menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza Jazz Fest 2016, c'è anche "L'altro Festival"

Tante le proposte che affiancano i concerti del cartellone principale del Piacenza Jazz Fest 2016. Si tratta in realtà di un festival nel festival, cioè..... "L'altro Festival"

Troppo riduttivo il termine "eventi collaterali” per la varietà, il numero e la qualità delle proposte che affiancano i concerti del cartellone principale del Piacenza Jazz Fest 2016. Si tratta in realtà di un festival nel festival, cioè..... “L’altro Festival”! 

Si comincia con il Gazebo Suonante, che ormai un piacevole (e richiesto) appuntamento nel cuore di Piacenza, uno dei più simpatici momenti pubblici di promozione del Piacenza Jazz Fest. Al gazebo, che si terrà nel pomeriggio di sabato 13 febbraio, si potranno avere info e acquistare i biglietti e gli abbonamenti del festival. Per l’occasione il centro storico sarà animato da una marchin’ band funky di rara bravura: la BiFunk Brass Band.

Tra le novità di quest’anno una performance artistica inusuale e di alto impatto emozionale. Si potrà assistere alla creazione in diretta dei “Ritratti sonori”, dedicati a chi vorrà farsi ritrarre musicalmente. Sabato 12 marzo alle ore 21.15 - presso la Galleria Ricci Oddi - venite ad ascoltarvi nel "ritratto musicale" dedicato a voi che nascerà dall'interazione con due grandi pianisti, Mario Zara e Gino Marcelli.

Il legame tra la musica e l’arte non si esaurisce qui, ma prosegue con un altro progetto davvero intrigante che intende approfondire anch’esso quel legame insondabile eppure reale tra l’arte e la vita e quella capacità unica degli artisti – qualunque arte essi rappresentino, pittura, musica, danza ecc. – di arrivare al nocciolo delle cose e farcene esperire il senso più profondo e intimo. “Suoni e gesti d’arte” saranno delle performance che avranno luogo venerdì 26 febbraio e sabato 12 marzo alle ore 17.00 sempre alla Galleria Ricci Oddi e che vedranno Gianni Azzali al flauto e sax alternarsi con Gianni Satta alla tromba e Mario Zara al pianoforte, Con loro due danzatrici della scuola “Choròs – Il balletto di Piacenza”, Stefania Daveri e Alice Cavanna.

Nel pomeriggio di domenica 13 marzo dalle 15.30 fino alle 18.30 sempre Mario Zara terrà alla “Milestone School of Music” una masterclass di musica d’assieme dal titolo “Musica e spiritualità”, che vuole essere un’occasione per individuare e lasciar parlare la propria voce interiore, che è fondamentale al pari e ancor più della tecnica, nell’espressione artistica.

Molta attenzione è data come sempre alle attività divulgative e formative. Numerosi saranno i libri a cui si lascerà spazio, raccontati dalla viva voce dei loro autori. Si partirà venerdì 19 febbraio ore 17.30 nella sala monumentale della biblioteca Passerini Landi con lo scrittore e chitarrista Roberto Menabò e il suo “Rollin’ and Tumblin’ vite affogate nel blues”, Arcana edizioni. Quaranta brevi storie per altrettante vite affogate nel blues, per narrare vicende e vicissitudini dei cantanti di blues delle origini. La presentazione sarà arricchita da brani chitarristici dal vivo.

Sabato 27 febbraio alle ore 17.30 sarà la volta del critico musicale Claudio Sessa, la penna del Jazz per il Corriere della Sera, che presenterà alla Galleria Ricci Oddi il suo ultimo lavoro “Improvviso singolare. Un secolo di jazz”, edito da il Saggiatore, in grado di offrire una nuova prospettiva su un’epoca attraverso una scelta di duecento circa tra le sue migliori opere musicali.

Una vera chicca è la presenza di Ramin Baharami stesso che, prima del suo concerto al Municipale con Danilo Rea, parlerà al pubblico presente al ridotto del Municipale sabato 20 febbraio alle ore 18.00 del suo libro edito da Bompiani dal titolo “Nonno Bach”, un toccante dialogo tra uno dei più grandi musicisti di tutti i tempi e un bambino.
La settimana successiva verrà presentato un libro fresco di stampa dedicato espressamente a tutti i pianisti, cantanti e musicisti dal titolo “Pianoforte complementare in stile Pop Jazz”. A presentarlo alle ore 15.00 di sabato 5 marzo sarà lo stesso autore, Michele Francesconi che la sera poi sarà protagonista di un altro appuntamento, sempre al Milestone alle ore 21.15. Francesconi infatti accompagnerà al pianoforte la moglie, la cantante Laura Avanzolini, in una lezione-concerto dal titolo “Vi racconto una Song”, che racconterà la storia che sta dietro dieci brani immortali che successivamente saranno eseguiti dalla coppia.
Sempre nel pomeriggio di sabato 5 marzo alle 17.30 al Milestone, dopo Francesconi, sarà la volta della “Breve storia del pianoforte Jazz”, in cui l’autore Sergio Pasquandrea avrà l’occasione di raccontare dell’appassionante sfida che ha portato alla costruzione di un linguaggio completamente nuovo grazie all’influsso del Jazz anche per uno strumento già consacrato come il pianoforte.

Tra le novità più care all’organizzazione del festival, quella denominata dei “Donatori di musica” che nasce con l’intento di fare un altro passo nella direzione di portare la musica nei luoghi dove di solito non riesce a essere presente, ma dove maggiori sono le ricadute benefiche e fattive che può creare. Sono in programma due cicli di concerti, uno all’interno di alcuni reparti dell’Ospedale Civile, in stretta collaborazione con l’Azienda USL di Piacenza e l’associazione “Il Pellicano Onlus”, il secondo all’interno della casa residenza anziani Vittorio Emanuele.

L’idea si potrà realizzare grazie alla disponibilità immediata ed entusiasta di alcuni musicisti che hanno accettato volentieri di donare gratuitamente la propria arte da condividere con i pazienti, con i loro parenti e il personale medico per trasformarla così in un’intensa esperienza di Vita. Particolare rilievo avrà l’esibizione del pianista Dado Moroni il 9 marzo alle ore 15.00 per i malati dell’Hospice di Piacenza “La Casa di Iris”. Altri musicisti che si esibiranno sono Andrea Zermani con lo Spirit Gospel Choir, alcune marchin’ band con Gianni Azzali, Gianni Satta, Luca Mezzadri, Roberto Venturini, Georgia Ciavatta, Renato Podestà e Roberto Lupo e il duo Anna Chiara Farneti e Ricky Ferranti, ma con questo progetto si è solo all’inizio ed è aperto alla collaborazione di quanti altri musicisti vorranno prenderne parte.

L’anno scorso i tantissimi spettatori presenti al concerto di uno dei gruppi vocali con cui si esibisce, quello di Albert Hera nella Sala degli Arazzi della Galleria Alberoni, avevano già avuto modo di apprezzarlo e di sicuro la sua figura sarà rimasta impressa per la sua particolarità. Lui infatti è una vera Human Beat Box, ovvero una persona capace di riprodurre tutti i suoni di una batteria e di altri strumenti attraverso l'utilizzo della bocca e della voce. Il suo nome è Marco Forgione e terrà un workshop nei giorni 27 e 28 febbraio alla “Milestone School of Music” per insegnare questa tecnica. L’iscrizione è obbligatoria; il workshop potrà ospitare un massimo di 15 partecipanti.
Un altro workshop, stavolta veramente specialistico, si terrà alla Milestone School of Music sabato 12 marzo alle ore 14:00 con l’esperto in costruzione e modifica delle imboccature per saxofono Filippo Bucci. Un appuntamento importante per tutti i saxofonisti, dovuto al fatto che l’imboccatura del sax è forse la parte più importante dello strumento.

Molti gli appuntamenti ormai immancabili, che vengono confermati a ogni stagione, pur con elementi di rinnovamento. A partire dagli incontri nelle scuole secondarie della città. Si inizierà lunedì 15 febbraio con il primo dei tre incontri intitolati “Il Jazz va a scuola”, in programma al Liceo Scientifico “L. Respighi” alle ore 9.30. Il secondo si terrà venerdì 11 marzo alle ore 17.30 presso il Liceo Classico “M. Gioia”, mentre il terzo avrà luogo alla scuola secondaria inferiore Dante-Carducci in data da definire.   Ad animare questi incontri didattico-musicali destinati in primis agli studenti degli istituti, ma aperti anche ai loro insegnanti, genitori e al personale tutto, sarà un quintetto guidato dal clarinettista e saxofonista Claudio Perelli e un secondo ensemble guidato da Alex Carreri. Dedicato invece ai giovanissimi sono gli appuntamenti mattutini con i Pedibus musicali: un’usanza quella di accompagnare i bambini a scuola a ritmo di Jazz che raccoglie lungo il percorso anche molte altre persone che magari a scuola non ci devono più andare, ma che allungano volentieri il percorso abituale per portare l’allegria ricevuta nel corso di tutta la giornata. Quest’anno ne sono previsti ben tre in tre diverse scuole della città.

Si conferma poi anche il doppio appuntamento con il “Jazz Brunch” domenicale, un’occasione per rilassarsi ascoltando ottima musica mentre si gusta un ricco buffet, come nella migliore tradizione americana, programmato per domenica 21 febbraio alle 12.00 al Dubliner’s Irish Pub con il Lino Franceschetti Trio e domenica 13 marzo sempre alle 12.00 presso la “Terrazza del Roma” con il quartetto capitanato da Lara Luppi.

In attesa della definizione da parte dell’autorità carceraria per quanto riguarda la data, è confermato anche in questa edizione un concerto all’interno della Casa circondariale delle Novate, in linea con la mission del festival di portare il Jazz in ogni luogo della città. A esibirsi per i detenuti sarà lo Spirit Gospel Choir.

La partecipazione agli eventi formativi è sempre libera e gratuita per tutti, ad eccezione dei workshop di Marco Forgione.

CALENDARIO DELL’ALTRO FESTIVAL

SABATO 13 FEBBRAIO – ore 15:30/19:00
Gazebo suonante con la BiFunk Brass Band
Piacenza, piazza Cavalli, via XX Settembre, piazza Duomo, Corso V. Emanuele II

LUNEDI’ 15 FEBBRAIO – ore 9.30
Il Jazz va a scuola – Claudio Perelli Education Quintet
Piacenza, Liceo Scientifico “L. Respighi”, P.le Genova n. 1

VENERDI’ 19 FEBBRAIO – ore 17.30
Presentazione del libro “Rollin’ and Tumblin’ vite affogate nel blues”, di e con Roberto Menabò
Piacenza, Passerini Landi, via Carducci n. 14

DOMENICA 21 FEBBRAIO– ore 12.00
Jazz Brunch con Lino Franceschetti Trio
Piacenza, Dubliner’s Irish Pub, via S. Siro n. 24
(Brunch e concerto € 18)

VENERDI 26 FEBBRAIO – ore 17.00
“Suoni e gesti d’arte” – Gianni Satta e Gianni Azzali
Piacenza, Galleria Ricci Oddi, via S. Siro n. 13

SABATO 27 E DOMENICA 28 FEBBRAIO
Workshop di Marco Forgione “Human Beat Box”
Piacenza, Milestone School of Music, via Musso, n. 5(Quota di frequenza per tutti € 50; per gli studenti della MSOM € 40)

SABATO 5 MARZO – ore 15.00
Presentazione del libro “Pianoforte complementare in stile Pop-Jazz”, di e con Michele Francesconi
Piacenza, Milestone School of Music, via Musso, n. 5

SABATO 5 MARZO – ore 17.30
Presentazione del libro “Breve storia del pianoforte Jazz”, di e con Sergio Pasquandrea
Piacenza, Milestone, via Emilia Parmense n. 27

SABATO 5 MARZO – ore 21.15
Michele Francesconi e Laura Avanzolini “Vi racconto una Song”
Piacenza, Milestone, via Emilia Parmense n. 27

MERCOLEDI’ 9 MARZO – ore 21.15
Donatori di Musica: Dado Moroni suona per l’Hospice di Piacenza
Piacenza, Casa di Iris, via P. Bubba n. 98

VENERDI’ 11 MARZO – ore 17.30
Il Jazz va a scuola – Claudio Perelli Education Quintet
Piacenza, Liceo Classico “M. Gioia”, v.le Risorgimento n. 1

SABATO 12 MARZO – ore 14.00
Workshop di Filippo Bucci sull’imboccature per saxofoni
Piacenza, Milestone School of Music, via Musso, n. 5

SABATO 12 MARZO – ore 17.00
“Suoni e gesti d’arte” – Gianni Azzali, Mario Zara e ballerine della scuola “Choròs”
Piacenza, Galleria Ricci Oddi, via S. Siro n. 13

SABATO 12 MARZO – ore 21.15
Mario Zara e Gino Marcelli “Ritratti Sonori”
Piacenza, Galleria Ricci Oddi, via S. Siro n. 13

DOMENICA 13 MARZO – ore 12.00
Jazz Brunch alla “Terrazza del Roma”con Lara Luppi Quartet
Piacenza, Terrazza Grande Albergo Roma, via Cittadella n. 14
(Brunch e concerto € 35)

DOMENICA 13 MARZO – ore 15.30
Masterclass di Mario Zara “Musica e spiritualità”
Piacenza, Milestone, via Emilia Parmense n. 27

DATE E ORARI VARI
Donatori di Musica: animazione in reparto
Piacenza, ASP Casa Residenza Anziani “Vittorio Emanuele”, via Campagna n. 157

DATA DA DEFINIRSI
Il Jazz va a scuola – Alex Carreri Education Quartet
Piacenza, Scuola Media Inferiore “Dante-Carducci”

DATA DA DEFINIRSI
Il Jazz va in carcere – Spirit Gospel Choir
Piacenza, Casa Circondariale, str. delle Novate, 6

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento