Rivergaro, in mostra antiche marche tipografiche

  • Dove
    Centro di lettura
    Via A. Bonistalli, 7
    Rivergaro
  • Quando
    Dal 11/01/2016 al 30/01/2016
    Lunedì: 9.30 12.30 ; 16.00 – 19.00 ; 21.00 – 23.00 Martedì: chiuso Mercoledì – Venerdì: 9.30-12.30; 16.00 – 19.00 Giovedì – Sabato: 9.30-12.30
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
    Sito web
    piacenza.it

Finito il periodo delle vacanze natalizie, il Centro di Lettura di Rivergaro - sito in via Bonistalli 7 - propone una interessante mostra. Si tratta de “Le marche tipografiche nelle cinquecentine della Passerini Landi”, un'esposizione nella quale verranno esposte riproduzioni fotografiche di frontespizi di cinquecentine. Il materiale utilizzato è riferito a volumi antichi della Biblioteca comunale Passerini Landi, che ne ha concesso l'uso.

La marca tipografica compare fin dai primordi della stampa, nel XV secolo, e la sua origine deve ricercarsi nelle firme di carattere decorativo apposte a documenti membranacei del Medioevo, come i monogrammi notarili. Solo dopo la concessione dei privilegi di stampa l’uso delle marche diventò esclusivo di tipografi o case librarie.

In genere la marca tipografica veniva realizzata con tecniche di incisione su matrice di legno o di rame. In tal modo il tipografo/editore rendeva immediatamente riconoscibile un libro uscito dai suoi torchi, per cui la marca assunse presto valenza di certificazione della affidabilità del prodotto librario e di promozione commerciale. Il luogo designato per la sua apparizione è il colophon, dove appunto il tipografo/editore firmava la sua opera. 

Inizialmente una marca rappresentava stemmi o figure accompagnate da lettere iniziali (sigle) o da un motto (divisa), per esempio un semplice scudo con le iniziali del tipografo e simboli essenziali come una croce, un cerchio, un triangolo. 

Presto l'immagine si fece però più complessa: poteva avere significati simbolici tipici della tradizione classica o di quella cristiana, oppure riferibili alla mitologia o alla filosofia, o ancora poteva contenere allusioni e riferimenti all’insegna di bottega, e perfino ad un gioco di parole sul nome del tipografo (insegna parlante). In quasi tutte le marche si aggiunsero motti e sentenze.

Verso la fine del XVI e per tutto il XVII secolo la marca si sovraccaricò comunque di fregi e solo in seguito ritornò più chiara e semplice fino a ridursi a brevi sigle. La marca venne a decadere nel XIX secolo e ai nostri giorni solo alcuni editori usano marche tipografiche, molto più essenziali anche se riconducibili alle antiche marche.

La mostra sarà visitabile dal giorno 11 fino al 30 Gennaio 2016 negli orari di apertura della Biblioteca. 

ORARI DI APERTURA

Lunedì: 9.30 12.30 ; 16.00 – 19.00 ; 21.00 – 23.00

Martedì: chiuso

Mercoledì – Venerdì: 9.30-12.30; 16.00 – 19.00

Giovedì – Sabato: 9.30-12.30

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Paladino a Piacenza, in Piazza Cavalli fino al 28 febbraio 2021

    • Gratis
    • dal 10 ottobre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Piazza Cavalli
  • "La scrittura come enigma", riaperta la mostra di Giorgio Milani in Sant'Agostino

    • Gratis
    • dal 12 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Ex-Chiesa di Sant'Agostino

I più visti

  • Paladino a Piacenza, in Piazza Cavalli fino al 28 febbraio 2021

    • Gratis
    • dal 10 ottobre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Piazza Cavalli
  • Il Centro Diagnostico Italiano arriva nel lodigiano: apre un poliambulatorio a San Rocco al Porto

    • 18 gennaio 2021
    • Centro Commerciale Belpò
  • Il contagio delle idee, “La vera storia del Klimt ritrovato”

    • Gratis
    • 22 gennaio 2021
    • Online Pagina Facebook Comune di Gossolengo
  • "La scrittura come enigma", riaperta la mostra di Giorgio Milani in Sant'Agostino

    • Gratis
    • dal 12 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Ex-Chiesa di Sant'Agostino
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento