rotate-mobile
Eventi

"Piacenza suona Jazz!", è la volta del Baciccia e del Dubliner's

La rassegna "Piacenza suona Jazz!" propone martedì 6 e giovedì 8 marzo concerti con Places Quartet e Ambra Lo Faro & Stone Monkeys rispettivamente al Baciccia Caffè Letterario e al Dubliner's Irish Pub

Il Piacenza Jazz Fest mantiene la sua promessa di riempire di note Jazz non solo i teatri, ma anche altri luoghi della città e della provincia di Piacenza. In questo caso si tratta di alcuni pub e locali che hanno aderito a “Piacenza Suona Jazz!”, una "rassegna nella rassegna", ormai alla sua quarta edizione.

Martedì 6 marzo alle 21.30 sarà il quartetto di nuova composizione (ma composto da musicisti molto rodati) che prende il nome di Places Quartet a suonare al Baciccia Caffè letterario, mentre giovedì 8 marzo, sempre alle 21.30, sarà la volta della brava cantante e polistrumentista Ambra Lo Faro affiancata dal gruppo degli Stone Monkeys al Dubliner's Irish Pub.

La rassegna “Piacenza Suona Jazz!” è alla sua quarta edizione ed è resa possibile grazie ai gestori dei sette locali coinvolti, nonchè al fondamentale sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, oltre che della Camera di Commercio di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna.

Il primo concerto della settimana di martedì 6 marzo si tiene al Caffè letterario Baciccia e vede Luciano Zadro alla chitarra, Luca Dell’Anna al pianoforte elettrico e tastiere, Alex Carreri al basso elettrico e Maxx Furian alla batteria. Il quartetto interpreta brani rappresentativi del genere Fusion, come “Little Shoes” e “After You” di Mike Stern, “Actual Proof” di Herbie Hancock), “Get To It” della Dave Weckl Band, e propone rivisitazioni originali, attingendo da hits come “Gateway” (EWF) e “Jumpin’ Jack Flash” dei Rolling Stones, completando la scaletta con composizioni caratterizzate da spiccati elementi tematici come “Three Days” di Alessandro Carreri, “Song for Bilbao” di Pat Metheny e “Made in France” del grande Birely Lagrene.

Il secondo concerto della settimana si tiene al centrale Dubliner's Irish Pub e vede Ambra Lo Faro impegnata in un progetto di fresca formazione con Alessandro Abbatiello. Il concetto da cui i due sono partiti è che il jazz non si basa solo sui cosiddetti standard, ma è molto di più. Il progetto nasce, infatti, con l'idea di fare del Funky di gusto, dove groove e Rhythm and Blues sono davvero evidenti ma con un'attenzione particolare per il Jazz e l’improvvisazione, alla base del background artistico di tutti i componenti. E' così che nasce Stone Monkeys, un concentrato adrenalinico di Funky, Soul e R&B, da Aretha Franklin, a James Brown, fino alle atmosfere del primo Stevie Wonder. Una serata adatta a chi vuole divertirsi sul groove di una band di talento, perfetto connubio fra divertimento e qualità. Gli altri componenti della band sono Marco Devito alla chitarra elettrica, Marcello Ferrari al basso elettrico e Lorenzo Crespi alla batteria.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Piacenza suona Jazz!", è la volta del Baciccia e del Dubliner's

IlPiacenza è in caricamento