Piacenza non dimentica le foibe: le iniziative per il "Giorno del Ricordo"

Anche l'Istituto Storico della Resistenza di Grosseto collabora alle iniziative programmate con il sostegno del Comune di Piacenza in occasione del giorno del ricordo. Previsti l'intitolazione ai martiri delle foibe di un'area verde e un percorso culturale diretto agli studenti

Istituito con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, il Giorno del ricordo si celebra in Italia il 10 febbraio, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo dalle loro terre degli Istriani, dei Fiumani e dei Dalmati. Il Comune di Piacenza, in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea, anche in questa ricorrenza del 2011 darà corso a diversi eventi, a commemorazione della tragedia del popolo istriano. All'assessore al Futuro Giovanni Castagnetti, a Carla Antonini per l'Istituto storico della Resistenza, unitamente al direttore artistico di Teatro Gioco Vita Diego Maj, il compito di illustrare le iniziative previste per il Giorno del Ricordo.

IMPORTANTE CONDIVIDERE IDEALI E VALORI - "La ricorrenza del 10 febbraio deve rappresentare un’occasione di ricordo, ma anche di riflessione - ha esordito l’assessore Castagnetti - perché proprio dall'evento storico, dalla tragedia, dalla sofferenza di tante persone si può far partire un meccanismo di condivisione di ideali e di valori, a condanna di quanto avvenuto, ma anche a costruzione di un nuovo modo di esistere e di pensare.
Per questo sono state organizzate diverse iniziative, volte proprio ad approfondire queste tematiche e, in particolare, a rappresentare un percorso dalla forte valenza educativa, diretto soprattutto ai giovani, perchè tragedie come quella delle Foibe non devono più ripetersi".

VALORIZZARE L'IDENTITA' DEL POPOLO ITALIANO - "Nonostante la terribile tragedia delle foibe non abbia coinvolto cittadini piacentini - ha aggiunto Carla Antonini, rappresentante dell’Istituto Storico della Resistenza - è più che mai importante che anche a Piacenza, in questo anno che vede il centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia, si rifletta sull'unità nazionale e si dedichi una riflessione alle sfortunate popolazioni dell'Istria e delle zone limitrofe, che hanno vissuto perdipiù il dramma di un continuo succedersi di appartenenze nazionali. Ora è il momento di ricomporre e valorizzare più che mai l’identità del popolo italiano".

UN'AREA VERDE DEDICATA - Nel corso di una cerimonia prevista proprio per il 10 febbraio, alle ore 11, il sindaco Roberto Reggi intitolerà ai martiri delle foibe l’area verde di via Trivioli, Buozzi e Stalli, mentre il 16 febbraio verrà inaugurata la Mostra "La nostra storia e la la storia degli altri. Viaggio intorno al Confine orientale", allestita presso la Biblioteca Comunale Passerini-Landi. La mostra rappresenta un’iniziativa di alto spessore scientifico realizzata dall’Istituto Storico di Grosseto, in collaborazione con un gruppo di docenti della regione Toscana, che hanno compiuto un 'viaggio della memoria' nei luoghi che sono stati teatro dei tragici avvenimenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TESTIMONIANZE E DOCUMENTI - Appartiene proprio a questo gruppo di docenti il prof. Silvano Priori, dell’Istituto di Firenze, che venerdì 18 febbraio 2011 terrà presso la Biblioteca Passerini Landi una conferenza diretta agli studenti delle scuole superiori, durante la quale verrà proiettato il documentario "La nostra storia e la storia degli altri. Viaggio intorno al Confine orientale" che riporta la testimonianza di studiosi e testimoni, oltre che suggestive immagini dei luoghi citati.
Anche l'Associazione culturale Teatro Gioco Vita riporterà testimonianze e documenti storici durante uno spettacolo del Centro Teatrale MaMiMò, dal titolo "L'altra faccia della medaglia, per un viaggio in una verità che non si saprà mai". Lo spettacolo, diretto ai ragazzi delle terze medie e delle scuole superiori, si svolgerà presso il Teatro Comunale Filodrammatici, giovedì 10 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento