Stagione di Prosa Tre per Te 2017/18, gli spettacoli in cartellone

Tre per Te”, la Stagione di Prosa 2017/2018 del Teatro Municipale di Piacenza, con i suoi tre cartelloni Prosa, Altri Percorsi e Teatro Danza è la quindicesima proposta da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri di Piacenza, il Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano..

Agli spettacoli si aggiungono le molteplici attività collaterali di “InFormazione Teatrale”: laboratori, incontri, progetti di formazione e informazione teatrale proposti con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

PROSA

Il cartellone della Prosa si apre con “Non ti pago” di Eduardo De Filippo (7 e 8 novembre), che la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo ripropone in questa stagione, sostenuta dall’ottima accoglienza che lo spettacolo ha registrato in tutti i teatri che lo hanno ospitato..

Emilio Solfrizzi vestirà i panni de “Il borghese gentiluomo” di Molière (5 e 6 dicembre) , con la regia di Armando Pugliese. Questo borghese che sogna di diventare un gentiluomo è, nella cultura letteraria europea, un archetipo: il modello esemplare e imprescindibile del nuovo ricco, dell’arrampicatore sociale, dell’ambizioso che pretende di comprare col denaro quei meriti e quei titoli che non avrà mai.

Fabrizio Bentivoglio diretto da Michele Placido sarà invece l’insegnante protagonista de L’ora di ricevimento (19 e 20 dicembre), un testo con cui Stefano Massini ancora una volta indaga le trasformazioni della società europea contemporanea, affrontate in questo caso a partire da una scuola della banlieu di Tolosa.

Dal libro al palcoscenico, due spettacoli molto diversi tra loro ma accomunati dall’ispirazione alla pagina scritta e dalla presenza della musica dal vivo: “Il casellante” (23 e 24 gennaio) con Moni Ovadia, dall’omonimo romanzo di Andrea Camilleri, regia di Giuseppe Dipasquale; “Father and son” (5 e 6 febbraio) con Claudio Bisio, ispirato a “Gli sdraiati” e “Breviario comico” di Michele Serra, con la regia di Giorgio Gallione.

Vincenzo Salemme interpreta “Una festa esagerata!” (20 e 21 febbraio), commedia da lui scritta e diretta, spettacolo di punta della stagione passata ripreso anche nel 2017/2018. .

Una nuova produzione invece è quella di “Vetri rotti” di Arthur Miller (20 e 21 marzo), che vede protagonisti Elena Sofia Ricci e GianMarco Tognazzi, regia di Armando Pugliese. 

Per finire, un atteso ritorno a Piacenza, quello di Marco Paolini, con il suo ultimo spettacolo Le avventure di Numero Primo (5 e 6 aprile), in cui riprende il filo dei primi “Album”, ma questa volta con nuovi personaggi e sforzandosi di immaginare il futuro di una generazione alle prese con una pervasiva rivoluzione tecnologica.

ALTRI PERCORSI

La Verità della Compagnia Finzi Pasca (23 ottobre), scritto e diretto da Daniele Finzi Pasca, apre la rassegna Altri Percorsi del Teatro Municipale.

Segue l’appuntamento con il Pinocchio di Collodi (21 novembre) adattato per la scena da Antonio Latella, che firma la drammaturgia insieme a Federico Bellini e Linda Dalisi. 

Formalmente curata ed elegante, allo stesso tempo fresca e vivace è la lettura che de La locandiera di Goldoni (9 gennaio) fa la compagnia Proxima Res, con la regia di Andrea Chiodi e la piacentina Mariangela Granelli nelle vesti di Mirandolina, affiancata da un affiatato cast di attori tra cui si distinguono i bravi Caterina Carpio e Tindaro Granata

Un omaggio alla letteratura, un altro confronto tra pagina e palcoscenico: è Il nome della rosa di Umberto Eco nella versione teatrale di Stefano Massini (16 gennaio), regia e adattamento di Leo Muscato, una coproduzione di due Teatri Nazionali, Teatro Stabile di Torino e Teatro Stabile del Veneto, con il Teatro Stabile di Genova.

A chiusura del cartellone Altri Percorsi, unico spettacolo al Teatro Comunale Filodrammatici, Amore della Compagnia Scimone Sframeli (6, 7 e 8 marzo). I personaggi non hanno nome e sono “tutti vecchietti”. In scena due coppie: il vecchietto e la vecchietta, il comandante e il pompiere. 

TEATRO DANZA

Il cartellone di Teatro Danza si articolerà in due sedi, Teatro Comunale Filodrammatici e Teatro Gioia. Quattro spettacoli e un’attenzione particolare alla “danza di comunità”, con percorsi laboratoriali grazie ai quali la comunità locale sarà coinvolta nelle rappresentazioni in cartellone.

In scena vedremo alcune tra le figure più interessanti del panorama coreografico italiano e internazionale:Marco Chenevier di TIDA - Théâtre Danse con “Quintetto” (19 gennaio, Teatro Filodrammatici); Enzo Cosimi con “La bellezza ti stupirà (23 e 24 febbraio, Teatro Gioia), Silvia Gribaudi con “#oggièilmiogiorno” (30 marzo, Filodrammatici), il piacentino Riccardo Buscarini con “Io vorrei che questo ballo non finisse mai” (20 e 21 aprile, Gioia), una nuova produzione firmata Teatro Gioco Vita e Riccardo Buscarini/TIR Danza (Modena). Il programma dettagliato del Teatro Danza, con le attività collaterali, sarà presentato in autunno.

L’ALTRA SCENA. FESTIVAL DI TEATRO CONTEMPORANEO 2017

Settima edizione a Piacenza del Festival di Teatro Contemporaneo “L’altra scena”, organizzato da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri di Piacenza e Comune di Piacenza, il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e di Iren Emilia e la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita.

Il programma, di cui è responsabile artistico Jacopo Maj, si articolerà dal 2 al 28 ottobre in diversi spazi: Teatro Filodrammatici, Teatro Municipale, Teatro Gioia.

Il programma del Festival "L'altra scena"

PRE/VISIONI 2017/2018

“Pre/Visioni”, il cartellone dedicato ai giovani artisti delle scuole di teatro, ai laboratori e azioni teatrali, alla sua dodicesima edizione vuole proporre ancora una volta un’attenzione particolare alle esperienze di formazione teatrale e ai nuovi gruppi artistici non solo a livello locale. Attese alcune presenze ormai consuete nelle ultime edizioni, come la Società Filodrammatica Piacentina con la sua Scuola di Perfezionamento Teatrale, la residenza artistica della Compagnia Diurni e Notturni, gli studi finali del laboratorio internazionale di Teatro Gioco Vita “L’arte immateriale” 2018 a cura di Fabrizio Montecchi e Nicoletta Garioni (“L’alfabeto delle ombre”), le performance conclusive dei laboratori teatrali curati da Nicola Cavallari e da Nicoletta Garioni.

FORMAZIONE E INFORMAZIONE TEATRALE

Le proposte della Stagione di Prosa 2017/2018 si completano con le molteplici attività collaterali inserite nel progetto “InFormazione Teatrale”, un articolato programma di formazione e informazione teatrale che Teatro Gioco Vita ha avviato nel 2006 grazie al contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano: incontri, laboratori, progetti formativi, conferenze. Progetto di valenza culturale ma anche di importante valore educativo e formativo, con particolare attenzione ai giovani, all’area del disagio, alla scuola e alla famiglia. Saranno attivati, con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita, una quarantina di percorsi, con una previsione di circa duecento incontri per tutte le fasce di pubblico.

locandina Tre per te-page-001-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Massimo Ranieri in "Sogno e son desto" al Politeama

    • 11 dicembre 2020
    • Teatro Politeama

I più visti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Il Germoglio, inaugurato il Villaggio di Natale

    • Gratis
    • dal 7 novembre al 25 dicembre 2020
    • Il Germoglio Onlus
  • Castello di Gropparello, Cena con Delitto on line live per bambini

    • 5 dicembre 2020
    • Castello di Gropparello
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento