rotate-mobile
Eventi

La carica dei 200, il Motogiro 2012 invade la Valtrebbia

Successo per il tradizionale raduno motociclistico piacentino affiancato dagli appassionati delle Fiat 500. Raccolta tra i partecipanti una cifra che verrà devoluta alle zone emiliane colpite dal terremoto

La pacifica e festosa "invasione" dei 200 arrivati da tutta Italia in sella alla moto ha ravvivato la domenica della Valtrebbia che ha visto andare in scena il tradizionale appuntamento con il Motogiro dei Randagi su di Giri, giunto alla quinta edizione, quest'anno dedicata ai terremotati dell'Emilia. Uno dei più grandi raduni motociclistici di Piacenza, infatti, quest'anno ha permesso di raccogliere tra tutti i partecipanti una cifra che verrà devoluta in beneficenza per gli emiliani colpiti duramente dal sisma del maggio scorso.

A raccogliere l'invito dei Randagi su di Giri sono stati: Baca, Pistoni Tonanti, Iria Bulldog, Free Spirit, Motolcib Brembio, Ride For Air, Born Free, Tre Valli in Tour, Squinquernati, Bulloni Svitati e il Motoclub Vigolzone. Insieme a loro anche i colleghi del Fiat 500 Italia Club e gli Amici dell'Oltrepo Pavese che hanno partecipato con versioni da collezione della mitica utilitaria della casa torinese. A bordo di una di queste anche una donna piacentina di 89 anni, la più anziana partecipante al raduno.

IL VIDEO DELL'ARRIVO A NIVIANO

In 200 da tutta Italia, il Motogiro invade la Valtrebbia ©ilPiacenza

Dopo l'appuntamento all'area di servizio Keropetrol di Gossolengo per le iscrizioni, il serpentone di moto e 500 si è incamminato per un tour della Valtrebbia di oltre 100 chilometri percorsi tutti insieme con calma e con il classico spirito di amicizia e goliardia che ha sempre contraddistinto il raduno del gruppo piacentino. A dare una mano anche due mezzi (un'ambulanza e un'automedica) della Pubblica assistenza Croce bianca e un carro attrezzi della Delta Rem.

La prima tappa è stata in tarda mattinata all’Azienda Vitivinicola Gazzola Pietro di Donceto di Travo, dove il corteo è arrivato dopo aver percorso la strada vecchia di Travo. Poi di nuovo in sella verso il passo del Mercatello, Ferriere, Farini per poi tornare verso Bettola e da Pontedellolio imboccando la strada Cementirossi fino a Niviano, dove hanno pranzato tutti insieme al ristornate Olimpia.  Il corteo della Fiat 500 ha seguito invece un percorso alternativo, più adatto alle vetture, che prevedeva il transito lungo la strada del Bagnolo per poi ricongiungersi alle moto dei Randagi e ritrovarsi tutti al ristorante.

Al termine della lotteria con i premi offerti dagli sponsor (Ricambi Crp Auto, Bikers Store, Tosi moto scooter, Delta Rem demolizioni, Motoland, Servizi Station, Osellini Moto, Autofar, Ki Point, La Torrina, Pubblica Assistenza Croce Bianca, Reality Parrucchieri, Caffeè Ramenzoni, Emmedesign, Programma auto, Azienda vitivinicola Pietro Gazzola, Calzaturificio Piacentino, Eco store, Ustaria La Carrozza, Tucano urbano, Givi e Yamaha) gli organizzatori hanno dato appuntamento al Motogiro 2013.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carica dei 200, il Motogiro 2012 invade la Valtrebbia

IlPiacenza è in caricamento