Galleria Studio C, Raffaella Domestici in "Dinamismo a colori"

Alla Galleria d'Arte Contemporanea "Studio C" di via Giovanni Campesio 39 si inaugura sabato 8 aprile, alle ore 18, la mostra personale di Raffaella Domestici dal titolo "Dinamismo a colori".

Quello di Raffaella Domestici è un gradito e atteso ritorno a Piacenza e allo "Studio C" dopo un periodo di pausa durato circa quattro anni: una pausa fatta di riflessione e avvenimenti importanti, di lavoro e creatività. Voglio ricordare, tra l'altro, la pubblicazione del libro "Il SE'", una raccolta di poesie e quadri, un coinvolgente viaggio interiore alla ricerca di storie, radici e identità e poi la mostra "Dissonanze del SE'" collegata alla stessa pubblicazione.

Nata a Venezia, dove anche attualmente vive e lavora, Raffaella è un'artista dal lungo curriculum, con mostre prestigiose tenute in tutta Italia, in molte capitali d'Europa e negli Stati Uniti d'America. Si è formata artisticamente presso la Scuola Libera del Nudo dell'Accademia di Belle Arti di Venezia e in seguito, sempre a Venezia, ha frequentato la Scuola Internazionale di Grafica seguendo corsi di affresco, litografia, xilografia, carta a mano ed incisione con il noto maestro Riccardo Licata.

Come si vede, dunque, un intenso percorso dentro le tecniche e i materiali per un'espressione fortemente connotata e personale. Dopo un periodo iniziale di taglio figurativo, caratterizzato da timbri cromatici liberi e decisi e da felici intuizioni di sintesi compositiva, la nostra artista ha intrapreso un percorso completamente autonomo raggiungendo, in breve tempo, risultati di grande interesse.

Gradualmente l'impianto figurativo ha così iniziato a perdere la sua primitiva consistenza, si è modificato in un debole richiamo o memoria di realismo fino a sfociare in immagini e proiezioni di natura cosmico-spaziale. Ne sono fedele e autentica testimonianza opere come "Eclisse", "Orizzonte lunare", "Intrusione" e "Meteora" tutte ispirate allo spazio, alle profondità siderali, ai misteri dell'ignoto.

Ma poi Raffaella Domestici ha iniziato a sentire il fascino delle Avanguardie Storiche, dell'Astrattismo Geometrico e dell'Informale, soprattutto, e così è nata una nuova e originale espressione fatta di forma e colore, ritmo e materia: pittura senza dubbio astratta per certi tracciati geometrici che spesso vi compaiono, ma vicina anche all'informale per libertà gestuale e immediatezza cromatica, comunque in equilibrio costante tra questi due poli espressivi.

E' questo l'ultimo periodo, o l'ultimo ciclo, di Raffaella Domestici ed è un ciclo davvero affascinante perché profondamente sentito e vissuto, pieno di verità e poesia: i suoi soggetti sono visioni fantastiche, creazioni della mente, sono sogni e racconti, squarci interiori, ricerca costante di bellezza ed equilibrio. In queste opere le forme dell'artista veneta vibrano di emozioni e sensazioni, si muovono tra ignoto e realtà, creano di frequente una magica e straordinaria fusione tra mondo visibile e mondo invisibile rivelando, nel loro insieme, un desiderio infinito di pace e armonia interiore.

Rappresentano, ancora, la fase fondamentale del passaggio dalla realtà vera e concreta a quella mentale e fantastica riuscendo sempre a cogliere con i colori, le atmosfere e il segno libero e appena accennato, questo magico e segreto momento. Spesso l'artista interviene poi sui fondi dei suoi dipinti con svariati materiali come carta, ceramica, resina, corde, sacchi ed altro ancora, ma il suo intervento è sempre misurato e leggero, un soffio di grazia e poesia che rivela tutta la sua maturità e la sua esperienza.

"Dinamismo a colori" perché tutto, in Raffaella Domestici, è luce e colore, vita e movimento. E' una mostra da non perdere. La rassegna, che sarà presentata dal critico d'arte Luciano Carini, chiuderà il 27 aprile.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Ostensione dell'Ecce Homo ed eventi collaterali

    • Gratis
    • dal 28 novembre al 8 dicembre 2020
    • Palazzo Galli (Salone dei Depositanti)
  • Galleria Ricci Oddi, Progetto Klimt

    • Gratis
    • dal 28 novembre 2020 al 28 marzo 2021
    • Galleria Ricci Oddi

I più visti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Il Germoglio, inaugurato il Villaggio di Natale

    • Gratis
    • dal 7 novembre al 25 dicembre 2020
    • Il Germoglio Onlus
  • Castello di Gropparello, Cena con Delitto on line live per bambini

    • 5 dicembre 2020
    • Castello di Gropparello
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento