Notte dei Musei, il patrimonio culturale si svela al chiaro di luna  

Sabato 18 maggio torna l’appuntamento annuale con la Notte dei Musei, che aprirà in orario serale le porte del patrimonio culturale cittadino. Ecco il ricco programma delle iniziative

Torna l’appuntamento annuale con la Notte dei Musei, che sabato 18 maggio aprirà in un orario inconsueto, carico di suggestioni, le porte del patrimonio culturale cittadino.

I Musei Civici di Palazzo Farnese saranno visitabili gratuitamente, in tutte le sezioni, dalle 21 alle 24, con il duplice evento “guida per una notte” in partenza alle 21 e alle 21.45: itinerario guidato con animazione teatrale, a partecipazione libera sino ad esaurimento dei posti disponibili, in cui saranno i bambini gli accompagnatori d’eccezione alla scoperta delle collezioni storiche e artistiche. Si terranno invece alle 21, 21.45, 22.30 e 23.15, le visite guidate (sempre gratuite e sino ad esaurimento dei posti a disposizione), a “Il Fegato di Piacenza e i suoi misteri”, esposto nei sotterranei del Palazzo.  

Sarà inaugurata già nel pomeriggio, alle 17.30, la rassegna fotografica allestita nello Spazio Mostre, La nostra Terra – Parte 2°, dedicata a Piacenza e alle sue valli, che in occasione del vernissage vedrà la partecipazione straordinaria della violinista Yanina Prakudovich. Gli scatti si potranno ammirare sino al 4 giugno prossimo.

Anche il Museo Civico di Storia Naturale proporrà una serie di iniziative con ingresso gratuito. Dalle 16 alle 17.30, per i bambini dai 3 ai 7 anni (con prenotazione obbligatoria allo 0523-337745) il laboratorio “La mia pelle mi protegge. Piume, squame e pellicce”, mentre dalle 21 all’una di notte sarà “Ichnology Day”, tra visite alle collezioni museali, presentazione di reperti icnologici scoperti nel nostro territorio e del volume “Icnofossili del piacentino” a cura di Girolamo Lo Russo, con la consulenza di A. Baucon. Nel corso della serata, si terrà anche un approfondimento sullo stato delle ricerche e delle attività svolte dal Museo.

Apertura straordinaria, dalle 21 alle 24, anche per la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, con ingresso gratuito e visita sia alla collezione permanente, sia alla mostra “Paesaggio e figure. Fontanesi al tempo del Naturalismo”.

Kronos, Museo della Cattedrale, propone dalle 20 alle 21.30 la presentazione di “I love BC; la mappa di Kronos secondo i ragazzi delle scuole”: gli studenti della media Parini di Podenzano illustreranno una mappa del Museo creata per i loro coetanei (ingresso a tariffa ridotta). Dalle 21, sarà possibile seguire la visita guidata “Dal cielo al sottosuolo a lume di candela”: evento a numero chiuso, per un massimo di 20 partecipanti (costo: 8 euro a persona, prenotazioni al 331-4606435 o cattedralepiacenza@gmail.com), che porterà a scoprire l’antico archivio capitolare, il coro della Cattedrale e la cupola del Guercino seguendo la luce delle fiaccole, per poi raggiungere l’ipogeo di Santa Maria in Cortina da piazza Duomo e piazza Sant’Antonino. Anche il pozzo di Sant’Antonino sarà aperto eccezionalmente, con ingresso a tariffa ridotta, dalle 20 alle 22.30.

L’Ente Museo Palazzo Costa – Fondazione Horak, offre l’opportunità di visite guidate gratuite (prenotando, sino a esaurimento posti, a palazzocosta@virgilio.it), a partire dalle 21, per ammirare le sale espositive della collezione Horak e il salone affrescato da Ferdinando Galli Bibiena e Giovanni Evangelista Draghi (per gentile concessione di Upa – Unione provinciale Artigiani).  

Sarà piazza Sant’Antonino (con rinvio a data da destinarsi in caso di pioggia), la cornice della maratona leopardiana del Piccolo Museo della Poesia, “L’Infinito finite volte”, prevista in piazza Sant’Antonino dalle 21 con l’intervento di alcuni poeti contemporanei e preceduta alle 18 dalla tavola rotonda coordinata da Sabrina De Canio, con Roberto Silvotti, Franco Toscani, Enzo Santese e Vincenzo Guarracino. Dalle 23.11, sino alle 5.52, Massimo Silvotti reciterà ininterrottamente “L’Infinito” di Leopardi, accompagnato da Quarta Parete e dall’artista Giuseppe Donnaloia.

La Galleria e il Collegio Alberoni celebreranno la Notte dei Musei domenica 19 maggio, ospitando alle 19.30 l’incontro “Così il tempo presente”, omaggio al pensiero di Leonardo nel 500° anniversario della morte: breve conversazione tra Carlo Francou, direttore del Museo Geologico di Castell’Arquato e l’artista Ugo Locatelli. Nell’occasione, Claudia Marchionni guiderà la visita – con ingresso gratuito, senza prenotazione ma sino ad esaurimento dei posti disponibili – alla scoperta dei più significativi volumi vinciani del Fondo librario dell’architetto Giulio Ulisse Arata. Nel parco del Collegio, dalle 20.30 alle 21, aperitivo in giardino, mentre dalle 22.30 alle 24 sarà protagonista la Specola Astronomica alberoniana, con visite guidate a uno dei rari esemplari di Osservatorio astronomico autonomo della seconda metà del XX secolo.

Già dalle 19, sino alle 24, sarà esposto eccezionalmente nella Galleria Alberoni il prezioso volume di Galileo Galilei “Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari”, stampato a Roma nel 1613 e facente parte del Fondo librario alberoniano, mentre alle 21, nella sala degli Arazzi, il Gruppo Astrofili di Piacenza proietterà le immagini astronomiche realizzate dai propri astrofotografi. In conclusione, il concerto di Ambra Lo Faro, Mike Frigoli e Gianni Satta “Il tempo del Jazz”, a partire dalle 22.

Potrebbe interessarti

  • Nuovi codici al Pronto soccorso: ecco cosa cambia

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

I più letti della settimana

  • E' un odontotecnico di Piacenza la vittima del tragico schianto a Bobbiano

  • Arrestata per omicidio a Ravenna, a Piacenza era già finita nei guai per stalking e resistenza

  • Ferragosto e dintorni: come trascorrerlo a Piacenza e in provincia

  • Migliaia di rotoballe divorate dalle fiamme nella notte, nel rogo muoiono anche alcuni bovini

  • Omicidio in piadineria a Ravenna, la coppia è di Travo

  • Cade da una scala, muore operaio

Torna su
IlPiacenza è in caricamento