Mattinate "Fai" d'inverno, visite guidate a Bobbio

Da lunedì 27 novembre a sabato 2 dicembre 2017 le Mattinate FAI d'Inverno, visite esclusive per le scuole su tutto il territorio nazionale. In provincia di Piacenza è previsto un itinerario nella città di Bobbio martedì 28 e mercoledì 29 novembre

Una veduta panoramica di Bobbio

Giungono alla VI edizione le Mattinate FAI d’Inverno, il grande evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano dedicato al mondo della scuola, dove gli studenti sono chiamati a mettersi in gioco in prima persona per scoprire le loro città da protagonisti.

Da lunedì 27 novembre a sabato 2 dicembre 2017, infatti, la Fondazione invita gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado a conoscere il patrimonio storico e artistico del loro territorio, accompagnati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni, giovani appositamente preparati che, indossati i panni di narratori d'eccezione, racconteranno alle classi in visita il valore dei beni che verranno aperti in occasione delle Mattinate e le storie che custodiscono.

Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale saranno aperti, gratuitamente e in esclusiva, 200 meravigliosi tesori, poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico, in 120 città d’Italia. Gli studenti avranno così l’occasione di partecipare a visite guidate condotte da loro coetanei e di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”.

L'edizione 2017 vedrà inoltre una più stretta collaborazione tra FAI e Gruppo Autogas, main sponsor del progetto, attraverso l'integrazione dei temi di sostenibilità ambientale. Gli studenti riceveranno un gadget con gli eco-consigli sul risparmio energetico e potranno partecipare dal 27 novembre al 10 dicembre al concorso a premi La tua idea green.

Il progetto Mattinate FAI d'Inverno è sostenuto da Gruppo Autogas, azienda già vicina al FAI in qualità di Corporate Golden Donor, e si avvale della collaborazione della Rappresentanza regionale a Milano della Commissione europea, del contributo di Regione Toscana, del Patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia e della partecipazione di ANP - Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola.

BOBBIO (PC)

Martedì 28 e mercoledì 29 novembre - Itinerario per la città

Situata sulla sponda sinistra del fiume Trebbia, in una zona ricca d’acqua e insediamenti fin dall’epoca neolitica, numerosi sono i ritrovamenti testimoniano la presenza di varie popolazioni. Dal 1014 possiede il titolo di città, conferitole con bolla imperiale da Federico II. Nell’Alto Medioevo fu una delle principali sedi della cultura religiosa in Italia e centro cosmopolita di arte, cultura, scienza. Dei fasti di un tempo conserva il sapore medioevale nel borgo, cresciuto attorno al monastero, dalle strette viuzze, le case in sasso, i palazzetti signorili, dove aveva anticamente sede lo Scriptorium. L’originale profilo contorto di Ponte Gobbo, legato alla leggenda di San Colombano nel suo scontro con Satana, accoglie e dà il benvenuto ai visitatori non meno dell’Abbazia dedicata al santo irlandese, che qui giunse e lasciò un segno indelebile. Il Museo dell’Abbazia custodisce reperti dai primi secoli del cristianesimo fino alla metà del XV secolo. Il Museo della Città offre un tuffo nel passato della vita monastica e amanuense, mediante postazioni audiovisive multimediali. La Cattedrale di Maria Assunta, documentata nel 1705, l’Abbazia di San Colombano, che nella cripta racchiude il sarcofago del Santo e uno splendido mosaico, oltre al Castello Malaspina, che domina la parte alta della città ed i suggestivi paesaggi naturalistici della vallata meritano sicuramente una visita.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico M. Gioia PC – Istituto ISII Tramello-Cassinari sede di Bobbio

Il bene sarà aperto alle scuole 28 e 29 novembre dalle ore 8 alle 13.10

Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite consultare il sito internet www.mattinatefai.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento