Notte dei Musei alla Galleria Alberoni, tra stelle cadenti, arte e musica

Anche quest’anno, la Notte dei Musei alla Galleria Alberoni propone non solo un’apertura straordinaria, ma un vera e propria serata evento domenica 21 maggio, che annuncia inoltre una importante novità e attività scientifica che vede protagonista l’Istituto di San Lazzaro, in continuità con la tradizione di studi scientifici che in esso hanno preso vita nei secoli scorsi.

Stelle cadenti, bolidi e meteoriti, messaggeri di preziose informazioni sull’universo, svelati dagli esperti dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, le meraviglie della volta celeste, viste, nel buio del parco alberoniano, attraverso i telescopi rifrattori del Gruppo Astrofili di Piacenza, il racconto e la storia delle prime osservazioni del cielo effettuate nell’800 al Collegio Alberoni in una visita guidata speciale che porterà attraverso il Collegio fino alla torretta e alla terrazza degli osservatori meteo e astronomico, ed ancora la danza e il jazz con le coreografie della Scuola Artedanza diretta da Sabrina Ronchetti e un preziosissimo concerto che andrà in scena alle ore 23 nella Sala degli Arazzi con protagonisti due astri nascenti della scena jazz italiana: Mattia Cigalini e Ambra Lo Faro.

Per tutta la serata inoltre Massimo Silvotti e il Piccolo Museo della Poesia “Incolmabili Fenditure” eseguiranno incursioni poetiche con letture di versi e componimenti dedicati alle stelle e alle stelle cadenti.

Tutto ciò compone il densissimo e affascinante programma della Notte Europea dei Musei che, alla Galleria Alberoni, andrà in scena DOMENICA 21 MAGGIO 2017 (la sera successiva a quella ufficiale). 

La partecipazione alla notte - evento è a ingresso libero e gratuito.

Se la Notte dei Musei 2016 aveva coinciso con ripresa dell’attività dell’Osservatorio Meteorologico del Collegio Alberoni in collaborazione e sotto la direzione scientifica della Società Meteorologica Italiana di Luca Mercalli, l’evento 2017, intitolato A riveder le stelle, annuncia al pubblico la partecipazione del Collegio Alberoni al progetto nazionale PRISMA Prima Rete Italiana per la Sorveglianza sistematica di Meteore e Atmosfera promosso e diretto dall’Istituto Nazionale di Astrofisica e coordinato da Daniele Gardiol dell’Osservatorio Astrofisico di Torino, che sarà ospite della Notte dei Musei alla Galleria Alberoni.

Con questa nuova collaborazione il Collegio Alberoni diventa anche osservatorio astrofisico e riattiva la prima e più antica osservazione del cielo svolta dai Padri Vincenziani in Collegio dedicata proprio, a metà del XIX secolo, all’osservazione delle stelle cadenti.
Il Collegio Alberoni entra nel Progetto Prisma, a caccia di stelle cadenti. Grazie all’accordo siglato tra Opera Pia Alberoni e Istituto Nazionale di Astrofisica, il Collegio Alberoni e il suo Osservatorio scientifico entrano a fare parte della prima rete italiana per la sorveglianza sistematica delle meteore e dell’atmosfera.
Una camera all sky, capace di videoregistrare, senza soluzione di continuità, la volta celeste, sarà collegata a un computer a essa specificamente dedicato che trasmetterà, tramite la veloce connessione internet presente negli Osservatori alberoniani, tutti i dati registrati al centro di raccolta dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Il progetto PRISMA prevede anche una parte educativa e didattica e, grazie alla nascente collaborazione tra Collegio Alberoni Istituto Nazionale di Astrofisica e Osservatorio Astrofisico di Torino, permetterà di implementare la proposta didattica alberoniana con iniziative a tema astrofisico che saranno rivolte alle scuole e al pubblico interessato.

Domenica 21 maggio

La Scuola Artedanza di Sabrina Ronchetti animerà con le sue coreografie due momenti della notte.

Mattia Cigalini al sax e Ambra Lo Faro al pianoforte e voce, regaleranno al pubblico un prezioso e suggestivo concerto tra jazz e stelle nella splendida cornice della sala degli arazzi.

Per tutta la serata Massimo Silvotti e il Piccolo Museo della Poesia “Incolmabili Fenditure” eseguiranno incursioni poetiche con letture di versi e componimenti dedicati alle stelle e alle stelle cadenti.

Questo è il ricco, suggestivo e denso programma della Notte dei Musei che, alla Galleria Alberoni, andrà in scena DOMENICA 21 MAGGIO 2017 (la sera successiva a quella ufficiale). La serata è interamente a ingresso gratuito

GALLERIA ALBERONI, ORE 20.30

Levate gli occhi in alto e guardate (Isaia)

L’osservazione delle stelle cadenti al Collegio Alberoni nell’Ottocento

Visita guidata attraverso il Collegio, con salita alla terrazza degli Osservatori Meteo e Astronomico, animata da danza e letture a cura di Maria Rosa Pezza, con letture di Romano Gromi.              

La scuola ArteDanza introduce la visita con la coreografia Il cielo della notte 

Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili, senza prenotazione

Alle ore 20.30, con partenza dalla Galleria Alberoni, una visita guidata speciale svelerà e racconterà la storia dell’attività dell’Osservatorio astronomico con particolare attenzione all’osservazione e allo studio delle stelle cadenti.

Si tratta di una visita guidata animata da letture, poesie e coreografie.

Saranno le allieve della Scuola Artedanza, diretta da Sabrina Ronchetti a introdurre l’itinerario guidato, con una breve coreografia intitolata Il cielo della notte.

La visita guidata sarà animata da letture di Romano Gromi che darà voce a significativi personaggi della ricerca astronomica del secolo XIX: Padre Manzi direttore dell’Osservatorio del Collegio Alberoni, Padre Denza direttore dell’Osservatorio di Moncalieri e Giovanni Virginio Schiapparelli, direttore dell’Osservatorio di Brera.

La visita condurrà attraverso il Collegio e accompagnerà fino alla terrazza degli Osservatori Meteo e Astronomico del Collegio Alberoni dove sono situati gli attuali e moderni strumenti meteo, dove si potranno conoscere gli strumenti utilizzati nei secoli scorsi e vedere la nuova telecamera all-sky per lo studio delle meteore e delle stelle cadenti.

Durante la salita verso la terrazza è prevista la prima incursione poetica di Massimo Silvotti, con letture di versi dedicate alle stelle cadenti.

GALLERIA ALBERONI, SALA DEGLI ARAZZI, ore 21.30

Al termine della visita guidata, inizierà nella Sala deli Arazzi una interessante conversazione di Daniele Gardiol, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica – Osservatorio di Torino, che, con l’ausilio di immagini, accompagnerà il pubblico nell’affascinante e misterioso tema delle stelle cadenti, bolidi, meteoriti, e delle conoscenze relative all’universo che ci portano con la loro caduta sulla terra, nonché dei pericoli derivanti dalla caduta dei corpi di maggiori dimensioni.

Daniele Gardiol presenterà anche il progetto PRISMA, del quale entra a far parte anche il Collegio Alberoni, prima rete italiana per la sorveglianza delle meteore.

Durante la conversazione avverrà la seconda incursione poetica con letture di versi dedicati agli astri a cura del Piccolo Museo della poesia di Piacenza Incolmabili fenditure

PARCO DEL COLLEGIO ALBERONI, SPECOLA ASTRONOMICA ore 22.30

Alle ore 22.30, al termine della conversazione di Daniele Gardiol, saranno le stesse danzatrici di Artedanza a condurre il pubblico nel parco alberoniano e fino alla Specola astronomica attorno alla quale prenderà vita una breve, ma suggestiva coreografia intitolata La luce delle stelle, ideata da Sabrina Ronchetti, direttrice della Scuola ArteDanza ed eseguita dalle allieve della stessa Scuola.

Un momento suggestivo nel quale la scienza racchiusa nella Specola Astronomica alberoniana viene abbracciata dall’arte.

PARCO DEL COLLEGIO ALBERONI, ore 22.45 - 24

Al termine della coreografia attorno alla Specola avrà inizio, nel parco del Collegio, l’Osservazione della volta celeste con l’intervento del Gruppo Astrofili di Piacenza che, con i loro telescopi rifrattori, mostreranno al pubblico le meraviglie del cielo visibili in quella notte e precisamente:

PARCO DEL COLLEGIO ALBERONI, SPECOLA ASTRONOMICA, ore 22.45 – 24

La Specola Astronomica alberoniana - Visite guidate a uno dei pochissimi esemplari di Osservatorio astronomico autonomo della seconda metà del XIX secolo

Questo piccolo e splendido edificio, rappresenta un unicum in Italia, e un gioiello per la città di Piacenza; è infatti uno dei pochissimi osservatori autonomi, cioè uno dei pochi edifici, di fine Ottocento, costruito con la sola ed esclusiva funzione di osservatorio e studio della sfera celeste. Era uso, in quel periodo, montare piccole specole alla sommità di palazzi, torri e altre architetture già esistenti.

La Specola, fu edificata nel 1882 per iniziativa di Giovan Battista Manzi (1831-1912), per potervi collocare il prezioso telescopio rifrattore di Merz di 13 cm di diametro, che non poteva essere collocato nel primo e più antico Osservatorio. Il telescopio è attualmente in restauro.

Le guide del Collegio racconteranno l’interessante storia dell’osservazione del cielo al Collegio Alberoni condotta tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento e condurranno all’interno di questa splendida architettura; attraverso una bellissima e stretta scala a chiocciola, s’approderà al primo piano della stessa per osservare la cupola girevole

SALA DEGLI ARAZZI, ore 23.00

“Sotto le stelle del jazz”

Alle ore 23, nella Sala degli Arazzi, andrà in scena Sotto le stelle del jazz, un prezioso concerto di due musicisti di grande qualità, due veri talenti che, con i virtuosismi del sax contralto, Mattia Cigalini, e della voce e del piano, Ambra Lo Faro, regaleranno al pubblico un percorso musicale tra jazz e stelle.

Un momento musicale da non perdere che vede, per restare in tema di stelle, due astri nascenti del jazz italiano esibirsi nella Sala degli Arazzi.

Mattia Cigalini, è un musicista e compositore ormai molto noto che ha collaborato con alcuni tra più grandi artisti italiani ed internazionali da Tom Harrell, a Uri Caine, Randy Brecker, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Techfood Crew, Fabrizio Bosso e tantissimi altri, e calcato i palcoscenici di mezzo mondo.

Ambra Lo Faro è musicista poliedrica, cantante, pianista, violinista dalla forte e decisa personalità. Nella suggestiva cornice della Sala degli Arazzi duetterà con Mattia Cigalini come pianista e cantante.

GALLERIA ALBERONI, ORE 20.30 – 24

Incursioni poetiche e letterarie

Durante tutta la serata Massimo Silvotti, direttore del Piccolo Museo della Poesia di Piacenza Incolmabili fenditure effettuerà incursioni poetiche con letture di versi dedicati alle stelle cadenti e alla volta celeste.

Componimenti poetici da lui selezionati saranno infatti letti durante la visita guidata speciale, durante la conversazione di Daniele Gardiol, nei pressi della Specola Astronomica e prima dell’inizio del concerto jazz che vede protagonisti Mattia Cigalini e Ambra Lo Faro.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Il Germoglio, inaugurato il Villaggio di Natale

    • Gratis
    • dal 7 novembre al 25 dicembre 2020
    • Il Germoglio Onlus
  • Castello di Gropparello, Cena con Delitto on line live per bambini

    • dal 21 novembre al 5 dicembre 2020
    • Castello di Gropparello
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento