interrogativo.

C’è chi osserva: che Dio sia meritocratico non è il massimo che possa capitare a dei poveri peccatori, perché, come dice Amleto (secondo atto, scena seconda) nella tragedia shakespeariana, “se ognuno fosse trattato come merita, chi sfuggirebbe alle frustate?”. E, una manciata di battute prima, sempre Amleto dice: “Coi tempi che corrono, essere onesti vuol dire essere uno tra diecimila”. Questo nel 1600. Oggi si potrebbe aggiornate “uno tra centomila”. Sicché le frustate ai “meritevoli” fioccherebbero.L’incontro con l’autore avverrà alle ore 20 in chiesa dedicata a San Pietro Apostolo, (dopo il rosario delle 18,45 e la messa delle 19). Il parroco don Angelo Bertolotti rinuncerà alla consueta omelia per lasciare spazio e tempo all’illustre ospite. Moderatore sarà Gianni Costanzo.

 Il libro – con le tesi e le riflessioni che contiene e che Gotti Tedeschi illustrerà abbracciando nel suo discorso i molteplici problemi sortiti dalla crisi socio-economica-culturale del nostro tempo – il libro sul “Dio Meritocratico” si presenta nella sua sostanza come “manuale per la salvaguardia della fede cattolica” e come strumento “per dire ai cattolici che è ora di svegliarsi”.I fedeli e gli amici della parrocchia di don Bertolotti non sanno se Gotti Tedeschi è stato qualche volta ospite a pranzo o a cena di papa Benedetto XVI che tanto l’ha e l’aveva in considerazione. Sanno però per certo che giovedì si fermerà a cena con loro alla pizzata che a fianco della chiesa coronerà la serata in onore di San Pietro e San Paolo che ci potrebbero dire anche loro qualcosa della meritocrazia di Dio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento