"Questo è il mio corpo", teologia, arte e cultura in convegno

In programma tra il 13 e il 15 maggio il convegno "Questo è il mio corpo" organizzato dall'associazione Piacenza Teologia. Previsti interventi non solo di carattere teologico, ma anche artistico, musicale, culturale

teologia"Noi che sproloquiamo sull'anima e sullo spirito, non sappiamo più nulla di cosa può un corpo": queste parole del filosofo Spinoza possono considerarsi ispiratrici del Convegno organizzato dall'associazione Piacenza Teologia, "Questo è il mio corpo", in programma a Piacenza nei giorni di venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 maggio, presso varie importanti location.
Hanno presentato il programma del convegno l'Assessore alla Cultura Paolo Dosi, il presidente dell'associazione La Terza Navigazione -  Piacenza Teologia don Luigi Bavagnoli e il prof. Rino Curtoni, membro del comitato scientifico. Il tema centrale è rappresentato da "Il corpo, luogo simbolico del nostro stesso io", come è stato definito da don Bavagnoli stesso.

IL CORPO, OSTAGGIO DELLE APPARENZE - "Il tema del corpo - ha dichiarato don Bavagnoli durante la conferenza stampa illustrativa dell'evento - ha assunto oggi un rilievo del tutto particolare ed è diventato centrale non solo nel comune sentire e nella realtà mediatica, ma anche nel dibattito culturale e nella riflessione filosofica. Il corpo non è più considerato semplicemente come l’involucro dell’anima, tanto meno è pensato come il carcere da cui essa brama sfuggire al più presto - ha aggiunto ancora il presidente di Piacenza Teologia - L’apprezzamento del corpo assume anzi nella cultura attuale forme eccessive, dalla cura maniacale della prestanza fisica al disagio alimentare, dalla “naturalizzazione” dell’uomo agli abusi farmacologici e tossicologici per ottenere prestazioni sempre più elevate. L’approfondimento della dimensione corporea dell’uomo è perciò decisiva anche per la Teologia".

NON SOLO TEOLOGIA, MA ANCHE ARTE, CINEMA, MUSICA - In linea con queste dichiarazioni, "Questo è il mio corpo" intende proporre un'indagine a tutto campo, approfondendo il tema in tutte le sue sfaccettature e coinvolgendo non solo teologi e filosofi, ma anche esperti che si occupano di altre realtà, dal cinema alla musica, dalla medicina alla danza. Estremamente vario e articolato, quindi, il programma del Convegno, che prenderà il via venerdì 6 maggio, alle ore 21.00, con una "anteprima" presso il Seminario Vescovile: si tratta di un incontro con Don Dario Cornati sul tema "Cosa può un corpo?". Il Convegno avrà però inizio ufficialmente venerdì 13 maggio, alle ore 18.15, presso la Chiesa di San Sisto con il saluto del vescovo don Gianni Ambrosio e l'intervento "Edificare il corpo", Lectio Magistralis di don Cesare Pagazzi, docente universitario di Teologia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PROGRAMMA - Il convegno proseguirà in serata , presso il Teatro Filodrammatici, con la lettura scenica "Fame d'amore" di Riccardo Luraschi, per la regia di Lorenzo Loris, con Sabina Negri e la partecipazione del dott. Stefano Mistura.
Il giorno 14 maggio è prevista  alle ore 10.00 la lettura da parte di Alberto Gromi del  commento al Cantico dei Cantici "Corpo d'amore" di Irene Kajon, dell'Università La Sapienza, che avrà luogo presso il Seminario Vescovile di via Scalabrini 67.
Alle ore 17.30, presso il Cinema Teatro Centro Parrocchiale di Roveleto di Cadeo, si svolgerà un incontro con don Dario Viganò, dal titolo "Ostaggio delle apparenze, liberatore di emozioni, il corpo eloquente: parole del cinema", cui seguirà, alle ore 21.00, "Il linguaggio del corpo fra immagine, suono e movimento", con Andrea Dall'Asta e, al pianoforte, il maestro Gaetano Liguori.
Domenica 15 maggio verrà celebrata alle ore 9.00 la Santa Messa, nel monastero del Carmelo; successivamente don Alberto Cozzi parlerà sul tema "La fede cristiana: un corpo a corpo con il Verbo incarnato".
Il convegno si concluderà presso il Collegio Alberoni, nella Sala degli Arazzi, con "Divertimenti per Mozart?", divagazioni teologiche con accompagnamento musicale di Jacopo Petrosino e commento di Mons. P.Angelo Sequeri.
Ogni ulteriore dettaglio o informazione relativamente alla manifestazione è reperibile al sito www.piacenzateologia.org

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento