Per Ferragosto a Rivergaro anche i Planet Funk

Domenica 13 agosto per la festa “Il Riposo di Augusto” si esibiranno a Rivergaro i Planet Funk. Teatro dell'evento la Piazza Paolo Araldi dalle ore 22

un'immagine dei Planet Funk

La notizia è di quelle che già da sole surriscaldano l’aria: i Planet Funk saranno a Rivergaro il prossimo 13 agosto per la festa “Il Riposo di Augusto” (dal 13 al 15 agosto).

Ebbene sì, i ragazzi di RiverLife, organizzatori dell’evento, porteranno la band, famosa nel panorama della musica elettronica e dance internazionale, in piazza Paolo Araldi. 

Oltre a percorrere tutta Italia con il “Recall Tour”, i Planet Funk sono attualmente impegnati in studio nella registrazione del nuovo disco previsto per l’inverno. Un anticipo è il singolo “You Can Be”, uscito da pochi giorni. Questo sarà il settimo di una serie di album che negli ultimi venti anni hanno fatto ballare migliaia di fan.

Tutto è iniziato con l’uscita nel 2000 di “Chase the sun” che conquista da subito i più importanti DJ della scena ibizenca, innescando “una reazione pura” che porterà al loro debutto internazionale. Negli anni i Planet Funk sperimentano e ricercano nuove esperienze: nascono collaborazioni importanti con il cinema e con artisti come Jovanotti, i Simple Minds o Giuliano Sangiorgi dei Negramaro.

Tra le hit: Chase the Sun, Inside All the People, Who Said, These Boots Are Made for Walkin’, Lemonade, We People… solo per citarne alcuni. Per le anime rock e non solo, appuntamento domenica 13 agosto alle ore 22.00 in piazza Paolo Araldi a Rivergaro.

Ingresso gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento