Nell’ex chiesa di Sant'Agostino si accendono le luci artistiche

Con una suggestiva e breve cerimonia, l'Agenzia del Demanio in occasione della conclusione dei lavori di manutenzione dell'ex Chiesa di Sant'Agostino, ha acceso l'impianto di illuminazione artistica del tiburio e della lanterna dell'edificio, arricchendo lo skyline della città di Piacenza

Fotoservizio di Carlo Pagani

Con una suggestiva e breve cerimonia, l’Agenzia del Demanio in occasione della conclusione dei lavori di manutenzione dell’ex Chiesa di Sant’Agostino, ha acceso l’impianto di illuminazione artistica del tiburio e della lanterna dell’edificio, arricchendo lo skyline della città di Piacenza. L’installazione completa un percorso già avviato l’anno scorso, che grazie alla  collaborazione del Comune di Piacenza e di Enel Sole, ha l’illuminato la facciata principale dell’ex basilica con la posa di due punti luce sul limite del sagrato ai margini dello Stradone Farnese.

L’ex basilica, già protagonista della consultazione online “immobili pubblici a Piacenza”, è inserita in un percorso di valorizzazione avviato dall’Agenzia nel 2015 che, con un finanziamento complessivo di  800mila euro , ha permesso il ripristino della copertura, del sistema di raccolta acque, e la messa in sicurezza dell’ex falegnameria di via Giordani. L’ex Chiesa di Sant’Agostino, importante esempio di patrimonio storico-culturale, sarà  presto oggetto di un bando di concessione e, grazie al coinvolgimento di soggetti pubblici e privati, potrà essere inserita all’interno di una rete di iniziative di promozione della città. 

“Le nuove luci che da stasera illumineranno la chiesa di Sant’Agostino – ha dichiarato Roberto Reggi direttore dell’Agenzia del Demanio che è intervenuto all’inaugurazione e restituisce a Piacenza  un nuovo angolo di bellezza e vivibilità. Lo sforzo fin qui compiuto si coronerà presto, quando il recupero e il riutilizzo del bene sarà completo e tornerà così fruibile dai cittadini”. 

Paolo Dosi, sindaco di Piacenza, ha ringraziato l'Agenzia del Demanio e in particolare al direttore Roberto Reggi, per l'impegno nel valorizzare il patrimonio storico e architettonico della nostra città. La nuova illuminazione artistica di Sant'Agostino è una testimonianza importante di questo percorso inerente ai beni dismessi sul territorio, che si sta realizzando con la partecipazione e il coinvolgimento della comunità locale".

Marcello Spigaroli ha compiuto un breve excursus storico della chiesa e della fondazione fino all'edificazione del monastero e successivamente della chiesa. La costruzione è stata citata da Montaigne e la facciata è di epoca successiva e risale 1780 dell'architetto Morigia (stesso costruttore tomba di dante a a Ravenna). Ha infine auspicato che questo recupero sia uno stimolo per altre proposte per valorizzare la città. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento