Scuola di cucina Alma, il piacentino Matteo Perdoni diplomato professionista di sala

Al termine di un percorso formativo della durata di sette mesi, ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana ha diplomato 20 nuovi professionisti dell’accoglienza. Con il Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie, giunto alla V edizione, ALMA intende vivere profondamente il rinascimento del servizio di sala italiano: una professione che coniuga padronanza del galateo, arte del servizio, stile, tecnica e conoscenza delle materie prime e dei vini. Funzione fondamentale per il successo di ogni struttura di accoglienza; dall’armonia tra sala e cucina, infatti, dipende la grandezza dell’esperienza del cliente. Come dimostra la partecipazione al convegno “Oltre i Gesti”, organizzato recentemente a Milano dall’Associazione Le Soste e dalla rivista Sala & Cucina, a cui ALMA è intervenuta con il Direttore Generale Andrea Sinigaglia e con il Maître Roberto Gardini, che del Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie di ALMA è il coordinatore, in questo momento in Italia c’è grande interesse per i professionisti della sala: le opportunità di impiego sono enormi, con possibilità di crescita e di apertura culturale al mondo.

L’impegno profuso da ALMA per la formazione dei professionisti di sala è sostenuto dalla collaborazione di importanti strutture: gli studenti della V edizione del Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie hanno infatti avuto l’opportunità di svolgere esperienze di stage presso ristoranti due e tre stelle Michelin, come “Dal Pescatore”, “Enoteca Pinchiorri”, “Osteria Francescana”, “Don Alfonso 1890”, “Vissani” e presso strutture di grande prestigio all’estero, in Francia (“Plaza Athénée” a Parigi, “Georges Blanc” a Vonnas e “Troisgros” a Roanne), Regno Unito (“Le Gavroche” e “The Waterside Inn”), Spagna (“El Celler de Can Roca”, a Girona) e Danimarca (“Stud!o” a Copenaghen). Completano l’elenco delle strutture che hanno ospitato gli studenti ALMA i Ristoranti “Enoteca La Torre”, “Grancaffè Quadri”, “Il Portico”, “Lungarno Collection”, “Nostrano” e “Le Petit Restaurant - Bellevue Hotel”.Di grande prestigio anche la composizione della commissione che ha valutato i ragazzi in occasione delle prove d’esame: tra gli altri, erano presenti Mariella Organi, Responsabile di Sala al Ristorante “Madonnina del Pescatore” e membro del Comitato Scientifico di ALMA, Vincenzo Donatiello, Ristorante “Piazza Duomo”, recentemente eletto Maître dell’Anno per la Guida ai Ristoranti de l’Espresso, Rossella e Francesco Cerea, Ristorante “Da Vittorio” che quest’anno celebra 50 anni di vita, Andrea Coppetta Calzavara, Ristorante “Le Calandre”, Sabrina Romito del tristellato Ristorante “Reale” di Castel di Sangro.

Tra i venti diplomati anche il piacentino Matteo Perdoni, diventato Professionista di Sala al Corso Superiore di Sala, Bar e Sommelleri. Perdoni ha svolto il periodo di stage presso il Ristorante tre stelle Michelin "Le Calandre", a Sarmeola di Rubano (Padova), al servizio dello chef Massimiliano Alajmo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento