Grande successo al Politeama per "Io doppio" di Paolo Ruffini

Obama confessa le sue origini pisane, James Stewart si offende perché una sua domanda di amicizia su Facebook rimane inascoltata, John Wayne è bloccato sulla linea ferroviaria Firenze-Pisa-Livorno... questo è Paolo Ruffini

Tra doppiaggi irresistibili e improvvisazioni da parte del pubblico debutta al Politeama lo spettacolo di Paolo Ruffini “Io doppio...dé show”. Stanno impazzendo in rete i doppiaggi realizzati da Paolo Ruffini e dagli amici dell’associazione Nido del Cuculo; ormai le imitazioni sono innumerevoli e si stima che gli utenti del sito www.nidodelcuculo.tv e del relativo canale su YouTube abbiano superato i 4 milioni.

Ma filmati e registrazioni, per quanto esilaranti, non possono certo competere con l’emozione e la simpatia suscitate da Paolo Ruffini, in arte Paolino, sul palcoscenico, a tu per tu con il pubblico. Lo spettacolo “Io doppio”, andato in scena venerdì sera presso il cinema teatro Politeama, è infatti un vero e proprio reality show, che trova la sua anima ideale nella partecipazione del pubblico, con cui Ruffini, artista spumeggiante ed estemporaneo, improvvisa, dialoga e interagisce in mille modi. Già all’inizio dello spettacolo gli spettatori, inquadrati da una telecamera situata sul palco, vengono accolti dalla voce fuoricampo di Ruffini, che commenta con irresistibile effetto comico il look di ciascuno. Esilaranti e irriverenti sono poi le trovate che coinvolgono veri e propri miti; lo spettacolo è infatti ispirato al mondo del doppiaggio e presenta filmati in cui personaggi celebri sono coinvolti in improbabili situazioni e si esprimono in dialetto livornese: Barack Obama confessa le sue origini pisane, James Stewart si offende perché una sua domanda di amicizia su Facebook rimane inascoltata, John Wayne è bloccato sulla linea ferroviaria Firenze Pisa Livorno, Geppetto è alle prese con le droghe leggere, Arnold Schwarzenegger è innamorato di Tiziano Ferro… e così via, assolutamente al di là di ogni freno ed etichetta, all’insegna della simpatia e della comicità.

Spot televisivi, serie tv, colossal cinematografici, cartoni animati… Paolo Ruffini non risparmia proprio nessuno! Divertente al di là di ogni descrizione è poi la parte di spettacolo dedicata alla interpretazione di personaggi famosi, affidata a spettatori scelti da Ruffini, dimostratisi tra l’altro veramente spiritosi e simpatici. Dracula, Batman, Alice nel paese delle meraviglie (interpretata da un ragazzone con i baffi), tutti vestiti con regolari costumi di scena, si esibiscono in una serie di esilaranti gag, guidati dalle impietose indicazioni di Paolo. Il travolgente artista riesce perfino a trascinare il pubblico in un balletto sfrenato sulle note della famosa Waka Waka, hit musicale dell'estate! Ma Ruffini si dimostra anche un vero e proprio animale da palcoscenico, capace di mutare atmosfere e atteggiamenti, allorchè in un momento amarcord commenta immagini riguardanti oggetti e personaggi degli anni ottanta e novanta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Paolo sorride insieme con il pubblico, ricordando con allegria e una punta di malinconia gli anni in cui era ragazzino, gli anni delle figurine, della bmx, di giochi come twister, l'allegro chirurgo, il dolce forno, gli anni del tormentone di Mike Bongiorno: “Allegria!”. L'attore racconta anche una simpatica storia inserendo titoli di film di successo, da “Tutto sua mia madre” a “Edward mani di forbici”, e conclude parafrasando il celebre film di Benigni: «Se il cinema è come la vita, allora… ”La vita è bella”!» E paragonando i film ai sogni, Ruffini esclama: “Quando sognamo siamo tutti un po' registi” e ancora: “Secondo me, la gente vera è questa: gente che si emoziona, che fa casino, che si imbarazza, gente che riesce a far ridere. E se pensate di aver fatto una figuraccia, sappiate che non tutti possono dire di essere stati su un palco così bello e con una platea così”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento