rotate-mobile
Eventi

A trentun anni dalla caduta del Muro di Berlino una stele commemorativa

A 31 anni dalla caduta dl Muro di Berlino (9 novembre 1989) l'Associazione dei Liberali piacentini offre la realizzazione e la posa di una Stele commemorativa. Sarà collocata nel Giardino della Memoria sullo Stradone Farnese

Il 9 novembre del 1989 finiva il regime tedesco orientale e crollava il “Muro”, quella barriera che per quasi trent’anni era stata causa di sofferenza e divisione per i cittadini tedeschi ed emblema di guerra.

La Repubblica italiana ha simbolicamente dichiarato per ogni anno quella data Giorno della Libertà (legge n° 61 del 15 aprile 2005), disponendo l’organizzazione di cerimonie commemorative ufficiali e momenti di approfondimento nelle scuole, allo scopo di illustrare il valore della democrazia e della libertà evidenziando gli effetti nefasti dei totalitarismi.

L’Associazione dei Liberali Piacentini "Luigi Einaudi", fedele ai suoi principi costitutivi (fini politici e culturali; non partitici), in occasione della ricorrenza dei 31 anni dell’evento ha avviato un'iniziativa volta a ricordare e diffondere in forma continuata la conoscenza dei valori della libertà.

Si tratta della realizzazione e posa di una Stele commemorativa da collocare all’ingresso del Giardino della Memoria sullo Stradone Farnese, in contiguità alla stele che già ricorda le vittime del nazionalsocialismo.

Le due stele farebbero memoria della conoscenza dei valori della Libertà nella logica di condanna degli opposti totalitarismi e dei crimini commessi dalle dittature del nazionalsocialismo e del comunismo.

Il 23 settembre scorso è stata inoltrata la documentazione autorizzativa agli uffici comunali preposti. Ecco alcuni dettagli del progetto redatto dallo studio professionale architetto Carlo Ponzini.

L'area verde denominata "Giardino della Memoria", Stradone Farnese, venne inaugurata il 27 Gennaio 2005 in occasione della ricorrenza del "Giorno della Memoria". Il giardino contiene una stele con incisione "Giardino della Memoria" ed epigrafe "Alle nostre donne e ai nostri uomini deportati nei lager nazisti (1943 - 1945)". Trattasi di un monumento in acciaio inox di altezza pari a metri 3,80.

Il nuovo progetto prevede la posa di una seconda stele di analohe caratteristiche a quella esistente. Il manufatto riporterà, con il medesimo carattere della stele attuale, la dicitura “a ricordo del giorno dell’abbattimento del muro di Berlino, 9 novembre 1989. Associazione Liberali Piacentini” e sarà corredato di una targa con l’epigrafe:

LA REPUBBLICA ITALIANA DICHIARA IL 9 NOVEMBRE «GIORNO DELLA LIBERTÀ», QUALE RICORRENZA DELL'ABBATTIMENTO DEL MURO DI BERLINO,

EVENTO SIMBOLO PER LA LIBERAZIONE DI PAESI OPPRESSI E AUSPICIO DI DEMOCRAZIA PER LE POPOLAZIONI TUTTORA SOGGETTE AL TOTALITARISMO.

art.1 comma 1 L.15 aprile 2005, n.61

L'allestimento dell'area verde sarà completato dalla collocazione di due cartelli informativi "Giorno della Libertà", uguali tra loro, che indicano la data del 9 Novembre e l’estremo normativo che ha istituito la ricorrenza, da affiancare ai cartelli esistenti "Giardino della Memoria" posti agli ingressi.

Ogni onere per la realizzazione dell’intervento ed il ripristino delle aree interessate in seguito ai lavori si intende a carico del soggetto proponente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A trentun anni dalla caduta del Muro di Berlino una stele commemorativa

IlPiacenza è in caricamento