A Palazzo Farnese per tutta la famiglia la storia di “Moun", portata dalla schiuma e dalle onde

E' rivolto anche ai giovanissimi "Moun", lo spettacolo in programma martedì 8 settembre nel cortile di Palazzo Farnese. L'ingresso è gratuito previa prenotazione

Una storia che, affrontando contemporaneamente tanti temi importanti come l’abbandono, l’adozione, la nostalgia e la costruzione di sé, parla soprattutto di speranza, ai piccoli e ai grandi.

Si tratta di “Moun” - portata dalla schiuma e dalle onde, lo spettacolo di Teatro Gioco Vita interpretato da Deniz Azhar Azari con la regia e le scene di Fabrizio Montecchi che vedremo martedì 8 settembre alle ore 21 a Piacenza nel Cortile di Palazzo Farnese (ingresso gratuito con prenotazione, in caso di maltempo la rappresentazione si terrà al Teatro Filodrammatici).

Riprende così la sezione dedicata alle famiglie di “R-ESTATE A TEATRO”, la rassegna estiva 2020 di Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri e Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Iren.

Proseguirà durante la serata la distribuzione a tutti i bambini, iniziata a luglio in occasione dello spettacolo “Piccolo Asmodeo”, di una “Carta d’identità” da compilare con disegni e parole e da restituire poi agli organizzatori: un modo divertente e creativo per conoscere i pensieri e le aspettative dei più piccoli.

Ai genitori di Moun il loro paese, in preda alla follia della guerra, sembra ormai non offrire nessun futuro. Con un atto disperato decidono di abbandonare al mare l’unica figlia, nella speranza che, lontano dalla guerra, avrà una possibilità di salvezza. Moun attraversa l’oceano dentro una scatola di bambù e arriva “al di là” del mare, dove su una spiaggia un’altra coppia la trova, la porta in salvo e l’adotta. Moun cresce così in una famiglia che la ama, circondata da fratelli e sorelle. Arriva però il giorno in cui le sono rivelate le sue vere origini e Moun si trova a fare i conti con la propria storia.

Moun è una storia che nonostante tratti temi forti come l’abbandono, l’adozione, la nostalgia e la costruzione di sé, trasmette un senso di grande serenità. La sua forza consiste proprio nel contrasto tra la gravità dei temi trattati e la grande leggerezza con cui sono enunciati. Questa leggerezza poetica è resa sulla scena da immagini d’ombra dai toni pastello, acquerellati, e da ritmi calmi e distesi, che donano un’atmosfera di pace che informa tutta l’azione scenica e anche la recitazione.

Lo spettacolo, dedicato a un pubblico a partire dai 5 anni, è tratto da “Moun”, libro illustrato di Rascal e Sophie, storia semplice ma profondissima. Le sagome di Nicoletta Garioni sono ispirate ai disegni di Sophie, le musiche sono firmate da Paolo Codognola, le coreografie da Valerio Longo, i costumi da Tania Fedeli, il disegno luci da Anna Adorno. In scena è una sola attrice (Deniz Azhar Azari, con Rossella Corna alle luci e fonica) che ci racconta la storia di Moun e il pensiero che attraversa lo spettatore è che sia lei stessa la protagonista. L’attrice evoca la storia di Moun facendo uso di un linguaggio teatrale che fonde la narrazione e la danza con tutto il repertorio di tecniche d’ombra proprie di Teatro Gioco Vita.

Uno spettacolo che dal 2016, anno del debutto, ha avuto un grande successo in Italia e all’estero, ottenendo vari riconoscimenti tra cui il Premio Festebà di Ferrara dedicato al teatro per ragazzi.

INFORMAZIONI

SPETTACOLO A INGRESSO GRATUITO SU PRENOTAZIONE

La prenotazione potrà essere effettuata telefonando alla biglietteria di Teatro Gioco Vita dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 (tel. 0523.315578), via e-mail (biglietteria@teatrogiocovita.it), whatsapp (tel. 334.6700321), Facebook o Messenger indicando i nominativi di chi assisterà allo spettacolo.

I posti non sono numerati, l’assegnazione sarà effettuata dal personale di sala in base all’ordine di arrivo. In caso di maltempo la rappresentazione si terrà al Teatro Filodrammatici.

Chi non ha prenotato potrà accedere allo spazio unicamente previa verifica della disponibilità di posti. La sera dello spettacolo sarà attiva una postazione per informazioni/registrazioni all’ingresso a partire dalle ore 19 (tel. 334.6700321).

Per evitare assembramenti e ulteriori rallentamenti all’accesso, si consiglia comunque di prenotare in anticipo.

Accesso del pubblico scaglionato a partire dalle ore 20. Si prega di accedere per tempo allo spazio allo scopo di evitare assembramenti e ritardi negli ingressi. È fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento