Teatro Municipale, Alessio Boni ne "I duellanti"

Ritorna al Teatro Municipale di Piacenza Alessio Boni. Sarà in scena con Marcello Prayer nello spettacolo “I duellanti” di Joseph Conrad, tradotto e adattato da Francesco Niccolini. Appuntamento martedì 14 e mercoledì 15 marzo alle ore 21 nel cartellone della Stagione di Prosa “Tre per Te” 2016/2017 organizzata da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri di Piacenza, il Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano.

La compagnia in scena a Piacenza con lo spettacolo “I duellanti” incontra il pubblico mercoledì 15 marzo alle ore 18 al Teatro Filodrammatici.

Lo spettacolo, di cui Alessio Boni firma anche la regia insieme a Roberto Aldorasi, è la prima versione teatrale del romanzo di Conrad, portato alla ribalta dal cinema nel 1977 con quel piccolo capolavoro che è il film di Ridley Scott con Keith Carradine e Harvey Keitel: l’affresco di un mondo, quello della cavalleria e degli eserciti ottocenteschi, che da lì a breve sarebbe stato spazzato via dalle nuovi armi e dalle nuove logiche militari del Novecento.

L’idea geniale su cui è costruito “The Duel” è che i due avversari non si fronteggiano sugli opposti versanti del campo di battaglia: sono ufficiali dello stesso esercito, la Grande Armée di Napoleone Bonaparte, Ussari per l’esattezza. Per motivi a tutti ignoti - e in realtà banalissimi, al punto da rasentare il ridicolo - inanellano sfide a duello che li accompagnano lungo le rispettive carriere, senza che nessuno sappia il perché di questo odio così profondo. E, proprio per il mistero che riescono a conservare, i due diventano famosissimi in tutto l’esercito napoleonico: non tanto e non solo per i meriti sui campi di battaglia di tutta Europa, quanto per la loro eroica fedeltà alla loro sfida reciproca, che li accompagnerà per vent’anni, fino al duello decisivo. Un’opera su di un mondo in rapida estinzione, e al tempo stesso un capolavoro dell’assurdo, su come i fili della vita e del destino sfuggano di mano e sopravanzino ogni buon senso e prevedibilità.

Gabriel Florian Feraud, guascone iroso e scontento, e Armand D’Hubert, posato e affascinante uomo del nord, non sono semplicemente due giovani promettenti, e sconcertanti ufficiali del più grande esercito dell’Ottocento, ma a modo loro incarnano incubi e ossessioni che – da Melville a Faulkner, da Kafka fino ad Albert Camus – accompagnano la cultura occidentale fino allo sfacelo della seconda guerra mondiale.

"Questo è un lavoro sull’avversario e sul diventare adulti", scrive Francesco Niccolini nelle sue note alla drammaturgia. Per lui la storia de “I duellanti” è un “Fight Club” ante litteram: uno scontro violento e inevitabile, desiderato, dove - in realtà - il tuo vero avversario non esiste. Anzi, molto peggio: sei tu. Come se, nel momento di iniziare il duello, quando sei spalla a spalla, e fai i tuoi passi per allontanarti, nel voltarti verso il tuo Feraud, vedessi te stesso. E di quel duello ne hai più bisogno dell’aria che respiri. Senza, sei morto».

Il ritorno di Alessio Boni è molto atteso dal pubblico piacentino, che lo aveva applaudito nel gennaio 2015 nello spettacolo “Il visitatore” diretto da Valerio Binasco e interpretato insieme ad Alessandro Haber, in scena sempre al Municipale per la Stagione di Prosa di Teatro Gioco Vita.

martedì 14 e mercoledì 15 marzo 2017 - Teatro Municipale - ore 21

Alessio Boni   Marcello Prayer

I DUELLANTI

di Joseph Conrad - traduzione e adattamento Francesco Niccolini

drammaturgia di Alessio Boni, Roberto Aldorasi, Marcello Prayer, Francesco Niccolini

con Francesco Meoni - violoncellista Federica Vecchio - maestro d’armi Renzo Musumeci Greco

regia Alessio Boni, Roberto Aldorasi

produzione Federica Vincenti per Goldenart Production

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Massimo Ranieri in "Sogno e son desto" al Politeama

    • 11 dicembre 2020
    • Teatro Politeama

I più visti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Il Germoglio, inaugurato il Villaggio di Natale

    • Gratis
    • dal 7 novembre al 25 dicembre 2020
    • Il Germoglio Onlus
  • Castello di Gropparello, Cena con Delitto on line live per bambini

    • 5 dicembre 2020
    • Castello di Gropparello
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento