Memorial Livio Scotti 2017, il ricavato donato al reparto di Pediatria

​La delegazione di Piacenza del Moto Club Polizia di Stato, intitolata alla memoria dell’Agente Livio Scotti, con la collaborazione del Comune di Castellarquato domenica scorsa ha ricordato la figura del giovane caduto, al quale nell’anno 2011 era stata intitolata la Delegazione piacentina

La delegazione di Piacenza del Moto Club Polizia di Stato, intitolata alla memoria dell’Agente Livio Scotti, con la collaborazione del Comune di Castellarquato domenica scorsa ha ricordato la figura del giovane caduto, al quale nell’anno 2011 era stata intitolata la Delegazione piacentina. Il giovanissimo agente, originario di Parma, dopo aver trascorso il periodo bellico prima nella Marina Militare a La Spezia, e poi nelle fila partigiane proprio in Valdarda, al termine della II guerra mondiale aveva fatto domanda per entrare nel Corpo delle Guardie di P.S., l’attuale Polizia di Stato, ed era stato assegnato alla Questura di Piacenza, settore Polizia Stradale. Livio Scotti non aveva ancora 23 anni quando, a seguito di un sinistro con quello che oggi definiremmo “pirata della strada”, è stato sbalzato dalla sella della moto di servizio, durante una pattuglia lungo la provinciale Lugagnano Piacenza, finendo a terra privo di vita, in prossimità delle Cappella dedicata alla Madonnina dell’Acqua.

La sua figura è stata ricordata, nel 70esimo anniversario della morte, con la partecipazione di oltre 40 motociclette con poliziotti in servizio ed in pensione, e numerosi iscritti al MC Polizia di Stato provenienti anche da altre province - Torino, Milano, Lodi – che accompagnati in servizio di rappresentanza da due motociclisti della Polizia Stradale di Piacenza, hanno compiuto un’escursione tra le nostre valli, attraversando la Val Trebbia e la Val Nure per giungere a Castell’Arquato 

Nella splendida Collegiata il Parroco Don Giuseppe Rigolli ha officiato la messa alla presenza di Patrizia Pizzorni, nipote di Livio Scotti giunta da Parma, del vice Sindaco di Castellarquato Giuseppe Dovani, del consigliere comunale Franco Ticchi - vera anima organizzatrice dell’evento - del comandante dei carabinieri, il luogotenente Franco Liberati, nonché dal comandante la sezione di Polizia Stradale di Piacenza Ettore Guidone e di una pattuglia giunta in rappresentanza dalla questura di Piacenza. Presenti anche la Delegazione di Milano del MCPS, ed i moto club ”Andavamo a 100 all’ora” di Castell’Arquato, i Pistoni Tonanti di Carpaneto e gli Irons LE MC di Milano. Al termine della celebrazione il Delegato di Piacenza del Moto Club Michele Mauro ha letto la Preghiera dedicata a San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato, e Don Rigolli si è portato nell’ adiacente Piazza Don Enrico Cagnoni per un momento di raccoglimento ed ha poi impartito la benedizione alle motociclette ed ai partecipanti alla celebrazione.

Dall’alto paese il serpentone di moto si è quindi trasferito alla Trattoria “La Castellana” dove l’evento si è concluso con un apprezzato pranzo conviviale. E’ bene ricordare che anche questa manifestazione, come tutte le attività del Moto Club Polizia di Stato di Piacenza, ha avuto finalità esclusivamente benefiche e tutto quanto sarà ricavato nell’anno 2017 verrà devoluto al progetto “Adotta 1MQ a misura di bambino” dell’AUSL di Piacenza reparto Pediatria e dell’associazione Pellicano Piacenza Onlus, per la predisposizione delle stanze attrezzate e decorate, riservate ai piccoli degenti Dalla sua prima donazione benefica, nell’anno 2010, la Delegazione di Piacenza del Moto Club Polizia di Stato ha devoluto, a varie realtà operanti nel sociale ed a vittime di disastri naturali, come l’alluvione di Farini ed il terremoto di Amatrice, oltre 9.400 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento