Il progetto Mymentor scende in campo per la meta

Venerdì 23 giugno, a partire dalle ore 17.45, presso il campo sportivo Piacenza Rugby, si terrà la serata conclusivo di MyMentor, il progetto dell’Università Cattolica di Piacenza in collaborazione con Randstad, che mette a disposizione un network di 60 professionisti e imprenditori e un portale web per far crescere i manager del futuro

È tempo di bilanci per la seconda edizione di MyMentor, il progetto dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza che mette a disposizione un mentor per ogni studente: per crescere come professionisti, per orientarsi in un mondo del lavoro che corre veloce, per decidere la strada da intraprendere dopo la laurea magistrale.

Il prossimo 23 giugno, a partire dalle ore 17.45, presso il campo sportivo Piacenza Rugby, avrà luogo la serata di chiusura del progetto. Maglietta, pantaloncini e scarpe da ginnastica, i mentee vivranno un momento di formazione esperienziale con il supporto di Kelly Rolleston, ex rugbista e allenatore. Alle 18.30 la formazione si sposterà sulle soft skills per mentor e mentee, con un intervento a cura degli esperti di Randstad, secondo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane e partner del progetto, dal titolo "Le nuove sfide per aziende e candidati".

Alla serata saranno presenti anche i 60 manager che, in qualità di mentor, hanno messo la loro professionalità e i loro consigli al servizio degli studenti, fra i quali 10 professionisti messi a disposizione da Randstad, che da anni è impegnata in attività di orientamento e avvicinamento al mondo del lavoro e non poteva quindi che cogliere questa nuova sfida.

Oltre all'attività di mentorship, Randstad Italia ha coinvolto i mentee in gruppi di lavoro per migliorare la propria efficacia a colloquio, conoscere e valorizzare le proprie risorse. Dal progetto in partnership con Università Cattolica nascerà un profile book contenente tutti i curricula dei ragazzi che hanno partecipato ai gruppi di lavoro, che sarà presentato in occasione della serata di venerdì 23 giugno e inoltrato alle aziende del territorio. L'obiettivo è supportare i laureandi nella loro ricerca di un impiego anche una volta terminato il percorso di mentorship.

Infine, dalle 20.00 la preside della facoltà di Economia e Giurisprudenza Anna Maria Fellegara, insieme alle prof.sse Cantoni e Zuffada, faranno il punto sullo sviluppo del progetto e della piattaforma www.mymentor.club gestito dal laureato Cattolica e imprenditore Fabrizio Capocasale.

Perché, come ricorda Zuffada: “Il punto di forza del progetto è proprio la collaborazione della nostra Facoltà con i nostri laureati. I 60 mentor sono un network di professionisti in diversi ambiti di management: da finanza, risorse umane, amministrazione e contabilità, pianificazione e controllo, intermediari finanziari, marketing e commerciale alla consulenza strategica e all’imprenditorialità. I 60 studenti sono un network che potremmo definire di “potenzialità” che, anche attraverso questo progetto, l’università sta valorizzando”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento