Lunedì, 21 Giugno 2021
Eventi

Beni comuni, amministrazione partecipata, imprese sociali: se ne parla in due webinar

Due webinar su cooperative di comunità e patti per i beni comuni. Esperienze di impresa, inclusione e servizio alla comunità raccontate da giovani protagonisti martedì 1 e giovedì 3 dicembre dalle 15 alle 18

La Cooperativa Sociale La Paranza gestisce le Catacombe di Napoli

Nell'ambito del progetto “Mappe - Giovani protagonisti disegnano il territorio futuro” la prossima settimana vengono organizzati due seminari online aperti ai giovani, alle associazioni, alle scuole e a singoli cittadini interessati.

“Mappe” è un progetto promosso dall'ufficio Politiche giovanili del Comune di Piacenza, e sostenuto dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani, che vuole coinvolgere giovani tra i 18 e i 35 anni in percorsi di orientamento o riorientamento al lavoro e creazione di imprese sociali in spazi da rigenerare della città. L'iniziativa vede un gemellaggio con il Comune di Silvi Marina in Abruzzo.

Martedì 1 dicembre, dalle 15 alle 18, in collaborazione con il gruppo dei giovani coinvolti, è stata programmata una giornata dedicata al modello delle imprese sociali di comunità. Le cooperative di comunità possono assumere diverse tipologie (di lavoro, di utenza, sociale, mista, ecc.) ma condividono la finalità di valorizzare la comunità di riferimento e la centralità del capitale umano. Sperimentano modelli organizzativi e gestionali che favoriscono la partecipazione e il coinvolgimento; coniugano le tematiche e valori della cittadinanza attiva, della sussidiarietà, della gestione dei beni comuni e la solidarietà.

A presentare il modello sarà Giovanni Teneggi, direttore di Confcooperative Reggio Emilia e referente nazionale delle cooperative di comunità, insieme ai rappresentanti di due esperienze peculiari: La Paranza di Napoli e Francocentro di Mondovì. Introduce e coordina il dibattito Elena Marsiglia, giovane architetto piacentino che fa parte della cooperativa di comunità Isola dei tre ponti, nata con l'intento di valorizzare l'area di Isola Serafini.

“La Paranza” è un'esperienza avviata da un gruppo di giovani napoletani, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio culturale e architettonico rappresentato dalle catacombe di Napoli, e rappresenta un modello a livello nazionale per la capacità di coniugare cultura, inclusione sociale e redditività dell'iniziativa (link al sito internet www.catacombedinapoli.it/it/about). “La cooperativa Francocentro” ha rigenerato e riaperto lo spazio ristoro della stazione ferroviaria di Cuneo; oltre ad essere un tipico caffè, serve e promuove i prodotti agroalimentari del territorio e funge da punto di aggregazione (link alla pagina fb www.facebook.com/caffesocialemondovi).

Le esperienze verranno raccontate come esempi di iniziative partite da gruppi di giovani, in grado di produrre reddito e al tempo stesso di diventare motori di innovazione sociale per la comunità.

Il secondo appuntamento di dicembre è particolarmente interessante per tutte le associazioni, giovanili e non, che lavorano per il bene del territorio, ma anche per gli studenti e per tutti i giovani. Giovedì 3 dicembre, sempre dalle 15 alle 18,  Mappe invita gli esperti dell'associazione nazionale Labsus per un seminario operativo sul tema dei beni comuni e dell'amministrazione partecipata. Labsus è una rete nazionale fondata dal giurista Gregorio Arena, che si occupa di formazione, animazione e consulenza agli enti locali sul tema della partecipazione civica. All'inizio degli anni Duemila è stata promotrice di un modello di regolamento dell'amministrazione condivisa, oggi applicato in numerosi comuni italiani. Il tema è quello di come i cittadini possono contribuire al mantenimento e al miglioramento del patrimonio urbano attraverso azioni di volontariato che vengono riconosciute all'interno di un preciso quadro giuridico. Interverranno Pasquale Bonasora, esperto di sviluppo locale, referente Labsus per la Puglia e il sud Italia, membro del consiglio direttivo di Labsus, ed Emanuela Saporito, fondatrice di Orti Alti, ricercatrice del Politecnico di Torino e attiva in Labsus in numerose attività di ricerca-azione.

Gli incontri si svolgeranno sulla piattaforma Zoom, per ricevere le credenziali per la partecipazione è sufficiente inserire una richiesta di iscrizione a questo link https://forms.gle/Xg9u99vYMrQLo8cB9

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni comuni, amministrazione partecipata, imprese sociali: se ne parla in due webinar

IlPiacenza è in caricamento