Eventi

L'"amico degli animali" Stoppa in Val Tidone

"Incursione" in un cascinale in alta Val Tidone per l'inviato "amico degli animali" Edoardo Stoppa di Striscia: qui, cani e caprette vivono in condizioni igieniche precarie

Striscia la notizia torna nel Piacentino. Dopo la "visita" al sindaco Roberto Reggi di "100%" Brumotti, è la volta di Edoardo Stoppa, inviato che difende gli animali maltrattati che vivono in condizioni precarie.

Le segnalazioni, questa volta, hanno portato Stoppa in alta Val Tidone, in un cascinale in condizioni disastrate dove vive un agricoltore-eremita. Il servizio è andato in onda lunedì 14 marzo. Stoppa ha posto l'attenzione sugli animali - caprette, cani - che sono costretti a stare in un luogo per nulla idoneo: poca acqua, sporcizia, freddo, spesso alla mercè delle intemperie.

Addirittura, lo stesso uomo vive nei locali con le bestiole, in un rudere che difficilmente potrebbe essere chiamato "casa": muri scrostati, finestre rotte, sporco dapertutto, gelo. L'eremita, tuttavia, non ha nascosto di voler fare qualcosa di più per i propri "inquilini", adducendo le sue condizioni a una situazione economica pessima. Così Stoppa gli ha strappato la promessa che si lascerà aiutare, nel mantenimento "decente" per sè stesso e per gli animali del cascinale, dai vicini.

Nota curiosa. Nel corso del servizio, l'agricoltore ha mostrato diversi ritagli de La Cronaca e Libertà che avevano già parlato della sua situazione.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'"amico degli animali" Stoppa in Val Tidone

IlPiacenza è in caricamento