Tra compagnie teatrali e giullari a Castellarquato rivive il Medioevo

Nel borgo della Valdarda sabato 8 e domenica 9 settembre torna “Rivivi il Medioevo”. Tra gli eventi collaterali la mostra “In silenzio si sente il mare”

Immagine di repertorio

Due giorni di rievocazione storica a Castellarquato tra compagnie teatrali e giullari di strada. Nel borgo della Valdarda sabato 8 e domenica 9 settembre torna “Rivivi il Medioevo”, la manifestazione che viene organizzata dalla Pro Loco da più di 10 anni. L'edizione  2018 verrà presentata da Daniele Lucca, già creativo e direttore artistico di varie manifestazioni ed eventi in giro per l'Italia. Confermata a grande richiesta, dopo il successo dell'anno scorso, la compagnia dei FraStornati e come ogni anno non mancheranno I Lebbrosi, presenza consueta e abituale fin dalle prime edizioni. Grande ritorno anche per i Frere Lumiere, che in un'edizione di qualche anno fa infiammarono il pubblico con bellissimi giochi di fuoco sostenuti da ritmi tribali ed orientaleggianti. Ci sarà ancora il suggestivo accampamento militare della Compagnia del Nibbio, per una riproduzione fedele della vita medievale completata da esposizione di macchine da guerra, ad affascinare grandi e piccini.

Tra le novità del 2018 ci sono il Circo Equestre di Vigevano, che proporrà la sfida della giostra a cavallo, le esibizioni aeree del duo C'è chi C'ha e la musica medievale dei Furthark Music. Torneranno poi i Medieval Messenger dalla lontana Lituania.

La location della manifestazione sarà nuovamente il lungo Arda, mentre il corteo dei figuranti non sarà più la sera di sabato ma la mattina della domenica. Sicuramente verrà disputato inoltre il Torneo Internazionale di Scherma Medievale, e saranno presenti le oltre cinquanta bancarelle medievali, per entrare in clima anche con oggetti e vestiti, e i punti di ristoro a tema, per assaporare la cucina del tempo che fu.

Tra gli eventi collaterali la mostra “In silenzio si sente il mare”

Patrocinata dal Comune di Castellarquato e allestita presso le suggestive Grotte di Santo Spirito, in via della Riva adiacente al Museo Geologico Cortesi, apre al pubblico la mostra ‘In silenzio si sente il mare’, raccolta di opere dell’illustratore Marco Vaccari e della scultrice Paola Pacella. Spazio Santo Spirito, com’è noto, ospita da diversi anni i laboratori estivi di Arte Figurativa, con la gestione di Officina dell’Arte e la direzione artistica dell’incisore Bruno Missieri.

LOCANDINA PER ARTICOLO-3

Le illustrazioni di Vaccari, sia le tavole a olio e matita, sia le xilografie orientali, si riferiscono all’immaginario favolistico poetico e mescolano elementi pittorici e grafici italiani e della tradizione dell’est europeo. Personaggi ambientati in atmosfere sognanti e talvolta malinconiche. Le sculture di Pacella vedono come filo conduttore il ritratto come ricerca e ‘marchio di fabbrica’. Argilla, gesso, bronzo, pietra: volti umanissimi, ben lontani dal voler essere lusinghieri. Una moderna classicità. La mostra sarà visitabile sabato 8 e domenica 9 settembre, in occasione dell’evento ‘Rivivi il Medioevo’, dalle 9 alle 19, e nei giorni successivi su appuntamento contattando il n 3337136542 o inviando una mail a marcovaccari72@gmail.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento