rotate-mobile
Eventi

"Per non morire di mafia", dal libro di Pietro Grasso lo spettacolo al Municipale

Sebastiano Lo Monaco porta in scena giovedì 26 gennaio al Teatro Municipale "Per non morire di mafia", dal libro omonimo di Pietro Grasso, ex-Procuratore nazionale antimafia

Più che uno spettacolo, si tratta di una denuncia civile, lucida e spietata. E una testimonianza dolorosa: quella di un uomo che ha messo a disposizione dello Stato e della società la sua stessa vita per combattere la criminalità organizzata.

È “Per non morire di mafia”, dal libro omonimo di Pietro Grasso - già Procuratore nazionale antimafia, ora Presidente del Senato - interpretato da Sebastiano Lo Monaco con la regia di Alessio Pizzech, in scena al Teatro Municipale di Piacenza giovedì 26 gennaio 2017 alle ore 21.

L'appuntamento è inserito nel cartellone Altri Percorsi della Stagione di Prosa “Tre per Te” 2016/2017 del Teatro Municipale organizzata da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri di Piacenza, il Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Quando comincia la nuova mafia? Come ha cambiato la vita della Sicilia e dell’Italia? Che cosa ci resta ancora da fare e da sperare con sconfiggerla? Sono solo alcuni degli interrogativi che Pietro Grasso si pone nel suo libro “Per non morire di mafia”.

Se Falcone e Borsellino teorizzarono che per combattere la mafia è necessario conoscerla, il loro “erede”, a sua volta impegnato da trent’anni contro la criminalità organizzata, aggiunge che oggi per contrastare la mafia è indispensabile avere la percezione esatta della sua pericolosità. Perciò dalla Procura Nazionale Antimafia, organismo che coordina le indagini sui fronti interni e internazionali, Pietro Grasso ripercorre le stagioni della guerra alla cupola siciliana in modo schietto, affrontando anche rapporti delicati: i legami tra mafia e politica, gli scontri all’interno della magistratura, le carenze legislative e di mezzi. Infine, Grasso affronta gli intrecci attuali con la ‘ndrangheta e la camorra e traccia una mappa delle nuove mafie (cinesi, russe, albanesi, nigeriane, colombiane), individuando le strade e gli strumenti che ci permetteranno di non morire di mafia, di non sottometterci al suo potere.

«Finché la mafia esiste - sono le parole di Pietro Grasso - bisogna parlarne, discuterne, reagire. Il silenzio è l’ossigeno grazie al quale i sistemi criminali si riorganizzano e la pericolosissima simbiosi di mafia, economia e potere si rafforza. I silenzi di oggi siamo destinati a pagarli duramente domani, con una mafia sempre più forte, con cittadini sempre meno liberi».

«Non un semplice spettacolo- spiega il regista Alessio Pizzech - ma un ritratto, un’indagine emotiva, una discesa nel cuore vibrante del lucido pensiero di un uomo che ha dedicato e sta dedicando la sua vita alla lotta contro il crimine per il trionfo della legalità. (…) Il tempo dello spettatore è lo stesso del protagonista sul palcoscenico. Il tempo della finzione corrisponde perfettamente allo sviluppo dell‘intera pièce che si dipana così tra il momento didattico, quello comico e quello che definirei tragico nel senso antico della parola».

 INFO E BIGLIETTERIA

TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 -  biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 10-16.- Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Municipale, via Verdi 41, tel. 0523.492251).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Per non morire di mafia", dal libro di Pietro Grasso lo spettacolo al Municipale

IlPiacenza è in caricamento