Corso di "Animateria", al Teatro Gioia riprendono le lezioni in presenza

Il Teatro Gioia riapre il 15 giugno con gli incontri del corso di "Animateria". Dopo la fase a distanza dovuta all'emergenza sanitaria in atto tornano le lezioni in presenza

Il Teatro Gioia riapre il 15 giugno con le lezioni di “Animateria”- corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura, dopo l’emergenza Covid-19.

Conclusa la fase della modalità “a distanza”, riprende così con l’attività in presenza l’edizione 2020, la seconda, del progetto di cui è capofila Teatro Gioco Vita in qualità di ente di formazione professionale accreditato dalla Regione Emilia-Romagna.

Il corso è stato approvato con delibera della giunta regionale e cofinanziato con risorse del Fondo sociale europeo (Operazione Rif. PA  2019-11928/RER approvata con DGR 1381/2019 del 05/08/2019 e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna). La direzione pedagogica è di Fabrizio Montecchi e il coordinamento di Roberto De Lellis; tutor Nicoletta Garioni.

Partecipano alla progettazione e realizzazione del percorso, che ha il patrocinio dell’Unima (Unione Internazionale della Marionetta), Teatro delle Briciole di Parma, Teatro del Drago di Ravenna e Fondazione Alberto Simonini di Reggio Emilia. Per le attività di formazione teatrale Teatro Gioco Vita si avvale della collaborazione di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Fondazione Teatri di Piacenza.

Il corso “Animateria” è frequentato da 16 giovani artisti (attori, registi, scenografi) con un’età compresa tra i 20 e i 35 anni, residenti e domiciliati nella Regione Emilia-Romagna ma originari di ogni parte d’Italia.

Partner promotori sono Teatro del Buratto di Milano, Associazione Grupporiani - Compagnia Carlo Colla e Figli di Milano, Associazione Centro Teatrale Mamimò di Reggio Emilia, Castello dei Burattini - Museo Giordano Ferrari di Parma, Centre de la Marionnette de la Féderation Wallonie-Bruxelles di Tournai (Belgio), Controluce Teatro d’Ombra di Torino, Festival Segni d’Infanzia di Mantova, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, IIM - Institut International de la Marionnette di Charleville Mézières (Francia), LGL - Lutkovno Gledališče Ljubljana di Liubljana (Slovenia), TOPIC - Centro Internacional del Titere di Tolosa (Spagna), Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, Università degli Studi di Parma.

Si tratta di un percorso di formazione professionale sul teatro di figura: 650 ore di offerta formativa per la parte teorico-pratica a Piacenza e Parma e per la parte di project work a Piacenza, Parma e Ravenna.

Un’offerta formativa che si è arricchita rispetto alla prima edizione realizzata nel 2019 e articolata in 480 ore tra lezioni e laboratori e 170 ore di project work.

Il corso è iniziato ufficialmente il 20 gennaio scorso a Parma al Teatro al Parco, dove si sono svolte le lezioni fino al 24 febbraio per un totale di 80 ore. Restanti 80 ore previste sempre a Parma sono state invece sospese per l’emergenza COVID 19.

Di qui la decisione di passare alla modalità delle lezioni a distanza: dal 21 aprile sono state programmate fino alla fine di maggio ulteriori 98 ore online. Tema delle lezioni, gli aspetti storici, drammaturgici e organizzativi del teatro di figura. Tra i docenti impegnati, Roberto De Lellis, Valeria Sacco, Fabrizio Montecchi, Marco Ferro, Alessandra Belledi, Silvio Oggioni, Alfonso Cipolla, Nicoletta Garioni, Helena Tirén, Roberta Colombo, Beatrice Baruffini, Mauro e Andrea Monticelli, Nicola Arrigoni, Claudio Cinelli, Simone Pacini, Luana Gramegna, Giuliana Ciancio, Walter Broggini.

Dal 15 giugno riprenderà il regolare svolgimento dei Corsi negli spazi del Teatro Gioia di Piacenza: in tutto 181, fino al 15 luglio. Dopo una lezione preliminare di sicurezza sul lavoro a cura di Roberto De Lellis, si proseguirà con attività di Composizione che vedranno alternarsi come docenti Fabrizio Montecchi e Marco Ferro. Il modulo di animazione vede varie sezioni: Interpretazione (a cura di Valeria Sacco), Figure (Nicoletta Garioni), Guanto (Luca Ronga), Fantocci (Nadia Milani), Pupazzi portati (Andrea Monticelli), Ombre (a cura di Fabrizio Montecchi e Nicoletta Garioni), Oggetti (Beatrice Baruffini). Sono previste anche lezioni dedicate alla Commedia dell’Arte con Nicola Cavallari, e al Movimento con Andrea Coppone.

“Animateria” è un corso di alta formazione che intende promuovere e stimolare, in particolare presso le nuove generazioni di artisti ma non solo, la pratica del teatro di figura in tutte le sue forme, suscitando interesse verso le sue straordinarie possibilità di sperimentazione scenica e drammaturgica.

Il progetto si propone di preparare professionisti competenti nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura che possano applicare le competenze acquisite nel campo delle arti performative; professionisti con un alto grado di specializzazione, capaci di confrontarsi, professionalmente e artisticamente, con il mercato del lavoro dipendente o autonomo, sia in ambito nazionale sia internazionale.

Il corso si propone di fornire a questi stessi professionisti strumenti di base per applicare le conoscenze acquisite anche ad altri settori della creazione artistica come il multimediale, il cinema, la televisione, le arti figurative e plastiche. Si propone di fornire, inoltre, strumenti per interventi in ambito culturale, sociale, scolastico e terapeutico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per informazioni: Teatro Gioco Vita, tel. 0523.315578, workshop@teatrogiocovita.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento