A Piacenza lo studio di un progetto europeo sul teatro d'ombre

Sabato 30 aprile a confronto con Teatro Gioco Vita operatori teatrali e ricercatori universitari da Italia, Francia e Regno Unito. Collaboreranno al progetto anche Polonia, Svezia, Slovenia e Portogallo

A Piacenza un convegno sul teatro d'ombre

“The shadow line” (“La linea d’ombra”) è il nome di un progetto sul teatro d’ombre contemporaneo al quale Teatro Gioco Vita sta lavorando da alcuni mesi con un gruppo di teatri e università di diversi paesi europei: Italia, Francia, Regno Unito, Portogallo, Slovenia, Polonia e Svezia. L’obiettivo, valutare l’ipotesi del reperimento di fondi della comunità europea nell’ambito del programma “Creative Europe Culture”.

Si ritroveranno a Piacenza per studiare i dettagli del progetto, insieme a Diego Maj, direttore artistico di Teatro Gioco Vita, e a Fabrizio Montecchi, responsabile artistico della compagnia d’ombre, i francesi Philippe Sidre del Théâtre Gérard Philipe di Frouard, Didier Plassard dell’Université Montpellier III Paul Valéry, il britannico Matthew Cohen, del Royal Holloway and Bedford New College di Londra, e Cristina Grazioli dell’Università degli Studi di Padova. Con loro fanno parte dell’equipe progettuale, pur non potendo essere presenti a Piacenza, il polacco Marek Waszkiel direttore del Teatr Animacji di Poznan, lo sloveno Uroš Korenčan direttore del Lutkovno Gledalisce di Ljubljana, la svedese Helena Nilsson del Marionnetteatern - Stadsteater di Stoccolma e il portoghese Luís Vieira di A Tarumba - Teatro de Marionetas di Lisbona.

L’arrivo degli ospiti è previsto per il pomeriggio di venerdì 29 aprile, mentre la giornata di sabato 30 aprile sarà dedicata alle riunioni di lavoro nel foyer e nel ridotto del Teatro Comunale Filodrammatici. È prevista anche una visita al Teatro Municipale, mentre in serata gli ospiti assisteranno al debutto del nuovo spettacolo di Teatro Gioco Vita “Moun” - Portata dalla schiuma e dalle onde, con la regia e le scene di Fabrizio Montecchi, in programma al Teatro Filodrammatici alle ore 20.30.

Il progetto “The Shadow Line” - L’Europa e le nuove frontiere del teatro d’ombre contemporaneo si pone come finalità principale quella di promuovere la conoscenza e le tecniche performative del teatro d’ombre in Europa per rafforzare le competenze professionali del settore e sviluppare/diversificare il pubblico. Si sta valutando la presentazione di una domanda di finanziamento nell’ambito di “Creative Europe Programme 2014-2020 – Sub Programme Culture / Cooperation projects”.  Tra le azioni che saranno proposte: ricerche e corsi accademici sul teatro d’ombre; creazione di un database e sito internet; coproduzione internazionale di 3 spettacoli teatrali, con attori e artisti formati nel corso di laboratori sovranazionali; mobilità internazionale di artisti e spettacoli prodotto allo scopo di promuovere la diffusione del teatro d’ombre e intercettare un nuovo pubblico; incontri e laboratori per i giovani e tutto il pubblico (promossi da università, compagnie, teatri e festival) per promuovere la conoscenza del teatro d’ombre presso un pubblico il più vasto possibile. Nell’ambito del progetto saranno organizzati anche convegni, incontri, workshop a livelo internazionale, mentre tutte le attività saranno documentate attraverso report video, sito internet e social network.

Tra gli obiettivi: avvicinare il pubblico adulto al teatro d’ombre (spesso considerato linguaggio adatto all’infanzia); promuovere la circolazione di artisti e tecnici del teatro d’ombre e la circuitazione degli spettacoli nei paesi europei; valorizzare le conoscenze e le competenze professionali di artisti e tecnici; sviluppare la capacità a livello europeo di realizzare nuovi progetti di teatro d’ombre; promuovere la cooperazione e lo scambio internazionale di conoscenze e competenze; promuovere la riflessione teorica e critica sul linguaggio delle ombre, anche allo scopo  di elaborare nuovi progetti drammaturgici di teatro contemporaneo; inventariare e documentare i materiali, gli studi e le informazioni sulle compagnie europee di teatro d’ombre.

Destinatari degli interventi: spettatori abituali o potenziali di spettacoli di teatro d’ombre (studenti, ricercatori, pubblico adulto, professionisti del teatro e operatori); festival e rassegne di teatro e altri enti interessati a ospitare o produrre spettacoli di teatro d’ombre; professionisti del teatro interessati a sviluppare nuove abilità o conoscenze di teatro d’ombre; istituzioni accademiche; enti di formazione nel settore del teatro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento