Sabato, 16 Ottobre 2021
Eventi

La Grande Guerra: all’Archivio di Stato la mostra delle vicissitudini dei profughi ospitati nel Piacentino

La mostra è stata inaugurata e presentata in occasione delle celebrazioni della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate e nella ricorrenza del Centenario della Prima Guerra Mondiale

Una mostra storica documentaria che ripercorre il periodo bellico attraverso le vite di donne e uomini che tra il 1914 e il 1918 si trovarono costretti a fare i conti con il fenomeno della profuganza di guerra. Le storie degli esuli si intrecciano alle vicende di coloro che li accolsero. E’ questo il tema sviluppato dalla mostra "In fuga della guerra. I profughi della Grande Guerra in Emilia Romagna: la realtà piacentina". La mostra è stata inaugurata e presentata in occasione delle celebrazioni della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate e nella ricorrenza del Centenario della Prima Guerra Mondiale. Tra i numerosi presenti il capo di gabinetto della Prefettura Patrizia Savarese, il vicario della Questura Maria Elisa Mei, il comandante del 2° Reggimento Genio Pontieri, il colonnello Salvatore Tambè, il presidente dell’ISREC-Istituto di Storia Contemporanea Fabrizio Achilli, la direttrice del medesimo istituto Carla Antonini, Romano Repetti in rappresentanza dell’Anpi, il presidente della Dante piacentina Roberto Laurenzano, due classi dell'Istituto Professionale Casali con le professoresse Cortese e Raggi e una del Liceo Gioia con le docenti Caponnetti e Cogliati. La Mostra è stata realizzata dall’Istituto di Storia Contemporanea di Piacenza con la collaborazione dell'Archivio di Stato di Piacenza e con il coordinamento del Gruppo di ricerca con responsabile scientifico Daniele Ceschin; per la ricerca locale Carla Antonini e Barbara Spazzapan. Pannelli e vetrinette raccontano con testi e immagini l'esodo degli italiani dal fronte della Grande Guerra, in particolare l'odissea dei profughi civili, dopo la rotta di Caporetto dell'ottobre 1917 e la situazione nelle otto province dell'Emilia-Romagna. Per quanto riguarda quella di Piacenza i comuni analizzati sono: Agazzano, Bettola, Bobbio, Caorso, Calendasco, Carpaneto, Castel San Giovanni, Castelvetro, Fiorenzuola, Gazzola, Gossolengo, Gragnano Trebbiense, Ottone, Piacenza, Pianello, Piozzano, Podenzano, Pontenure, Rivergaro, Rottofreno e Travo. La mostra è allestita a Palazzo Farnese negli spazi espositivi dell’Archivio di Stato dove sarà visitabile sino al 20 dicembre prossimo negli orari: lunedì-venerdì 9 - 13,30 e mercoledì-giovedì  9 - 17. Ingresso libero. Per visite guidate di scolaresche e gruppi prendere contatto con: Istitutostoricopiacenza@gmail.com o tel. 0523-330346 dal martedì al sabato (9-13).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Grande Guerra: all’Archivio di Stato la mostra delle vicissitudini dei profughi ospitati nel Piacentino

IlPiacenza è in caricamento