Prendere un cane, tre incontri per saperne di più sul miglior amico dell'uomo

L’animale come essere senziente ha delle necessità che ogni padrone dovrebbe conoscere e rispettare: in programma tre eventi a Gragnano, Cortemaggiore e San Giorgio

Tre incontri dedicati al corretto rapporto con il proprio cane

Il consiglio dell’ordine dei veterinari ha organizzato tre serate dedicate a chi possiede o a chi vuole prendere un cane e desidera una convivenza serena e responsabile con il proprio animale. Saranno Gragnano Trebbiense, San Giorgio e Cortemaggiore a ospitare le iniziative di comunicazione e informazione tenute da Gerardo Fina, medico veterinario esperto in comportamento animale.

Si comincia il 28 giugno alle ore 21 a Gragnano, nel centro culturale accanto al municipio, con un incontro aperto a tutti in cui saranno affrontati due temi principali: i comportamenti inadeguati e l’aggressività del cane. «Il mio sogno è avere tutti i canili vuoti: il canile dovrebbe essere solo un passaggio momentaneo per i cani» spiega il Gerardo Fina. «E’ indispensabile che i padroni conoscano i loro animali. I cani educati e istruiti hanno comportamenti adeguati alle situazioni, ma questo richiede tempo e pazienza. Ultimamente ho notato come i cani rappresentino sempre più uno status o qualcosa che non dovrebbero essere: talvolta i proprietari ne rinforzano i comportamenti sbagliati proprio perché non ne conoscono i reali bisogni».

«La gestione di un animale dovrebbe essere la conduzione di un essere senziente, non la relazione con un oggetto. Conoscere le necessità di un animale significa volere il suo benessere, che a sua volta si riflette sul benessere della comunità e sulla salute pubblica» puntualizza Medardo Cammi, presidente dell’ordine dei medici veterinari della provincia di Piacenza. «L’amministrazione provinciale ha dato il patrocinio a questi incontri perché i temi affrontati sono interessanti sia per i proprietari che vogliono instaurare una corretta relazione con il proprio animale sia per le amministrazioni pubbliche, che indirettamente beneficiano dei buoni rapporti di vicinato derivanti dalla corretta relazione cane-padrone. Ritengo possa essere utile un richiamo a come si debba tenere un cane in un contesto cittadino, in modo da rispettare le regole di convivenza e decoro» spiega la vicepresidente della Provincia Patrizia Calza.

«Anche Cortemaggiore ha aderito a questa iniziativa perché la nostra amministrazione è sensibile al tema della tutela degli animali e lo ha già dimostrato con la colonia felina» puntualizza Maria Rosa Zilli, assessore all’ambiente di Cortemaggiore. «L’incontro con un relatore preparato rappresenta un’ottima occasione per informare le persone sulla condotta più idonea da tenere con il proprio cane nel rispetto degli altri e dell’ambiente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento