menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La tromba di Fabrizio Bosso, mercoledì 1° luglio a Vernasca

La tromba di Fabrizio Bosso, mercoledì 1° luglio a Vernasca

L’estate piacentina suona al ritmo di "Summertime in Jazz"

Torna l'appendice estiva del Jazz Fest, naturalmente targata Piacenza Jazz Club. Dal 1° luglio al 9 agosto tanta musica ed eventi nelle più belle vallate della provincia di Piacenza

Formula che vince non si cambia. Dopo il grande successo dello scorso anno, torna la rassegna Summertime in Jazz, l’appuntamento itinerante con la musica di qualità dell’estate piacentina negli spazi più suggestivi della sua provincia. La rassegna, targata Piacenza Jazz Club, vede la sua realizzazione grazie al fondamentale sostegno dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano e alla collaborazione di ben otto Comuni della Provincia di Piacenza: Castell’Arquato, Cortemaggiore (che si aggiunge quest’anno), Lugagnano, Morfasso e Vernasca per la Val d’Arda; Bobbio, Rivergaro e Travo per la Val Trebbia.

Undici in tutto i concerti, di cui dieci si susseguiranno nelle location più suggestive della provincia, a partire dal 1° di luglio fino al 9 agosto, a comporre un circuito di eventi che farà tappa di volta in volta nei luoghi più rappresentativi della storia, delle tradizioni e del paesaggio locali.
Non poteva naturalmente mancare un appuntamento nella città di Piacenza, nel prezioso cortile di Palazzo Rota Pisaroni, sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano, dove mercoledì 22 luglio si esibirà un trio delle meraviglie tutto italiano: quello dei Doctor 3.

Come nella migliore tradizione degli appuntamenti organizzati dal Piacenza Jazz Club, non di solo musica si compone la rassegna, che vede anche alcuni eventi a corollario, per dare ancora maggior risalto alla molteplicità di bellezze e alle peculiarità della provincia di Piacenza, in un anno particolare come questo, caratterizzato dalla presenza di Expo 2015.

L’offerta è molto varia, il cartellone è orientato verso molteplici dimensioni musicali, adatto ad incontrare tutti i gusti e ad allietare le sere d’estate: si spazia dalle atmosfere latine, ai ritmi funky, al Jazz d’autore.

Un’altra caratteristica della rassegna è quella del perfetto abbinamento tra il tipo di musica suonata e il luogo che la accoglie. Lirico e raccolto oppure dirompente ed energico, lo scenario in cui si tiene ogni evento non è solo elemento di scena, per quanto suggestivo, ma si fa parte attiva e concorre a rendere ogni concerto un’esperienza unica.

Tutti i concerti saranno sempre completamente gratuiti.

Si parte subito in grande stile, con uno di quei concerti imperdibili da cerchiare in rosso sul calendario: mercoledì 1° luglio il trombettista che il mondo ci invidia FABRIZIO BOSSO, insieme a un suo fidato compagno di musica di lungo corso, il pianista JULIAN OLIVER MAZZARIELLO, presenteranno il loro progetto “Tandem” nella suggestiva terrazza dell’antica Pieve, da cui si domina tanta parte dell’alta Val d’Arda. L’effetto generato da un luogo tanto suggestivo sarà moltiplicato dall’incanto indotto dalla musica suonata da questo duo d’eccezione, punto d’incontro fra generi e stili diversi. Attingendo al repertorio musicale universale, dalla tradizione jazzistica al Brasile, fino alla canzone d’autore, i due musicisti condurranno il pubblico in un viaggio magico, in una miscela di tensioni e distensioni, improvvisazioni magnifiche, lirismo ed energia che cattura lo spettatore.

Al di là dell’importante cognome che porta e che svela immediatamente la stretta parentela con il cantautore milanese Enzo, PAOLO JANNACCI è un musicista e compositore di ottimo livello con numerose collaborazioni nel mondo del Jazz e del Pop, come arrangiatore e come virtuoso pianista. Si presenta a Rivergaro, uno dei paesi più frequentati e più vivaci dell’estate piacentina, giovedì 9 luglio in trio con un progetto che lo vede suonare il pianoforte insieme a due dei più importanti jazzisti del panorama italiano, il contrabbassista Marco Ricci e il batterista Stefano Bagnoli, in un repertorio fatto di suoi raffinati brani originali e un intenso e richiestissimo omaggio al meraviglioso poeta e cantastorie che fu suo padre Enzo.

Quest’anno il concerto presso l’antico borgo di Vigoleno, così raccolto, intimo e intatto con i suoi merli a far da quinta e l’acciottolato di pietre, farà compiere agli spettatori un viaggio non solo nel tempo ma anche nello spazio: venerdì 17 luglio vi si esibirà il PABLO CORRADINI QUINTET che creerà un romantico ponte con l’Argentina trasportando tutti mentalmente a spasso oltreoceano a suon di tango, pur rimanendo saldamente ancorati alla tradizione del Jazz che si tinge qua e là del brio dello Swing. La brillante formazione è composta da Pablo Corradini al bandoneòn, Luca Di Giammarco al sax contralto, Alessandro Menichelli al pianoforte, Edoardo Petracci al contrabbasso e Luca Cingolani alla batteria. Il concerto si avvale della collaborazione con l’associazione “Il borgo delle arti” di Vigoleno.

In uno dei luoghi di maggior impatto scenografico di tutta la rassegna, su un’altura da dove si può ammirare tanta parte della Val Trebbia, si terrà l’unico concerto pomeridiano di questo ciclo. Alle 18.00 di domenica 19 luglio proprio sul sagrato della Chiesa medievale di S. Anna sulla Pietra  Perduca, uno dei vanti del comune di Travo, suonerà un gruppo che è nella storia del Jazz italiano, la MILANO JAZZ GANG, formazione che esiste dal 1972 ed è composta attualmente da Mauro Porro alla tromba, Claudio Perelli al clarinetto, Filippo Perelli al sax tenore, Luca Siarianni al banjo tenore e Claudio Nisi al sousaphone. Il loro repertorio tutto basato sui migliori e più conosciuti standard del Jazz classico, suonato ad altissimi livelli interamente in acustico, è ciò che più di ogni altro crea quell’atmosfera di gioia e di piacevole rilassatezza che porta a godere appieno del piacere della natura dentro cui si è immersi.

Ritornando verso il fiume Trebbia alla fine del concerto e risalendolo per qualche ansa, si potrà arrivare in un paese dalla lunga storia e dall’intatto fascino quale Bobbio, dove avrà luogo un altro concerto del Summertime in Jazz edizione 2015. Sempre domenica 19 luglio alle 21.30 infatti torna la GIRLESQUE STREET BAND per le caratteristiche e accoglienti strade e piazze del centro storico di Bobbio, che saranno animate da queste quattordici giovanissime musiciste toscane in formazione “marching band” americana tutta al femminile, che ovunque si esibisce porta in omaggio al pubblico che volontariamente o fortuitamente si trova sulla sua strada, abbondanti quantità di buonumore e di aria di festa.

La rassegna è anche un’ottima occasione per godere di bellezze architettoniche altrimenti nascoste o che non si avrebbe l’occasione di frequentare, come il cortile del Palazzo Rota Pisaroni, vera chicca della città di Piacenza, sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano che crede in quest’iniziativa e la sostiene con grande entusiasmo e generosità. Per questo gioiello dell’arte e della cultura, la Fondazione ha riservato uno dei concerti più importanti della rassegna, anch’esso vero gioiello della musica: mercoledì 22 luglio vi si esibiranno infatti i DOCTOR 3, formazione che vede schierati Danilo Rea al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso e Fabrizio Sferra alla batteria. Una data assolutamente da non perdere.

Un paese vivace e con un alto flusso di turismo estivo come Travo, nel cuore della Val Trebbia, è perfetto per ospitare, mercoledì 29 luglio, LA DRUMMERIA; un progetto unico nel suo genere che vede riunite su un unico palco ben cinque batterie: quelle di Ellade Bandini, Walter Calloni, Maxx Furian, Christian Meyer e Paolo Pellegatti che si sfideranno e uniranno i loro ritmi e i loro battiti per uno spettacolo di incredibile energia e di grande effetto d’insieme. Un autentico e originale “super gruppo”, un viaggio etnico-musicale attraverso diverse “tradizioni dei tamburi” proposto da esponenti tra i più completi e rappresentativi della scena musicale italiana.

Sarà una delle piazze più belle d’Italia, quella del Municipio di Castell’Arquato, incorniciata tra la Rocca Viscontea, la Collegiata e il Palazzo del Podestà, a ospitare giovedì 30 luglio un’intera orchestra: i trentacinque elementi della piacentina ORCHESTRA “LUIGI CREMONA” che presenta lo spettacolo “Cinema amore mio”. Una carrellata di alcune tra le più celebri e amate musiche composte per il cinema scelte e arrangiate appositamente dal maestro Carlo Pisani, che dell’orchestra è il direttore.

Unica nuova location in aggiunta alle altre, tutte confermate, è Cortemaggiore, paese della Val d’Arda da sempre molto attento all’offerta culturale e musicale. La grande piazza del paese ospiterà sabato 1° agosto il sicuro guizzo dei NOTE NOIRE QUARTET. La formazione di Jazz manouche che unisce in un unico concerto le tradizioni del Mediterraneo con quelle della Mitteleuropa, è composta da Ruben Chaviano al violino, Roberto Beneventi alla fisarmonica, Tommaso Papini alla chitarra e Mirco Capecchi al contrabbasso. I Note Noire presenteranno in quest’occasione il loro nuovissimo lavoro fresco di stampa (è uscito infatti solo da un paio di mesi) dal titolo “Oltreconfine”: ancora un viaggio fantastico come da loro abitudine tra il manouche e il gipsy jazz, la tradizione d'autore francese e il valzer musette, con un pizzico di musica balcanica alla Goran Bregovic.

Le strade di Lugagnano val d’Arda con il suo culmine in Piazza IV Novembre saranno lo scenario ideale venerdì 7 agosto per la trascinante esibizione della LARGE STREET BAND, gruppo fiorentino che prende a modello le “street band” americane e trasforma la musica in divertimento, coinvolgendo il pubblico con ritmi incalzanti, offrendo al suo passaggio abbondanti dosi di allegria e buonumore. La band è formata da un nutrito gruppo di meritevoli musicisti che riescono sempre a coinvolgere il pubblico con giochi di suoni che alternano Bossa nova al Funky e al Jazz. Il segreto del loro successo sta nel divertimento che mettono in ciò che fanno, lo stesso che contagia irresistibilmente il pubblico che assiste ai loro spettacoli. In orario da happy hour, si esibiranno due formazioni in contemporanea in due luoghi del paese: Francesca Bianco Quintet e Sara Giovannini Trio.

Il luogo scelto per chiudere questa edizione di Summertime in Jazz è ancora una volta Morfasso, paese dell’alta Val d’Arda che in agosto, grazie alla sua posizione strategica che garantisce anche nei periodi più afosi un clima fresco e piacevole, si riempie di villeggianti e di turisti in cerca di riposo e di quiete. Nella piazza del paese, adiacente alla chiesa, si esibirà domenica 9 agosto lo SPIRIT GOSPEL CHOIR, il coro composto da una cinquantina di elementi che arriva al cuore di chi li ascolta grazie all’energia insita nel loro canto e alla potenza dell’intenzione che infondono in tutto quanto il loro repertorio, che spazia nei generi e nel tempo, andando a cercare ciò che è Gospel nel profondo. L’ensemble diretto da Andrea Zermani e da Anna Chiara Farneti, sarà accompagnato dal vivo come nelle migliori occasioni dalla fidata “Spirit Band”, composta da Francesco Lazzari alle tastiere, Riccardo Ferranti e Stefano Sarchi alle chitarre, Nicola Stecconi al basso elettrico e Marco Bianchi alla batteria.

Di grande interesse tutti gli eventi collaterali che andranno ad arricchire l'offerta della rassegna. Si riconferma anche quest’anno il concorso fotografico “La via di Genova e il Piacenziano” sui mestieri e le peculiarità non solo paesaggistiche, ma anche culturali, delle valli del Trebbia e dell’Arda, con scadenza il 24 luglio 2015, che si concluderà con una mostra fotografica online sul sito www.summertimejazz.it e con la premiazione pubblica delle tre opere migliori. Una giuria presieduta dal fotografo Fausto Mazza e composta inoltre dal fotografo Angelo Bardini e dalla docente di arti grafiche Cristina Martini decreterà le migliori fotografie tra quelle in concorso che verranno premiate giovedì 30 luglio alle ore 21.00 nella piazza monumentale di Castell’Arquato. Confermate anche, grazie alla collaborazione con la “Cooperativa Eureka” e l’Ente “Parchi del Ducato”, le escursioni guidate nel Parco del Piacenziano, riserva di grande valore geologico oltre che paesaggistico, per poter vivere appieno delle molteplici ricchezze offerte dal territorio in cui si svolgerà la rassegna. Alla fine di ogni escursione non potrà mancare un concerto di musica dal vivo. Si comincia domenica 12 luglio ore 17:30 con la tradizionale passeggiata sul greto del fiume Arda a Castell’Arquato, alla ricerca di fossili, che si concluderà con un concerto dei Django’s Clan. Il 2 agosto invece la camminata sarà un poco più lunga sul sentiero tematico di Rio Stramonte (Lugagnano), con partenza e arrivo all’area attrezzata di Prato Torricella, dove si potrà fare una merenda in compagnia del Gianni Satta Trio.

Una novità di questo 2015, sempre in collaborazione con l’Ente “Parchi del Ducato”, è una rassegna nella rassegna: Jazz Summerwine”, che intende unire musica e cultura del vino, grande prodotto delle valli piacentine. Il 2 luglio alle ore 21:30 presso l’Azienda “Cardinali” di Castell’Arquato, la degustazione sarà accompagnata dal concerto dei Soul Gipsy Trio, mentre il 16 luglio sempre alle ore 21:30, saranno le “Cantine Bonelli” di Rivergaro ad ospitare una degustazione jazz con il Monica Agosti Trio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento