menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano le ragazze di Storyville al Milestone

Divertimento e ottima musica gli ingredienti principali di "Storyville Club”. Domenica 3 febbraio alle ore 18.00 al Milestone lo spettacolo nato dalla collaborazione tra Le Stagnotte e il Piacenza Jazz Club

Al Milestone di via Emilia Parmense 27 domenica 3 febbraio alle ore 18:00 il gruppo teatrale “Le Stagnotte” e un quintetto a tutto swing presenteranno a grande richiesta la replica della pièce musico-teatrale “Storyville Club”, che tanto successo ha avuto negli scorsi anni. L’ingresso prevede un biglietto del costo di 12 euro.

Lo spettacolo, davvero divertente, prende il nome dallo storico quartiere di New Orleans dove il Jazz ha mosso i suoi primi passi. In un susseguirsi di monologhi e musica, di cori e coup-de-théâtre, si finisce per svelare agli spettatori un volto inedito dell’universo femminile. Con ben cinque musicisti sul palco, lo spettacolo è ambientato in un classico bordello del quartiere, “Storyville Club” e dipana storie e vicende delle sue ragazze, o, come venivano chiamate un tempo: “le donne dell’amore”. Gianni Satta alla tromba e cornetta, Gianni Azzali al sax, Stefano Caniato al pianoforte, Mauro Sereno al contrabbasso e Luca Mezzadri alla batteria contribuiscono, con il loro jazz “traditional”, a immergere il pubblico nella magica e affascinante epoca della New Orleans più lasciva e “privatamente sfacciata”. Le parole scivolano sulle note dei musicisti sul palco, si interrompono e lasciano spazio alla musica per creare un ensemble davvero unico. Uno spettacolo di donne, ma non solo per le donne, dove gli uomini, sempre presenti nella loro assenza, sono i veri protagonisti.

Se c’è un quartiere dove il Jazz ha potuto muovere i primi passi e crescere quello è Storyville, a New Orleans. Nel 1896 il consigliere municipale Sidney Story promulgò un’ordinanza che circoscriveva l’esercizio della prostituzione in un quartiere di trentotto edifici vicino a Canal Street. Questo quartiere, battezzato dagli abitanti di New Orleans “Storyville” appunto, rappresentò la capitale del vizio di tutti gli Stati Uniti e le sue strade, prima fra tutte la leggendaria Basin Street (immortalata nel famoso “Basin Street Blues”), divennero presto un autentico paradiso per prostitute e malviventi. A Storyville si suonava ovunque, dai bar ai bordelli, nelle strade e nei negozi, oltre ovviamente alle sale da ballo e ai cabaret, come d’altronde succede ancora oggi in quella città unica al mondo che è New Orleans!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Isa Mazzocchi è la "chef donna 2021" per Michelin

  • Cronaca

    «Quando permetti alla mafia di entrare in casa tua, hai già perso tutto»

  • Attualità

    Un premio di laurea per ricordare Fausto Zermani

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento