I 5 Sensi del vino e del pane, appuntamento il 2 giugno a Gossolengo

Un percorso enogastronomico attraverso il quale assaporare vini d'eccellenza accompagnati dal migliore street food locale. Una giornata speciale in cui gli adulti potranno deliziare il loro palato e i bambini saranno liberi di divertirsi grazie ad una serie di laboratori creativi

Il tavolo dei relatori

Un percorso enogastronomico attraverso il quale assaporare vini d’eccellenza accompagnati dal migliore street food locale. Una giornata speciale in cui gli adulti potranno deliziare il loro palato e i bambini saranno liberi di divertirsi grazie ad una serie di laboratori creativi. Tutto questo è I 5 Sensi del vino e del pane, evento in programma giovedì 2 giugno a Gossolengo in provincia di Piacenza in Piazza Roma dalle 12 alle 19. I dettagli della manifestazione, organizzata dall’associazione di promozione sociale Le nostre radici con la partecipazione dall’azienda Paese dei balocchi e dall’agenzia di comunicazione e pubblicità WhatStudio e con il patrocinio del Comune di Gossolengo, sono stati svelati oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione.

 «Il tema dell’evento è molto attuale - ha commentato Elisabetta Rapetti, assessore al Commercio e Sviluppo economico del Comune di Gossolengo - ma nello stesso tempo rimanda al nostro passato e rientra nei progetti di sviluppo e promozione del territorio». I 5 Sensi del vino e del pane, infatti, nasce dall’idea di avvicinare un numero sempre superiore di persone al mondo del vino, permettendo agli appassionati e ai curiosi di conoscere chi il vino lo produce con amore e dedizione, conservando e rispettando il territorio in cui vive. Alla kermesse hanno aderito circa venti rappresentanti del settore tra cantine e ristoratori del Piacentino e di altri territori, ma l’assessore Rapetti ha precisato: «Stiamo raccogliendo le ultime adesioni. Essendo questa la prima vera edizione, preparare l’evento è stato difficile. Speriamo vivamente che “attecchisca”, perché è un bellissimo modo per sostenere la territorialità. Ringrazio tutti gli sponsor e in particolar Elior che ci ha dato estrema fiducia».

«E’ da tempo che si parla di dare visibilità a Gossolengo e l’enogastronomia è sicuramente un trend di interesse - ha aggiunto Marco Castelnuovo, creative director dell’agenzia di comunicazione e pubblicità WhatStudio –. La mia agenzia si è occupata specificatamente della comunicazione, ma ci auguriamo che I 5 Sensi possa avere una reiterazione negli anni. Speriamo che questo sia un sassolino nello stagno che possa creare cerchi concentrici sempre più grandi».

«L’evento rispecchia in pieno la nostra idea di sviluppo del territorio», ha detto Rita Tagani, presidente dell’associazione di promozione sociale Le nostre radici. «L’associazione - ha continuato la presidente, intervenuta alla conferenza stampa assieme ai membri dell’associazione Barbara Bongiorni e Paolo Merli - ha voglia di entrare a pieno titolo nel territorio organizzando eventi come questo». Le nostre radici, infatti, realizza iniziative sociali e culturali, svolge attività, ricreative, di volontariato ed educative promuovendo la valorizzazione delle tradizioni popolari piacentine, italiane ed europee nella musica, nella letteratura, nella pittura e nell’arte in genere, nelle produzioni agricole e in quelle enogastronomiche. In quest’ottica rientra anche il laboratorio creativo intitolato “Vedo, sento, tocco, gusto il pane e il vino… vicino al Parco del Trebbia”, offerto dalla scuola per l’infanzia San Quintino di Gossolengo con la collaborazione della maestra Annamaria Gentili e con la partecipazione dell’artista ed insegnante Antonia Rao. Il laboratorio creativo è rivolto ai bambini dai 4 ai 7 anni e si svolgerà dalle 14.30 alle 16.30. I piccoli partecipanti utilizzeranno i materiali trovati nei luoghi del Parco del Trebbia (foglie, rami, sassi, sabbia e corteccia) e tasteranno i sapori della terra (pane, farina, mosto). Dalle 14.30 alle 15 e dalle 15.30 alle 16.30 è in programma il laboratorio “Sassi e Alberi”, mentre dalle 15.15 alle 15.30 è previsto il racconto della storia “L’orto magico nella Pianura”. Il pomeriggio sarà allietato anche da intermezzi musicali del fisarmonicista Ivan Spalazzi. E’ previsto, infine, un momento di approfondimento sui benefici del vino ma soprattutto sui rischi legati al suo abuso a cura del medico Renato Zurla.

L’ingresso è gratuito. Comprando il biglietto si ha diritto al calice con cui degustare i vini in esposizione tutte le volte che si desidera. E’ possibile acquistare il ticket in loco oppure online. Tutti i dettagli dell’evento sul sito https://www.5sensi.wine/ e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/5sensi.vino/.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento