Tutto esaurito per "Una notte in Galleria" di domenica 28 giugno

Le meraviglie del parco, la musica, i progetti futuri al centro dell'evento UNA NOTTE IN GALLERIA, in programma alla Galleria Alberoni domenica 28 giugno e già sold out, nonostante sia stata aggiunta un'altra visita guidata

Sold out per Una Notte in Galleria, la riapertura, per una sola notte, della GalleriaAlberoni, che andrà in scena domenica prossima 28 giugno e che prevede una visita guidata al grande parco alberoniano e un concerto intitolato Carmen e altre storie con protagonisti Giorgia Gazzola, mezzosprano, Mauro Trombetta baritono, Corrado Pozzoli, pianoforte, in un viaggio musicale attraverso le arie da camera e canzoni tra Otto e Novecento e i più suggestivi brani di Carmen di Georges Bizet.

Raddoppia la visita guidata

La risposta entusiastica e l’adesione tempestiva del pubblico ha spinto gli organizzatori, per fare fronte alle numerose richieste, ad aggiungere una seconda visita guidata al parco, oltre a quella programmata alle ore 19.45, che avrà inizio prima, alle ore 19.30 e per la quale i posti disponibili sono andati comunque esauriti in pochissimo tempo.

Sono stati differenziati gli orari, nonostante le grandi dimensioni del parco, proprio per garantire l’assoluto distanziamento dei gruppi.

Concerto sold out

Tutto esaurito anche per il concerto. I posti disponibili nella Sala Arazzi risultano tutti prenotati e non si è potuto accogliere le ulteriori numerose richieste pervenute. Nel più scrupoloso e attento rispetto delle misure anti-covid 19 i posti disponibili per la visita e per il concerto sono stati limitati al fine di garantire una partecipazione assolutamente sicura e serena.

Il programma della serata
Giardini della Galleria Alberoni, ore 19.30 e ore 19.45

Architetture naturali. Il grande parco del Collegio Alberoni, tra natura e scienza.

La visita guidata condurrà alla scoperta del grande parco del Collegio Alberoni, in un itinerario tra natura e scienza.

Una passeggiata guidata che permetterà di immergersi in un antico e prezioso spazio verde della città narrandone la storia, l’evoluzione, la trasformazione, nonché la straordinaria e attuale consistenza botanica: dai profumati filari di tigli alla monumentale e antica quercia, che abita il parco da almeno 200 anni e che ha raggiunto dimensioni ragguardevoli avendo potuto crescere senza impedimenti.

Attraversare il parco sarà un’esperienza di immersione non solo nella natura, ma anche nella scienza e nella tecnica: al centro del grande spazio verde si trova infatti la Specola Astronomica edificata nel 1882, per iniziativa di Giovan Battista Manzi (1831-1912), per accogliere il grande telescopio rifrattore di Merz. Sarà presentata e visibile solo dall’esterno.

Sempre nel parco sono collocate, e si potranno vedere, due capannine meteorologiche e un pluviometro collegato elettricamente agli strumenti collocati nell’Osservatorio meteo. Il percorso mostrerà anche i canali di irrigazione e le saracinesche per la gestione del flusso d’acqua. (Vedi paragrafo dedicato)

Sala degli Arazzi, ore 20.45
CARMEN e altre storie

Selezione dalla Carmen di G. Bizet e arie da camera e canzoni tra Otto e Novecento

Giorgia Gazzola, mezzosoprano
Mauro Trombetta, baritono
Corrado Pozzoli, pianoforte

Alle ore 20.45 l’arte della natura lascerà il passo all’arte della musica.

Nella Sala degli Arazzi avrà infatti inizio un concerto pensato come un viaggio musicale attraverso le arie da camera e canzoni tra Otto e Novecento e i più suggestivi brani di Carmen di Georges Bizet, che avrà come protagonisti Giorgia Gazzola, mezzosoprano, Mauro Trombetta, baritono e il pianista Corrado Pozzoli.

Una promenade musicale dell'opera Carmen attraverso le arie e i duetti più significativi che mettono in luce la modernità del personaggio; a contorno di quest'opera, altre liriche di compositori che hanno operato tra Otto e Novecento per evidenziare anche la modernità musicale, melodica, armonica, strutturale che ha connotato l'opera di Bizet scritta tra il 1873 e il 1875.

La Galleria, il Collegio Alberoni e i progetti futuri

La vita di un museo e di un’Istituzione culturale non è costituita solo dagli eventi pubblici, ma anche dalla ricerca, dallo studio, dai progetti di restauro, dal restyling degli allestimenti e dei percorsi.

All’Alberoni i prossimi mesi saranno infatti dedicati al perfezionamento e all’esecuzione di alcuni importanti progetti che il pubblico potrà poi conoscere e apprezzare al loro compimento e in occasione della futura e permanente riapertura dei percorsi di visita.

Sarà Giorgio Braghieri, Presidente dell’Opera Pia Alberoni, in apertura di serata, a svelare al pubblico gli interventi che saranno realizzati nei prossimi mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Annega nel Po per salvare il suo cane finito in acqua

  • Identificato l'operaio ucciso dal crollo di un silos. Forse il cedimento di un sostegno la causa della tragedia

  • Crolla un silos, 50enne muore schiacciato

  • Quattro feriti nello scontro sulla via Emilia

  • Rischia di annegare nella piscina di casa, salvata

  • Bonus covid ai parlamentari, la piacentina Murelli accusata dai giornali replica «No comment»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento