Sabato, 31 Luglio 2021
Eventi

Marco Bellocchio al Cinema Jolly di San Nicolò

Serata-evento per celebrare la corsa de “Il traditore” come miglior film straniero agli Oscar 2020. Il regista Bellocchio incontrerà il pubblico in un dibattito successivo alla proiezione del film

Fondazione Fare Cinema celebra la candidatura de “Il traditore” come miglior film straniero agli Oscar 2020 con una serata-evento al Cinema Jolly di San Nicolò (PC): giovedì 31 ottobre Marco Bellocchio, insieme al giovane produttore piacentino Simone Gattoni, incontrerà il pubblico al termine della proiezione de “Il traditore” (ore 20.30) in un dibattito moderato da Carlo Confalonieri, cinefilo e critico cinematografico piacentino. Sarà presente anche Paola Pedrazzini, direttrice di Fondazione Fare Cinema.

Un'occasione preziosa per porre domande e confrontarsi con il regista del film dell'anno: sette Nastri d'Argento, unica pellicola italiana in lizza a Cannes 2019 e, come accennato, candidato italiano all'Oscar per miglior film straniero.

“Un film complesso e oscuro di impareggiabile chiarezza: Marco Bellocchio firma quella che potrebbe essere l'opera di un ventenne col rigore di un Maestro del cinema – afferma Carlo Confalonieri – Come in 'Vincere' torna un personaggio parallelo alla Storia, rivelatore delle crepe insite nella banale divisione fra bene e male. Là era Ida Dalser l'amante rinnegata da Mussolini interpretata da una monumentale Giovanna Mezzogiorno, qui è Tommaso Buscetta, l'accusatore delle storture di Cosa Nostra rispetto ad un codice di dubbia 'morale' per il quale mai si definì pentito, reso altrettanto magistralmente da Pierfrancesco Favino”.

Quello al Jolly non è l'unico impegno a Piacenza di Marco Bellocchio: la mattina del 31 ottobre incontrerà  gli studenti del Liceo M. Gioia al Cinema Politeama in un dibattito successivo alla visione de “Il traditore”, riservata alla scuola.

“Questo doppio evento cade nella ricorrenza dei cinquantaquattro anni dalla prima proiezione pubblica de 'I pugni in tasca', film d'esordio e capolavoro di Marco Bellocchio, avvenuta il 31 ottobre del 1965 - sottolinea Paola Pedrazzini - e si inserisce nella più ampia mission della Fondazione che, statutariamente, ha nel suo dna anche la promozione della cultura cinematografica”. 

Fondazione Fare Cinema, presieduta da Marco Bellocchio e diretta da Paola Pedrazzini, è un Centro permanente di Alta Formazione Cinematografica partecipata dall’Istituto Luce e dall’Associazione Marco Bellocchio, fondata ufficialmente a fine 2017, punto di arrivo di un lungo e appassionato percorso di formazione iniziato a Bobbio da Bellocchio dal 1995. Oltre al regista de “I pugni in tasca”, in questi anni sono stati docenti d’eccellenza della Scuola (non più solo estiva, ma con progetti che si sviluppano nel corso di tutto l’anno) maestri del cinema come Gianni Amelio e Giorgio Diritti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Bellocchio al Cinema Jolly di San Nicolò

IlPiacenza è in caricamento