Le Matinées del Nicolini, edizione autunnale al via

A novembre tornano i concerti della domenica mattina, a ingresso libero. Sono quattro appuntamenti dal repertorio ottocentesco al contemporaneo. Il via domenica 4 con concerto e premiazione dei vincitori della borsa di studio “Trio Pakosky”

Sono quattro gli appuntamenti autunnali con le “Matinées” del Conservatorio G. Nicolini di Piacenza: concerti della domenica mattina, a partecipazione libera e gratuita, che si svolgeranno il 4, 11, 18 e 25 novembre alle ore 10.30 nel Salone del Conservatorio. Protagonisti, come da tradizione, allievi e docenti dell'istituto musicale piacentino.

Si tratta di una delle tante iniziative del Nicolini aperte alla città, “nell’ottica di avvicinare un pubblico sempre più vasto alla musica nelle sue differenti declinazioni – sottolinea la presidente del Conservatorio Paola Pedrazzini – valorizzando contestualmente il lavoro della didattica attraverso una programmazione accattivante. Questa edizione autunnale delle Matinées va dalla classica al jazz, proponendo un repertorio ricco di contaminazioni che va dall'Ottocento ai giorni nostri; la rassegna pone così composizioni di diversa provenienza, stilistica e storica, in rinnovati e suggestivi contesti”.

Si parte il 4 con concerto e premiazione dei vincitori della borsa di studio “Trio Pakosky”, promossa dall’Associazione Musicale Mikrokosmos: Miljan Minic (clarinetto), Simone Ceppetelli (violoncello), Volha Karmyzava (pianoforte) suoneranno  il Trio n. 4 “Gassenhauer” op. 11 in Si bemolle maggiore di Ludwig van Beethoven.  Sul palco anche il Trio Pakosky, alias Paolo Costanzo (violino), Darko Jovanovic (clarinetto), Keiko Yazawa (pianoforte), con la partecipazione del M° Marco Decimo e di Marta Castelnuovo (violoncelli), Simone Allegri (marimba). In programma musiche di Aleksandar Sedlar e dello stesso M° Decimo.

Domenica 11 sarà la volta degli studenti vincitori di borse di studio offerte da Rotary Piacenza,  Rotary Piacenza Farnese, Rotary Valtidone sulle note di Barber, Bozza, Ibert, Cassadò, O’Meara, Muramatsu, Hamilton. Si esibiranno Luca Casana (pianoforte), Lorenzo Di Marco (flauto), Simone Ceppetelli (violoncello), Jacopo Mondina  (marimba), Tommaso Franguelli (vibrafono), Luca Frigo (elaborazione sonora).

Il 18 spazio al jazz: standard ed improvvisazioni con Salvatore Quatrana Trio (alias Simone Quatrana, pianoforte, Andrea Centonze, batteria, Enzo Frassi, contrabbasso).

Finale domenica 25 che vedrà ancora protagonisti i vincitori delle borse di studio targate Rotary. Ivan  Maliboshka al pianforte eseguirà “Dumka. Scena rustica in do minore op. 59” di Pëtr Il'ič Čajkovskij; seguirà la pianista Volha Karmizawa con la Sonata n. 6 op. 82 di Sergej Prokof'ev. Yanina Prakudovich (viola) e Ivan Maliboshka (pianoforte) eseguiranno “Andante e rondò ongarese, op. 35” per viola e pianoforte, di Carl Maria von Weber; “Fantasie Ballet” di Charles Auguste de Bériot, interpretato da Eleonora Liuzzi (violino) e Keiko Yazawa (pianoforte), concluderà il concerto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento